img di fondo

img di fondo

giovedì 29 dicembre 2011

AUGURI!!!

Il 2012 si apre per gli addetti ai lavori, con un importante appuntamento che riguarda il trasporto di merci pericolose.... l'effettiva entrata in vigore (obbligatoria) del nuovo 35mo emendamento dell'IMDG code per il trasporto via mare. 
Sempre questo anno, poi, seguiremo la 'nascita' delle norme che andranno a costituire il nuovo regolamento stradale che entrerà in vigore l'anno successivo (ADR 2013) e del quale a breve inizieremo a dare qualche anticipazione.
Un anno importante dunque ....ma sopratutto, e questo è il mio augurio, un anno sereno....un anno di speranza!
A tutti i lettori: AUGURI!!!

IATA DGR 53 ed.


Aggiornamento sulla 53a ed. IATA DGR 2012.  

In programma il 18/01/2012 a Milano e organizzato dagli amici di ARS/ORANGE PROJECT/PROFESSIONALS' SOLUTIONS, una giornata di aggiornamento sul nuovo regolamento IATA DGR (53a ed.) in vigore dal 01/01/2012 per il trasporto aereo di merci pericolose.

Per informazioni sulle iscrizioni all'evento, cliccate qui.

NOVITA' IMDG CODE 35-2010

Ho preparato di recente, un piccolo opuscolo per presentare le novità più rilevanti del 35mo emendamento dell'IMDG code (trasporto via mare di merci pericolose) che ricordo entra in vigore, dopo 12 mesi di applicazione 'volontaria', il 01/01/2012.
Ricordo anche che dal 01/01/2010 la formazione sul regolamento marittimo è OBBLIGATORIA!
Se volete scaricare e leggere detto documento, fatto in collaborazione con gli amici di Professionals' Solutions Srl, cliccate qui.

Rifiuti pericolosi: la nuova guida Orange!



La classificazione di un rifiuto come pericoloso è un elemento essenziale al fine di stabilire le corrette modalità di gestione e di trasporto dello stesso.
Tuttavia, attualmente, i criteri che stanno alla base della classificazione di una sostanza o di una miscela come pericolosa, secondo quanto previsto dalla normativa concernente i rifiuti (D.Lgs. 152/2006), non coincidono con quanto previsto dalla normativa sul trasporto stradale di merci pericolose.
Per questo ORANGE PROJECT ha messo a punto questa nuova guida che si intitola “Classificazione dei rifiuti pericolosi ai sensi della normativa sui rifiuti e ai sensi della normativa sul trasporto stradale di merci pericolose” e che illustra (anche con numerosi esempi pratici) e mette a confronto i criteri e le modalità di classificazione delle diverse normative.
per saperne di più.......link!

lunedì 19 settembre 2011

DGR nr. 53: le prime news!

I miei amici di Professionals Solutions srl mi hanno passato la comunicazione IATA relativa alle principali novità contenute nel prossimo DGR (53) in vigore dal 01/01/2012. Gli istruttori hanno tradotto il testo dall'Inglese e rielaborato le informazioni. 
Ecco il link!

sabato 17 settembre 2011

CONTAINERS MARITTIMI: regole più stringenti?

Il gruppo di lavoro composto da IMO, ILO ed UNECE, sta procedendo alla revisione delle “Linee Guida per il carico delle Unità di Trasporto (containers)”, parte integrante del Supplemento al Codice IMDG. 
Si parla di comunicazione obbligatoria del peso 'reale', controlli più severi sui containers strutturalmente 'fatiscenti', corretto stivaggio e altro.

Speriamo che regole più stringenti vedano la luce per meglio gestire questo delicato aspetto del trasporto marittimo.

CFP esteri: chiarimento definitivo del Ministero!

In tema di conversioni di patenti ADR rilasciate da Autorità estere, finalmente il nostro Ministero dei Trasporti ha chiarito in modo definitivo, con la circolare 23044 del 01/08/2011, che risulta possibile convertire i certificati di formazione professionale ADR (CFP) se i medesimi sono rilasciati da uno Stato membro dell'Unione Europea ovvero da uno Stato con il quale è vigente un apposito accordo bilaterale.

ADR: deroghe per il trasporto di olii combustibili.

