img di fondo

img di fondo

lunedì 28 febbraio 2011

Accordo multilaterale M222

L’Italia ha trasmesso la propria adesione all’Accordo Multilaterale M222, con il quale sono riconosciute talune agevolazioni nel trasporto di rifiuti pericolosi secondo l’ADR, e dal quale sono esclusi i rifiuti appartenenti alle classi 1, 6.2 e 7
In particolare con tale Accordo sono previste deroghe in materia di:
- Classificazione, con l’estensione della possibilità di fare ricorso alla classificazione semplificata ad altre materie, oltre a quelle già previste dall’ADR;
- Imballaggio, ammettendo la possibilità di far uso di imballaggi scaduti, o deformati o comunque non conformi alle norme della sezione 4.1.1;
- Trasporto alla rinfusa per gli Aerosol (UN1950) e per i rifiuti solidi contenenti liquidi infiammabili (UN3175)


Per il link all'Accordo cliccare qui.
Fonte: Orange Project

Accordo multilaterale M220

L’Italia ha trasmesso la propria adesione all'Accordo Multilaterale M220.
Oggetto di tale Accordo è la regolamentazione del trasporto in recipienti di soccorso a pressione di recipienti a pressione:
  •  che siano danneggiati, difettosi o non conformi;
  •  contenenti materie della classe 2 e della classe 8
In tal caso i recipienti di soccorso adoperati non dovranno essere conformi alle disposizioni del capitolo 6.2 e della sezione 4.1.3.6, ma dovranno quantunque rispettare specifiche disposizioni tra le quali:
  • L’accordo è applicabile solo ai recipienti di soccorso a pressione:

        TG168  fabbricato da Sigri Elektographit Gmbh nel 1998;
        09-5227  fabbricato da Kramer Gmbh nel 2005;
  • I recipienti a pressione, da trasportare, devono essere in lega metallica;
  • Più recipienti a pressione possono essere contenuti nel medesimo recipiente di soccorso;
  • Devono essere prese misure appropriate per evitare movimenti eccessivi dei recipienti a pressione contenuti, facendo ricorso ad esempio, se il caso, a materiale di imbottitura;
  • Devono essere disponibili, nell’unità di trasporto, le istruzioni operative per l’utilizzo dei recipienti di soccorso.
Per il link cliccare qui.
Fonte: Orange Project 

L'Italia recepisce il nuovo ADR 2011!

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 17 febbraio 2011 è stato pubblicato il Decreto 03 Gennaio 2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con il quale si recepisce la direttiva 2010/61/UE relativa al trasporto interno di merci pericolose.
Si tratta dell’atteso decreto con il quale viene stabilito che, anche per i trasporti nazionali stradali e ferroviari di merci pericolose, dal 1 gennaio 2011 (ma con effettiva entrata in vigore dal  1 luglio 2011) si dovranno applicare le edizioni 2011 dell’ADR e del RID.