img di fondo

img di fondo

sabato 19 marzo 2011

Patente ADR svizzera: vale o non vale?

Da più parti giungono quesiti in merito alla validità nel nostro paese del CFP (patente ADR) rilasciato dall'Autorità svizzera.
La risposta corretta non può che essere rintracciata nel DM Trasporti 10/06/2004 (che modifica il vecchio DM Trasporti 15/05/1997) successivamente modificato dal DM Trasporti 12/10/2005 che cosi recita:
Art.4 comma 5-ter. Per la circolazione sul territorio italiano, su archi di rete stradale aventi origine, destinazione e sviluppo sullo stesso territorio italiano, sono riconosciuti i certificati di formazione professionale conseguiti presso Stati appartenenti all'Unione europea.
Art.4 comma 5-quater. Per la circolazione internazionale di transito sul territorio italiano o per la circolazione internazionale avente alternativamente per origine o destinazione il territorio italiano, sono accettati i certificati di formazione professionale conseguiti presso uno Stato aderente all'accordo internazionale ADR anche non appartenente alla Unione europea.
Nei casi non contemplati dalla presente norma vale la regola che il documento   deve essere CONVERTITO dal nostro Ministero secondo le regole espresse dalla Circolare 06/04/2005 - MOT 2, nr. 1243-2

1 commento:

Maurizio ha detto...

Riflessione:
se la Svizzera aderisce all'accordo ADR, non da ieri, non è possibile che, pur con le ns cervellotiche e studiate tecniche protezionistiche, chi dovesse conseguire abilitazioni in territorio svizzero non ne possa vantare la legittimità, figurarsi la conversione!
La solita italietta, fatta di illogicità che genera caos.
Per. Ind. Maurizio Robellini - PG