Il nostro Ministero dei Trasporti ha diramato la Circolare nr. 25692 del 13 Settembre 2011 con la quale rende noto di aver sottoscritto altri due nuovi Accordi multilaterali in tema di trasporto stradale di merci pericolose.
Le nuove deroghe, riguardano il trasporto degli olii combustibili che, come noto, rientrano in regime ADR dopo che alcuni mesi orsono l’Associazione delle compagnie petrolifere dell’Unione Europea ha riclassificato i prodotti petroliferi sotto il profilo dell’inquinamento per l’ambiente acquatico assegnando agli stessi il numero UN 3082 (liquidi) e UN 3077 (solidi) adeguandosi così ai nuovi criteri di classificazione imposti dal CLP.
In particolare i due accordi prevedono:
M235 - deroghe ai capitoli 4.3, 6.8 e 7.5 con riferimento al trasporto in cisterna;
M240 - deroga al capitolo 8.2 (formazione)
Le deroghe saranno valide sino al 31/12/2012 (solo per i paesi firmatari degli Accordi) e dovranno trovare evidenza sul documento di trasporto di ogni spedizione cosi approntata attraverso la dicitura:
“Carriage agreed under the terms of section of 1.5.1 (M XXX)”


giovedì 15 settembre 2011

I nuovi quiz ADR 2011 per DGSA.

Sono on-line i nuovi quiz ministeriali per l'esame di consulente adr aggiornati all'ADR 2011.
Rimaniamo in attesa dei nuovi studi del caso e ci auguriamo che questi nuovi quiz non siano pieni di errori come nell'edizione 2009.
Ecco il link!

ADR 2011 è on-line sul sito del Ministero

Sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è stata pubblicata la traduzione in lingua italiana dell'Accordo europeo relativo al trasporto internazionale stradale di merci pericolose (ADR) in vigore dal 1 gennaio 2011 ed obbligatorio dal 1 luglio 2011, anche per i trasporti nazionali.

La traduzione in questione, come specifica il Ministero, è quella elaborata dal Comitato Scientifico di Orange Project e curata da ARS Edizioni Informatiche s.r.l. e quindi soggetta a copyright.

Nella colonna di destra 'ADR 2011' trovate il link che riporta direttamente alla pubblicazione in questione.

fonte: ORANGE PROJECT

RID - l'Italia firma nuovi accordi multilaterali!


Il nostro Ministero ha comunicato, in data 28 Agosto 2011,  di aver sottoscritto i seguenti accordi multilaterali in tema di trasporto ferroviario (RID) di merci pericolose:
5/2011 - riguardante gli oli combustibili pesanti (UN 3077-UN3082) che potranno essere trasportati via treno in deroga ai capitoli 4.3, 6.8 e 7.4  del RID sino al 31/12/2012.
7/2011 - riguardante il problema importante delle cisterne ferroviarie e dei loro equipaggiamenti che potranno viaggiare via treno in deroga al capitolo 6.8.2.2.1 RID sino al 31/12/2011.
Ricordo che, sempre questo anno, il nostro paese aveva aderito all'accordo multilaterale 1/2011 che prevedeva di non assoggettare al regolamento RID gli articoli classificati UN 2990 (Mezzi di salvataggio autogonfiabili) e UN 3072 (Mezzi di salvataggio non autogonfiabili) a certe condizioni ritenute sufficienti per la sicurezza nelle normali condizioni di trasporto. 
Questo ultimo accordo ha validità 31/12/2012.

giovedì 8 settembre 2011

ADR: L'Italia firma due nuovi accordi multilaterali!

In data 05/08/2011 il Ministero Trasporti ha rilasciato l'informativa che riguarda l'adesione del nostro paese a due nuovi accordi multilaterali in materia di trasporto stradale di gas pericolosi:
il primo (M231) riguarda il trasporto di sostanze chimiche in recipienti sotto pressione (scadenza: 01/01/2013)  e il secondo (M237)  riguarda il trasporto di gas in bombole con approvazione US DOT (scadenza: 01/06/2016).
Di seguito forniamo i link per scaricare e leggere i documenti: M231, M237

IMDG code 35-2010


Abbiamo ricevuto notizia dall'editore ARS di Milano che è in uscita, alla fine di Settembre, il nuovo volume con la traduzione in lingua italiana del 35° emendamento dell'IMDG code.
Ricordo che il nuovo regolamento dovrà essere osservato OBBLIGATORIAMENTE dal 01/01/2012 e che la formazione per tutto il personale 'di terra' è TASSATIVA!
Prossimamente daremo qualche flash sulle principali novità in arrivo!
Di seguito sarà disponibile, per la prima volta tradotto in lingua italiana, anche la nuova edizione del 'supplemento' all' IMDG code 35-2010.

