img di fondo

img di fondo

venerdì 1 gennaio 2010

A mezzanotte....


All'alba del nuovo anno voglio fare alcune considerazioni che riguardano da vicino il nostro mondo....quello del trasporto di merci pericolose interrompendo così il mio silenzio per le festività.

Allo scoccare della mezzanotte sono entrate in vigore alcune nuove norme riguardanti:
  • le gallerie stradali (il nostro Ministero non ha ancora classificato le gallerie in base alla nuova normativa internazionale introdotta con l'ADR 2007!!);
  • i dispositivi ABS e di limitazione della velocità obbligatori per tutti i mezzi con omologazione ADR (FL-OX-AT-EXII-EXIII). Da più parti è stato chiesto un intervento ministeriale con il quale prorogare l'entrata in vigore di queste disposizioni ma a tutt'oggi nulla è stato fatto. Alcuni paesi (non il nostro!) hanno firmato un accordo multilaterale che entra nel merito concedendo ancora un anno di tempo alle imprese di trasporto per mettersi in regola con tali dispositivi;
Da quanto sopra esposto si evince che il nostro paese ancora una volta si fa cogliere impreparato ad applicare norme internazionali da tempo conosciute.

A questo quadro voglio aggiungere l'imbarazzante situazione di stallo che determina la mancata emanazione di un D.Lgs che da tempo invece (01/07/2009) dovrebbe aver recepito nel nostro ordinamento il complesso di disposizioni di ADR/RID 2009! (...e forse ADN!).

L'atto dopo il parere delle competenti Commissioni parlamentari giace chissà dove (Consiglio dei Ministri...) in attesa del varo definitivo avendo oramai accumulato ben sei mesi di ritardo rispetto al termine prefissato.

In merito al RID poi, dopo la triste vicenda di Viareggio, si fa un gran parlare di inasprire le norme internazionali che attualmente regolano il trasporto ferroviario di merci pericolose e poi non riusciamo a recepire neanche quelle (buone) già esistenti!

Ora, un augurio per l'anno nuovo:
che al più presto trovino soluzione le questioni di cui sopra sperando di non dover ritornare sull'argomento.

Ricordando anche che sempre oggi entra in vigore il 34 emendamento (2008) dell'IMDG code, punto di riferimento per l'applicazione della normativa che regola il trasporto internazionale (e nazionale) di merci pericolose via mare che prevede la formazione obbligatoria a tutto il personale "costiero" i cui contenuti sono definiti per l'Italia dalla circolare nr. 3/2009 del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, colgo l'occasione per augurare a tutti ancora

BUON 2010!

Nessun commento: