img di fondo

img di fondo

giovedì 27 dicembre 2012

Direttiva 2012/45/UE

Sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4 Dicembre 2012, L 322 è stata pubblicata la Direttiva 2012/45/UE del 3 dicembre 2012.
Con questa Direttiva vengono recepiti gli emendamenti 2013 ADR/RID/ADN da applicarsi anche ai trasporti nazionali di merci pericolose.
Naturalmente per il recepimento italiano attendiamo fiduciosi un Decreto del nostro Ministero Trasporti che dovà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

lunedì 24 dicembre 2012

Buon Natale a tutti!!!


A tutti i lettori, auguri di buone feste!!!

domenica 11 novembre 2012

ADR: norma speciale!

Il nuovo capitolo 1.1.5 del manuale ADR 2013, fissa un principio giuridico importante (già sottolineato da una certa giurisprudenza):
“Quando è richiesta l’applicazione di una norma e vi è un qualsiasi tipo di conflitto tra questa norma e le disposizioni dell’ADR, le disposizioni dell’ADR prevalgono
L'ADR diventa norma 'speciale'!

DGSA consulenze




Segnalo stasera il mio nuovo sito e il mio nuovo studio che si occupa di merci pericolose....DGSA consulenze.it, da pochissimo online.

Previa registrazione gratuita al sito, avrete la possibilità di ricevere le principali novità dell'ADR 2013 in formato .pdf

cosa aspettate???

venerdì 21 settembre 2012

DGSA...devi fare il rinnovo?



Ricordo a tutti i colleghi DGSA che devono rinnovare la propria certificazione per esercitare l'attività di consulenza ADR, che ci si può iscrivere ed affrontare l'esame al massimo un anno prima della scadenza del certificato. 
Se interessati, il rilascio dell'integrazione relativa all'ADN (trasporto vie navigabili interne), attualmente, si può avere (per il nord-ovest) solo rivolgendosi alla commissione nr. 5 di Torino.

Il nuovo DGR 2013


IATA ha comunicato in questi giorni le principali novità riferite alla nuova edizione del DGR 2013 (54° ed.) per il trasporto di merci pericolose via aerea.
Sul sito degli amici di Professionals' Solutions Srl potete trovare il documento originale in lingua inglese e la traduzione italiana effettuata dai tecnici della società.


giovedì 13 settembre 2012

DGSA TRAINER 2011



I miei amici di Ars edizioni informatiche, in collaborazione con Orange Project, lanciano in questi giorni un nuovo prodotto davvero interessante.....si tratta del software "DGSA trainer 2011".
Questo 'programma' serve da supporto al candidato che deve esercitarsi in vista dell'esame per il rilascio/rinnovo del certificato CE di Consulente per i trasporti terrestri di merci pericolose.

DGSA è aggiornato all'ADR 2011.

Per saperne di piu, segui il link.

mercoledì 12 settembre 2012

ADR 2013 - LQ



Capitolo 7.5.2.4 - ADR 2013

"E' proibito il carico in comune di merci pericolose imballate in LQ con ogni tipo di materie e oggetti esplosivi (classe 1) con l'eccezione di quelle della classe 1.4 e dei numeri UN 0161 e UN 0499"

Capitolo 8.6.4 - ADR 2013 
In base a questa norma i trasporti in regime LQ superiori agli 8 ton. su unità di trasporto con massa massima superiore ai 12 ton., non possono circolare all'interno dei tunnels stradali di categoria (E)

ADR 2013: dispositivi di fissaggio del carico.


Il nuovo ADR 2013 prevede al capitolo 7.5.7.1 che i sistemi di fissaggio per i carichi delle merci pericolose sui veicoli devono essere conformi alla norma EN 12195-1:2010.
La stessa norma è prevista anche per il carico dei containers...
In base al nuovo standard EN 12195  anche il numero di cinghie che devono essere utilizzate per fissare un determinato carico è determinato in modo preciso.
Ovviamente questa nuova norma coinvolge direttamente il trasportatore (che deve avere a bordo del veicolo tali attrezzature) e il caricatore (che dovrà verificare la presenza e l'idoneità di tali attrezzature prima di iniziare il carico stesso).

martedì 11 settembre 2012

ADR 2013

Stiamo preparando il consueto fascicolo con le novità dell'ADR 2013.....a breve su queste pagine.

ADR 2013: PRODOTTI CHIMICI TRASPORTATI SOTTO PRESSIONE

Una delle novità più interessanti contenute nella nuova edizione ADR 2013 (che, come noto, entrerà in vigore per il trasporto internazionale il 01/01/2013) è sicuramente quella che vede il nuovo ingresso nella lista ONU dei prodotti chimici trasportati sotto pressione.
Si tratta di prodotti liquidi/solidi (adesivi, svernicianti, ecc.) combinati con un gas e trasportati in recipienti sotto pressione in modo da poter essere utilizzati come schiume o spray.
Fino ad oggi classificati come gas liquefatti, ora acquistano una loro fisionomia e vengono di conseguenza nel dettaglio regolamentati anche se appartenenti sempre, naturalmente, alla classe 2 (gas).
Nel particolare avremo:
UN 3500 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, N.A.S
UN 3501 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, INFIAMMABILI, N.A.S.
UN 3502 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, TOSSICI, N.A.S.
UN 3503 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, CORROSIVI, N.A.S.
UN 3504 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, INFIAMMABILI, TOSSICI, N.A.S.
UN 3505 - PRODOTTI CHIMICI SOTTO PRESSIONE, INFIAMMABILI, CORROSIVI, N.A.S.

CFP ADR

Da più parti mi arrivano quesiti circa l'ammissibilità della conversione di CFP ADR di origine svizzera!
Ero già intervenuto in passato sulla questione ma forse è meglio ripetere....
Ricordo che il Ministero dei Trasporti italiano ha diramato una circolare (Circolare nr. 23044/Div. 3/E del 01 Agosto 2011) con la quale definitivamente chiarisce che gli unici CFP ADR esteri convertibili sono quelli di origine UE.
Tutti gli altri (non UE, quindi anche quelli svizzeri) si possono convertire se e solo se è presente un apposito e valido accordo bilaterale.

Accordi multilaterali ADR

Riporto, per comodità di chi legge, un riepilogo di quelli che sono gli accordi multilaterali ADR firmati dal nostro paese e ancora in essere:
M 202 - SCADE IL 31/12/2013  (Training of driver)
M 203 - SCADE IL 31/12/2012  (Carriage in pressure receptacles of chlorosilanes, assigned to packing instruction P010)
M 207 - SCADE IL 30/12/2012  (Carriage in pressure receptacles of chlorosilanes, assigned to packing instruction P010)
M 220 - SCADE IL 01/01/2014  (Carriage of pressure vessels for Class 2 or Class 8 substances in salvage pressure receptacles)
M 222 - SCADE IL 02/08/2015  (Carriage of certain wastes containing dangerous goods)
M 231 - SCADE IL 01/01/2013  (Carriage of chemicals under pressure)
M 235 - SCADE IL 01/01/2013  (Carriage of fuel oil, heavy, and fuel oil, residual)
M 237 - SCADE IL 01/06/2016  (Carriage of different gases of Class 2 in US Department of Transportation cylinders in relation to 1.1.4.2)
M 240 - SCADE IL 01/01/2013  (Carriage of fuel oil, heavy, and fuel oil, residual)
M 248 - SCADE IL 01/01/2013  (Concerning the carriage of “UN 1081 Tetrafluoroethylene stabilized” in a battery-vehicles and multiple-element gas containers (MEGCs))
Ovviamente questi accordi valgono solo per i trasporti effettuati sul territorio dei paesi firmatari e gli estremi dell'accordo vanno riportati sul documento di trasporto.
Per maggiori informazioni seguite il link "accordi multilaterali ADR"

lunedì 10 settembre 2012

NEWS....

.....finalmente riprendono le 'trasmissioni' !!!

domenica 12 febbraio 2012

CONTAINER FLESSIBILI ADR/RID

-->
Premessa
Con la prossima edizione del regolamento stradale per il trasporto di merci pericolose (ADR 2013), in vigore dal 01/01/2013, vedrà probabilmente la luce una nuova tipologia di container: il container flessibile per il trasporto alla rinfusa, già previsto dalla 17ma revisione delle ‘raccomandazioni ONU’ .
Il nuovo contenitore sarà definito come un container flessibile con capacità non superiore ai 15 metri cubi, comprensivo di fodere, dispositivi di sollevamento ed equipaggiamenti di servizio. Il codice ONU relativo a questa nuova unità di carico sarà BK3.
Le caratteristiche tecniche
I container flessibili per il trasporto alla rinfusa dovranno:
1.  essere a tenuta di polveri;
2.  essere completamente chiusi per prevenire il rilascio del contenuto;
3.  essere impermeabilizzati;
4.  le parti in diretto contatto con le merci pericolose non dovranno essere     alterate o indebolite da tali merci e non dovranno causare effetti pericolosi, ad esempio catalizzando una reazione con le stesse merci;
5. le parti in diretto contatto con le merci pericolose  non dovranno consentire una permeazione delle merci pericolose che possano costituire un pericolo nelle normali condizioni di trasporto;
6. i dispositivi per il riempimento e lo scarico dovranno essere costruiti in modo da essere protetti da ogni danneggiamento durante il trasporto e la movimentazione e tali da non consentire un’apertura non intenzionale;
7. se presenti, le imbracature del container dovranno essere capaci di reggere alla pressione e alle forze dinamiche che possono svilupparsi durante le normali condizioni di movimentazione e trasporto;
8. i dispositivi di sollevamento dovranno essere sufficientemente forti da reggere ad un uso ripetuto.
 
Segnalazioni
I container dovranno essere marcati con i seguenti identificativi:
1.     il simbolo UN;
2.     codice BK3;
3.     la lettera ‘Z’ (pg III);
4.     i caratteri che identificano il paese che ha autorizzato il marchio;
5.     l’identificazione del costruttore;
6.     il carico di impilamento in kg.;
7.     la massa lorda massima ammissibile in kg.

Esempio:
 UN
BK3/Z/11 09
RUS/NTT/MK-14-10
56000/14000
Per trasportare cosa?
I nuovi regolamenti stabiliranno che dette unità di carico per il trasporto alla rinfusa saranno da utilizzarsi per le seguenti sostanze:
UN 1334 – naftalene greggio o raffinato;
UN 1350 – zolfo;
UN 1454 – nitrato di calcio;
UN 1474 – nitrato di magnesio;
UN 1486 – nitrato di potassio;
UN 1498 – nitrato di sodio;
UN 1499 – nitrato di sodio e potassio in miscela;
UN 1942 – nitrato d’ammonio;
UN 2067 – fertilizzante al nitrato d’ammonio;
UN 2213 – paraformaldeide;
UN 3077 – materie pericolose per l’ambiente, solide;
UN 3377 – perborato di sodio monoidrato;
UN 3378 – carbonato di sodio perossidrato (pg. III)
Cosa succederà?
Passata l’approvazione preliminare da parte del joint meeting ADR/RID/ADN  tenutosi a Ginevra (CH) nel Settembre dello scorso anno, manca ora solamente l’approvazione formale finale dell’organo che ufficialmente aggiorna ADR, RID e ADN e poi questi nuovi contenitori diventeranno realtà in campo stradale e non solo, infatti il nuovo contenitore sarà previsto anche dal trasporto ferroviario (RID) e fluviale (ADN).
….e l’IMO?
Rispetto a questi nuovi container l’IMO non si è ancora pronunciato, ma in un’ottica di sempre più forte armonizzazione tra i diversi regolamenti modali è prevedibile che il prossimo emendamento (36°), nel 2014, introdurrà tali unità di carico anche per il trasporto marittimo.

VEICOLI ADR e CISTERNE ADR ante 1997: STOP dal prossimo mese...ma con deroghe!

Nel prossimo Marzo 2012, scadranno i ventiquattro mesi di proroga concessi dal DM Trasporti 18 Febbraio 2010 per la circolazione NAZIONALE dei veicoli ADR e delle cisterne adibite al trasporto di merci pericolose su strada  (costruiti primi del 01 Gennaio 1997) che non presentano quelle caratteristiche costruttive stabilite dalla Direttiva 2008/68 CE.
Questi veicoli tra poco non potranno più circolare!
Importanti deroghe sono state però concesse per quei veicoli e per quelle cisterne che trasportano: 
a) UN1202, 1965 (no cisterne), 1136, 1267, 1999, 3256, 3257 e gas (solo cisterne)
in questo caso la circolazione NAZIONALE sarà consentita per venticinque anni dalla data di prima immissione in servizio.
b) GAS LIQUEFATTI REFRIGERATI 
in questo caso, invece, la circolazione NAZIONALE sarà comunque consentita (senza limiti temporali).

La Circolare del Ministero Trasporti n. 34172 DIV3-E del 19 Aprile 2010, inoltre, prevede che per la circolazione in deroga sul territorio NAZIONALE di detti veicoli, non più corrispondenti alle caratteristiche costruttive fissate, sia necessario annotare questa deroga sula carta di circolazione da parte dei competenti uffici della Motorizzazione Civile.

DGSA: le sanzioni.

Spesso le aziende e i colleghi consulenti sottovalutano le sanzioni (amministrative) previste a loro carico dalla normativa in vigore, sanzioni che nel momento in cui si verifica l'incidente possono mutare  in sanzioni di natura penale.
Il D.Lgs. 35/2010, che ha recepito la Direttiva 68/2008 CE, prevede all'articolo 12 le nuove misure delle senzioni amministrative da applicare nei casi di seguito descritti, che attengono alle figure del capo d'impresa e del consulente alla sicurezza per il trasporto (DGSA):
  • comma 1: il legale rappresentante dell'impresa NON nomina il consulente - DGSA (SANZIONE: da € 6.000 a € 36.000)
  • comma 2: mancata comunicazione al Ministero dei Trasporti (uff. provinciali) della nomina del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 2.000 a € 12.000)  
  • comma 3:  mancata redazione della relazione annuale da parte del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 4.000 a € 24.000)
  • comma 4: mancata consegna della relazione al legale rappresentante dell'impresa da parte del consulente - DGSA (SANZIONE: da € 2.000 a € 12.000)          
Le sanzioni vengono irrogate dal Prefetto mentre l'ente preposto ai controlli rimane l'Autorità competente, il Ministero dei Trasporti,  attarverso i suoi uffici provinciali (ex MCTC).

mercoledì 18 gennaio 2012

La fumigazione secondo il nuovo IMDG code!

Come noto,  è entrato in vigore il 01/01/2012, in modo definitivo, il nuovo emendamento all'IMDG code.
Tra le novità dobbiamo rilevare una nuova sezione (la 5.5), tutta dedicata alla fumigazione dei contenitori per il trasporto marittimo.
Le regole non sono state rivoluzionate, ma esposte in modo più comprensibile e sopratutto esaudiente.
Ho pubblicato un articolo al riguardo sul sito del mio amico Gianluca Gallian di Recco (GE).
Se ne volete sapere di più, andate a leggerlo......

venerdì 6 gennaio 2012

ADR 2013: le prime novità!

Parliamo oggi di ADR 2013!

Ne parliamo perchè iniziano a filtrare le prime indicazioni sul nuovo regolamento stradale (ADR) che entrerà in vigore il 01/01/2013.
Nel corso dell'ultima riunione congiunta ADR/RID/ADN tenuta a Ginevra a Settembre, insieme ad altre, è stata approvata la nuova sezione 5.5.3 che conterrà alcune importanti disposizioni appicabili alle sostanze pericolose che presentano un rischio di asfissia quando utilizzate a scopo di raffredamento o condizionamento di altre merci.
Il tutto con il fine di armonizzare le attuali norme vigenti alla nuova edizione delle Raccomandazioni ONU.
Le sostanze in questione sono:
UN 1977 - AZOTO LIQUIDO REFRIGERATO;
UN 1845 - GHIACCIO SECCO;
UN 1951 - ARGON LIQUIDO REFRIGERATO.
Le nuove norme non saranno applicate invece se le sostanze di cui sopra costituiscono le merci da trasportare o sono imballate rispettando precise indicazioni riportate in specifiche istruzioni di imballaggio.
Nella sostanza:
Gli imballaggi dovranno essere progettati e fabbricati in modo tale da consentire il rilascio di gas al fine di prevenire un aumento pericoloso della pressione che potrebbe provocare la rottura dello stesso imballo.
Nel caso di UN 1845, dovrà essere garantito il non contatto del ghiaccio secco con le strutture metalliche del veicolo.
I veicoli, i container o carri ferroviari che trasportano queste sostanze per raffreddare o condizionare altre merci, oltre ad essere ben ventilati, dovranno apporre lo specifico marchio di pericolo sotto riportato integrato dalla denominazione ufficiale di trasporto del refrigerante seguita dalla scritta "COME REFRIGERANTE" o "COME SOSTANZA CONDIZIONANTE".

 

Per i colli sarà sufficente, invece, apporre la denominazione ufficiale di trasporto del refrigerante seguito dalla scritta "COME REFRIGERANTE" o "COME SOSTANZA CONDIZIONANTE".
Anche il documento di trasporto dovrà prevedere le stesse indicazioni e la formazione alle persone coinvolte in questa tipologia di trasporti sarà obbligatoria!

lunedì 2 gennaio 2012

ADR: ..arriva il Tajikistan!



E' arrivata in queste ore notizia dal Segretario Generale ONU, che il Tajikistan ha aderito all'Accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su strada (ADR).
L'Accordo entrerà in vigore nel paese il 28/01/2012 che diventa così il 48° ad aderire al regolamento ADR.
fonte: Orange Project