venerdì 6 maggio 2011

La Consulta conferma l'impianto normativo dell'art. 168 CdS

Come noto l'art. 168 del nuovo codice della strada si occupa del trasporto di merci pericolose, fissando tutta una serie di sanzioni a carico dei vari soggetti che si trovano ad eludere i precetti ivi contenuti.
Con la sentenza nr. 118/2011, depositata il 7 aprile 2011, la Corte Costituzionale ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 168, comma 10 del CdS, sollevata, in riferimento agli artt. 3, 23, 27 e 117, primo comma, della Costituzione, dal Giudice di pace di Verona nel corso di un procedimento giudiziario a carico di una ditta, nel dicembre del 2009.
Con questa sentenza viene quindi ribadita la costituzionalità dell’applicazione del comma 9 dell’articolo 167 del Codice della strada (come appunto previsto dal comma 10 dell’articolo 168) e quindi l’applicabilità delle sanzioni sia al conducente che al proprietario del veicolo, nonché al committente, quando si tratta di trasporto eseguito per suo conto esclusivo.
Fonte: Orange Project

RID: alcune deroghe...italiane!

Pubblicato il Decreto 3 gennaio 2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, relativo al trasporto ferroviario nazionale di materie pericolose della classe 2 (gas).
Con tale Decreto, (emesso in attuazione dell'articolo 10, comma 1, del DLgs 35/2010, che prevede, ai sensi della Direttiva 2008/68/CE, la possibilità di emanare norme concernenti disposizioni transitorie aggiuntive di interesse nazionale), si definiscono:
  • i criteri per il rilascio dell’autorizzazione alla circolazione in deroga dei vagoni cisterna costruiti anteriormente al 1 gennaio 1997;
  • i criteri per il rilascio dell’autorizzazione alla circolazione in deroga dei vagoni cisterna costruiti posteriormente al 1 gennaio 1997, ma non conformi alla Direttiva 2008/68/CE recepita con il DLgs 35/2010;
  • le modalità per l’estensione ad altri gas, in aggiunta a quelli già autorizzati sulla documentazione ufficiale dell’utilizzo, dell’utilizzo dei vagoni-cisterna.
Fonte: Orange Project

Nuovo accordo multilaterale per il trasporto ferroviario

L’Italia ha comunicato la propria adesione all’Accordo Multilaterale 01.2011, in conformità a quanto disposto dalla sezione 1.5.1 del RID.
Con tale Accordo si dispone che gli oggetti classificati UN 2990 – Mezzi di salvataggio autogonfiabili, ed UN 3072 – Mezzi di salvataggio non autogonfiabili, non sono soggetti al RID se:
  • Spediti in imballaggi esterni resistenti e di tipo rigido;
  • La massa massima del collo non superi 40 kg;
  • Non siano contenute materie pericolose diverse da gas di Classe 2, aventi codice di classificazione “1A” (gas compressi asfissianti) o “2A” (gas liquefatti asfissianti);
  • I gas siano contenuti in recipienti aventi capacità non superiore a 120 ml;
  • I gas presenti hanno la sola funzione di attivazione degli oggetti
L’Accordo sarà in vigore sino al 31 dicembre 2012

Fonte: Orange Project

lunedì 11 aprile 2011

Consulente ADR: news!

Novità in arrivo per i consulenti alla sicurezza dei trasporti di merci pericolose:
Con la Circolare n. 10898 DIV 3/E del 5 aprile 2011, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha modificato quanto previsto nella Circolare A/9 del 6 marzo 2000, relativa alla presentazione della relazione annuale da parte del Consulente al trasporto di merci pericolose.
In particolare viene previsto che il termine ultimo entro il quale il Consulente alla sicurezza per il trasporto di merci pericolose deve consegnare la relazione annuale riferita all’attività di trasporto di merci pericolose dell’impresa presso cui opera sia la fine di febbraio dell’anno successivo.
Finalmente viene aggiornata la norma 'assurda' che imponeva la consegna della relazione entro fine anno pur sapendo bene che nessun consulente riesce nell'impresa in quanto i dati dai clienti arrivano a gennaio (quando va bene!) complici anche le festività di fine anno.
Fonte: Orange Project

sabato 19 marzo 2011

Patente ADR svizzera: vale o non vale?

