img di fondo

img di fondo

domenica 12 febbraio 2012

CONTAINER FLESSIBILI ADR/RID

-->
Premessa
Con la prossima edizione del regolamento stradale per il trasporto di merci pericolose (ADR 2013), in vigore dal 01/01/2013, vedrà probabilmente la luce una nuova tipologia di container: il container flessibile per il trasporto alla rinfusa, già previsto dalla 17ma revisione delle ‘raccomandazioni ONU’ .
Il nuovo contenitore sarà definito come un container flessibile con capacità non superiore ai 15 metri cubi, comprensivo di fodere, dispositivi di sollevamento ed equipaggiamenti di servizio. Il codice ONU relativo a questa nuova unità di carico sarà BK3.
Le caratteristiche tecniche
I container flessibili per il trasporto alla rinfusa dovranno:
1.  essere a tenuta di polveri;
2.  essere completamente chiusi per prevenire il rilascio del contenuto;
3.  essere impermeabilizzati;
4.  le parti in diretto contatto con le merci pericolose non dovranno essere     alterate o indebolite da tali merci e non dovranno causare effetti pericolosi, ad esempio catalizzando una reazione con le stesse merci;
5. le parti in diretto contatto con le merci pericolose  non dovranno consentire una permeazione delle merci pericolose che possano costituire un pericolo nelle normali condizioni di trasporto;
6. i dispositivi per il riempimento e lo scarico dovranno essere costruiti in modo da essere protetti da ogni danneggiamento durante il trasporto e la movimentazione e tali da non consentire un’apertura non intenzionale;
7. se presenti, le imbracature del container dovranno essere capaci di reggere alla pressione e alle forze dinamiche che possono svilupparsi durante le normali condizioni di movimentazione e trasporto;
8. i dispositivi di sollevamento dovranno essere sufficientemente forti da reggere ad un uso ripetuto.
 
Segnalazioni
I container dovranno essere marcati con i seguenti identificativi:
1.     il simbolo UN;
2.     codice BK3;
3.     la lettera ‘Z’ (pg III);
4.     i caratteri che identificano il paese che ha autorizzato il marchio;
5.     l’identificazione del costruttore;
6.     il carico di impilamento in kg.;
7.     la massa lorda massima ammissibile in kg.

Esempio:
 UN
BK3/Z/11 09
RUS/NTT/MK-14-10
56000/14000
Per trasportare cosa?
I nuovi regolamenti stabiliranno che dette unità di carico per il trasporto alla rinfusa saranno da utilizzarsi per le seguenti sostanze:
UN 1334 – naftalene greggio o raffinato;
UN 1350 – zolfo;
UN 1454 – nitrato di calcio;
UN 1474 – nitrato di magnesio;
UN 1486 – nitrato di potassio;
UN 1498 – nitrato di sodio;
UN 1499 – nitrato di sodio e potassio in miscela;
UN 1942 – nitrato d’ammonio;
UN 2067 – fertilizzante al nitrato d’ammonio;
UN 2213 – paraformaldeide;
UN 3077 – materie pericolose per l’ambiente, solide;
UN 3377 – perborato di sodio monoidrato;
UN 3378 – carbonato di sodio perossidrato (pg. III)
Cosa succederà?
Passata l’approvazione preliminare da parte del joint meeting ADR/RID/ADN  tenutosi a Ginevra (CH) nel Settembre dello scorso anno, manca ora solamente l’approvazione formale finale dell’organo che ufficialmente aggiorna ADR, RID e ADN e poi questi nuovi contenitori diventeranno realtà in campo stradale e non solo, infatti il nuovo contenitore sarà previsto anche dal trasporto ferroviario (RID) e fluviale (ADN).
….e l’IMO?
Rispetto a questi nuovi container l’IMO non si è ancora pronunciato, ma in un’ottica di sempre più forte armonizzazione tra i diversi regolamenti modali è prevedibile che il prossimo emendamento (36°), nel 2014, introdurrà tali unità di carico anche per il trasporto marittimo.

VEICOLI ADR e CISTERNE ADR ante 1997: STOP dal prossimo mese...ma con deroghe!

Nel prossimo Marzo 2012, scadranno i ventiquattro mesi di proroga concessi dal DM Trasporti 18 Febbraio 2010 per la circolazione NAZIONALE dei veicoli ADR e delle cisterne adibite al trasporto di merci pericolose su strada  (costruiti primi del 01 Gennaio 1997) che non presentano quelle caratteristiche costruttive stabilite dalla Direttiva 2008/68 CE.
Questi veicoli tra poco non potranno più circolare!
Importanti deroghe sono state però concesse per quei veicoli e per quelle cisterne che trasportano: 
a) UN1202, 1965 (no cisterne), 1136, 1267, 1999, 3256, 3257 e gas (solo cisterne)
in questo caso la circolazione NAZIONALE sarà consentita per venticinque anni dalla data di prima immissione in servizio.
b) GAS LIQUEFATTI REFRIGERATI 
in questo caso, invece, la circolazione NAZIONALE sarà comunque consentita (senza limiti temporali).

La Circolare del Ministero Trasporti n. 34172 DIV3-E del 19 Aprile 2010, inoltre, prevede che per la circolazione in deroga sul territorio NAZIONALE di detti veicoli, non più corrispondenti alle caratteristiche costruttive fissate, sia necessario annotare questa deroga sula carta di circolazione da parte dei competenti uffici della Motorizzazione Civile.

DGSA: le sanzioni.

Spesso le aziende e i colleghi consulenti sottovalutano le sanzioni (amministrative) previste a loro carico dalla normativa in vigore, sanzioni che nel momento in cui si verifica l'incidente possono mutare  in sanzioni di natura penale.
Il D.Lgs. 35/2010, che ha recepito la Direttiva 68/2008 CE, prevede all'articolo 12 le nuove misure delle senzioni amministrative da applicare nei casi di seguito descritti, che attengono alle figure del capo d'impresa e del consulente alla sicurezza per il trasporto (DGSA):
  • comma 1: il legale rappresentante dell'impresa NON nomina il consulente - DGSA (SANZIONE: da € 6.000 a € 36.000)
  • comma 2: mancata comunicazione al Ministero dei Trasporti (uff. provinciali) della nomina del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 2.000 a € 12.000)  
  • comma 3:  mancata redazione della relazione annuale da parte del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 4.000 a € 24.000)
  • comma 4: mancata consegna della relazione al legale rappresentante dell'impresa da parte del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 2.000 a € 12.000)          
Le sanzioni vengono irrogate dal Prefetto mentre l'ente preposto ai controlli rimane l'Autorità competente, il Ministero dei Trasporti,  attarverso i suoi uffici provinciali (ex MCTC).