Da più parti giungono quesiti in merito alla validità nel nostro paese del CFP (patente ADR) rilasciato dall'Autorità svizzera.
La risposta corretta non può che essere rintracciata nel DM Trasporti 10/06/2004 (che modifica il vecchio DM Trasporti 15/05/1997) successivamente modificato dal DM Trasporti 12/10/2005 che cosi recita:
Art.4 comma 5-ter. Per la circolazione sul territorio italiano, su archi di rete stradale aventi origine, destinazione e sviluppo sullo stesso territorio italiano, sono riconosciuti i certificati di formazione professionale conseguiti presso Stati appartenenti all'Unione europea.
Art.4 comma 5-quater. Per la circolazione internazionale di transito sul territorio italiano o per la circolazione internazionale avente alternativamente per origine o destinazione il territorio italiano, sono accettati i certificati di formazione professionale conseguiti presso uno Stato aderente all'accordo internazionale ADR anche non appartenente alla Unione europea.
Nei casi non contemplati dalla presente norma vale la regola che il documento   deve essere CONVERTITO dal nostro Ministero secondo le regole espresse dalla Circolare 06/04/2005 - MOT 2, nr. 1243-2

venerdì 18 marzo 2011

Lista dei paesi aderenti all'Accordo ADR

In seguito alla recente adesione del Tajikistan, ripropongo la lista aggiornata dei 48 paesi che hanno sottoscritto l'accordo ADR (agg. 02/01/2012):

ALBANIA
ANDORRA
AUSTRIA
AZERBAIJAN
BELGIO
BIELORUSSIA
BOSNIA ERZEGOVINA
BULGARIA
CROAZIA
CIPRO
DANIMARCA
EIRE
ESTONIA
EX REPUBBLICA JUGOSLAVA DI MACEDONIA
FEDERAZIONE DI RUSSIA
FINLANDIA
FRANCIA
GERMANIA
GRECIA
ISLANDA 
ITALIA
KAZAKISTAN
LETTONIA
LIECHTENSTEIN
LITUANIA
LUSSEMBURGO
MALTA
MAROCCO
NORVEGIA
PAESI BASSI
POLONIA
PORTOGALLO
REGNO UNITO
REPUBBLICA CECA
ROMANIA
REPUBBLICA DI MOLDAVIA
REPUBBLICA DEL MONTENEGRO
SLOVACCHIA
SLOVENIA
SPAGNA
SVEZIA
SVIZZERA
TAJIKISTAN (*)
TUNISIA
TURCHIA
UCRAINA
UNGHERIA
YUGOSLAVIA

* ultimo paese in ordine di tempo a ratificare l’accordo (29/12/2011)

CFP autisti limitato? adesso è possibile!

Mi sono stati recapitati ultimamente molti quesiti sul tema: 
E' possibile ottenere un CFP (patente ADR) limitato e idoneo per il trasporto esclusivo dei prodotti petroliferi? 
La risposta è sicuramente SI! 
Il nostro Ministero dei Trasporti ha infatti di recente siglato (29/10/2010) l' Accordo multilaterale M202 con il quale, insieme a Francia, Belgio e Germania, si rende possibile limitare gli argomenti dei corsi di formazione e di aggiornamento e degli esami, ai fini dell’ottenimento del Certificato di Formazione Professionale (CFP), al trasporto in colli e in cisterna dei numeri ONU 1202, 1203, 1223, 1268, 1863 o 3475. 
La firma di questo Accordo ha anticipato di poco quanto già stabilito nel nuovo ADR 2011 che al capitolo 8.2 prevede per l'appunto la possibilità di ottenere CFP limitati per il trasporto di singoli gruppi di sostanze (es. prodotti petroliferi) o di  una o piu' classi determinate.

Fonte: Orange Project

Materie corrosive: cambiano i criteri di classificazione.

La sperimentazione su animali costituisce da sempre un enorme problema all'attenzione di noi tutti.
In tema di trasporto merci pericolose il problema si presenta, ad esempio, per i criteri di classificazione delle merci pericolose con pericolo di corrosività (classe 8) cioè quelle materie (e gli oggetti contenenti tali materie) che, per la loro azione chimica, attaccano i tessuti epiteliali della pelle e delle mucose o che, in caso di dispersione, possono causare danni ad altre merci o ai mezzi di trasporto.
Con l’edizione 2011 di ADR/RID/ADN, in linea con quanto già previsto nella 16^ edizione (2009) delle Raccomandazioni ONU, vengono finalmente introdotti nuovi criteri per la classificazione delle materie corrosive e per l’assegnazione del gruppo di imballaggio che non prevedono piu' la sperimentazione su animali ma la sperimentazione in vitro su colture cellulari (linee guida OCSE/OECD).
Un bel passo avanti!!!
Gli stessi criteri di classificazione sono in corso di revisione, al fine di armonizzarli con i criteri di classificazione contenuti nel GHS (e nel regolamento CLP), in particolare per quanto riguarda le materie che siano capaci di provocare lesioni dei tessuti oculari o un grave deterioramento della vista.

Fonte: Orange Project

giovedì 17 marzo 2011

DM TRASPORTI 29/12/2010 - le regole per l'esame a DGSA

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 53 del 5 marzo 2001 è stato pubblicato il Decreto 29 Dicembre 2010 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. 

Con tale decreto, in attuazione dell’articolo 11 del D.Lgs 35/2010, sono dettate le disposizioni applicative relative agli esami dei consulenti per il trasporto di merci pericolose, ai sensi del capitolo 1.8 dell'ADR, del RID e dell'ADN.

Per consultare il Decreto cliccare qui
Fonte: Orange Project

L'Islanda aderisce all'ADR



Il Segretario generale dell'ONU ha dato notizia dell'adesione, a partire dal 24/03/2011, dell'Islanda all'Accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su strada (ADR).
L'Islanda diventa cosi il 47° paese ad adottare il suddetto regolamento.

lunedì 28 febbraio 2011

Accordo multilaterale M222

L’Italia ha trasmesso la propria adesione all’Accordo Multilaterale M222, con il quale sono riconosciute talune agevolazioni nel trasporto di rifiuti pericolosi secondo l’ADR, e dal quale sono esclusi i rifiuti appartenenti alle classi 1, 6.2 e 7
In particolare con tale Accordo sono previste deroghe in materia di:
- Classificazione, con l’estensione della possibilità di fare ricorso alla classificazione semplificata ad altre materie, oltre a quelle già previste dall’ADR;
- Imballaggio, ammettendo la possibilità di far uso di imballaggi scaduti, o deformati o comunque non conformi alle norme della sezione 4.1.1;
- Trasporto alla rinfusa per gli Aerosol (UN1950) e per i rifiuti solidi contenenti liquidi infiammabili (UN3175)


Per il link all'Accordo cliccare qui.
Fonte: Orange Project

Accordo multilaterale M220

L’Italia ha trasmesso la propria adesione all'Accordo Multilaterale M220.
Oggetto di tale Accordo è la regolamentazione del trasporto in recipienti di soccorso a pressione di recipienti a pressione:
  •  che siano danneggiati, difettosi o non conformi;
  •  contenenti materie della classe 2 e della classe 8
In tal caso i recipienti di soccorso adoperati non dovranno essere conformi alle disposizioni del capitolo 6.2 e della sezione 4.1.3.6, ma dovranno quantunque rispettare specifiche disposizioni tra le quali:
  • L’accordo è applicabile solo ai recipienti di soccorso a pressione:

        TG168  fabbricato da Sigri Elektographit Gmbh nel 1998;
        09-5227  fabbricato da Kramer Gmbh nel 2005;
  • I recipienti a pressione, da trasportare, devono essere in lega metallica;
  • Più recipienti a pressione possono essere contenuti nel medesimo recipiente di soccorso;
  • Devono essere prese misure appropriate per evitare movimenti eccessivi dei recipienti a pressione contenuti, facendo ricorso ad esempio, se il caso, a materiale di imbottitura;
  • Devono essere disponibili, nell’unità di trasporto, le istruzioni operative per l’utilizzo dei recipienti di soccorso.
Per il link cliccare qui.
Fonte: Orange Project 

L'Italia recepisce il nuovo ADR 2011!

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 17 febbraio 2011 è stato pubblicato il Decreto 03 Gennaio 2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con il quale si recepisce la direttiva 2010/61/UE relativa al trasporto interno di merci pericolose.
Si tratta dell’atteso decreto con il quale viene stabilito che, anche per i trasporti nazionali stradali e ferroviari di merci pericolose, dal 1 gennaio 2011 (ma con effettiva entrata in vigore dal  1 luglio 2011) si dovranno applicare le edizioni 2011 dell’ADR e del RID.