img di fondo

img di fondo

lunedì 29 settembre 2008

Fiera di Modena: 8-9 Ottobre 2008


Queste sono le informazioni per arrivare alla fiera di Modena e partecipare al convegno ADR il giorno 08/10/2008:
In auto:
uscita al casello Modena Nord dell’autostrada del Sole, all’incrocio con l’autostrada del Brennero. Il quartiere fieristico è raggiungibile anche dalle tangenziali Nord e Sud di Modena.
In aereo:
il polo dista solo 20 minuti in auto dall’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna (dal quale è attivo anche il servizio navetta per Modena tutti i giorni dalle 6.15 alle 21.40; dalla Stazione delle Corriere di Modena all’aeroporto tutti i giorni dalle 5.15 alle 20.15), 45 minuti dall’aeroporto Catullo di Verona e un’ora e 15 minuti dall’aeroporto di Milano Linate.
In treno:
la stazione ferroviaria di Modena è collegata con le principali città italiane. Dalla stazione si può prendere l’autobus n. 9, che conduce direttamente al polo fieristico.
In autobus:
il quartiere fieristico è raggiungibile con l’autobus n. 9 della linea di trasporto urbana (fermata Fiera).

Trasporto Europa: secondo incontro a Milano sull'ADR 2009

A breve sarà possibile prenotarsi per il secondo incontro organizzato da Trasporto Europa e Polimerica sulle novità in arrivo con l'ADR 2009.

Il seminario avrà luogo a Milano il 31/10/2008.

Nei prossimi giorni il link e i dettagli dell'incontro.

venerdì 19 settembre 2008

e l'ADR??


Ma la legge non è uguale per tutti??
Di recente due episodi citati nelle cronache hanno catturato la mia attenzione:

CHIASSO
Fermato in dogana un autocarro con 6800 Kg di merce pericolosa che perdeva liquido corrosivo.
Il controllo effettuato ha portato alla luce una serie di preoccupanti infrazioni delle normative per il trasporto di merci pericolose su strada (ADR).
L’autista è risultato inoltre privo della necessaria patente ADR e il veicolo non era adibito a tali trasporti.
(tratto da:
Tio.ch - 11/09/2008)

MONTECATINI
Gli uomini della polizia stradale di Montecatini, in servizio sull’autostrada Fi-Mare, hanno fermato un furgone per un normale controllo e a bordo hanno trovato tra le altre cose, 10mila cartucce da caccia, che viaggiavano su un mezzo che non aveva le regolari autorizzazioni previste per la merce pericolosa.
(tratto da:
la Nazione - 01/09/2008)
Considerazioni:
....è meglio non farne!!

Buon week-end a tutti.

giovedì 18 settembre 2008

Lo stato delle gallerie stradali in Europa e l'ADR


Nei giorni scorsi, in rete, ho scoperto questo articolo (che riproduco integralmente di seguito) il quale riferisce di uno studio effettuato, con la collaborazione di ACI, sullo stato delle gallerie stradali Europee (quindi prendendo in considerazione anche quelle Italiane).

La rivista on-line che ha pubblicato l’articolo è “europa-camion.it”.

“Nessuna galleria stradale italiana figura tra le piu' sicure a livello europeo.
A Bruxelles sono stati assegnati gli ''Award'' per i tunnel meglio classificati nei tre anni di test e i riconoscimenti sono andati alle gallerie di Ottsdorf (Austria), Markusberg (Lussemburgo), M-12 Tunnel (Spagna) e Brinje (Croazia).
Secondo quanto emerge dal bilancio dei tre anni di attivita' di EuroTap (European Tunnel Assessment Programme), il programma di studio sulla sicurezza in galleria - al quale collabora l'Aci con altri 11 Club europei - che ha preso in esame finora 152 tunnel stradali del Vecchio Continente, una galleria su cinque in Europa e' insicura e in Italia undici tunnel (su 17 testati tra il 2005 e il 2007) offrono agli automobilisti standard di sicurezza non adeguati.
A livello europeo, le gallerie presentano analoghe criticita' sotto il profilo della sicurezza: uscite di emergenza e vie di fuga non adeguate (32% dei casi); protezione antincendio insufficiente (28%); monitoraggio del traffico inefficiente (28%).
L'Italia non presenta uno scenario migliore di quello europeo.
Nel 2005 solamente due tunnel sono stati valutati con ''buono'': il Monte Barro sulla SS36 Milano-Passo dello Spluga, e il Piedicastello sulla A22 Modena-Brennero.
Nel 2006, voto di sufficienza solo per il tunnel dell'Appia Antica sul GRA di Roma.
Un altro ''buono'' nel 2007 per il Tunnel del Frejus sulla A32 tra Torino e la Francia, e due valutazioni ''sufficiente'' per la galleria Colle Giardino lungo la SS4 Salaria tra Roma ed Ascoli Piceno, e il Gran San Bernardo sulla E27 tra Svizzera e Italia.
L'Automobile Club d'Italia sollecita da anni un adeguamento delle gallerie stradali - viene detto in una nota - e progetta per il 2008 una campagna di sensibilizzazione degli automobilisti sul corretto comportamento durante la guida nei tunnel. “

Vi propongo di dare un’occhiata anche a questa
tabella (fonte: ACI).

Ora, evitando di entrare nel merito delle enormi problematiche legate a questo argomento (ad esempio:la sicurezza), voglio solo ricordare che il 1/01/2010 entrano in vigore le nuove norme internazionali che riguardano il transito di merci pericolose attraverso i tunnels stradali previste dal vigente ADR 2007.

Come è possibile conciliare lo scenario dipinto nell’articolo con il fatto che tutte le gallerie dovranno essere catalogate, certificate ed avere determinati requisiti in termini di sicurezza in modo tale da consentire il passaggio di sostanze pericolose?

E il nostro Ministero dei Trasporti, Autorità competente in materia, cosa dice??

martedì 16 settembre 2008

Disegno di Legge nr. 558


Un aggiornamento sullo stato dei lavori relativo al disegno di legge sull’ordinamento del trasporto delle merci pericolose.

Come già segnalato a suo tempo, giace al Senato dal 15/05/2008 un Disegno di legge (iniziativa del Sen. Costa - PdL) che contiene la delega al Governo per la produzione di strumenti normativi adeguati che raggiungano i seguenti obiettivi:

art. 1 del Disegno di legge:

Obiettivi della presente legge sono:
a) avviare un approccio coordinato al problema della sicurezza del trasporto delle merci pericolose, mediante l’avvio di un progetto finalizzato di carattere interministeriale con il coinvolgimento delle competenti Amministrazioni dello Stato;
b) adottare misure idonee a favorire il passaggio del trasporto delle merci pericolose dalla modalità stradale a modalità alternative nell’intento di accrescere i livelli di sicurezza ambientale;
c) potenziare, anche con misure immediate e straordinarie, i controlli di sicurezza e le capacità di intervento nei riguardi dei mezzi di trasporto, della cognizione dei carichi trasportati, delle responsabilità e delle capacità del personale, con particolare attenzione ai conducenti extracomunitari, al coordinamento ed alla risposta tempestiva delle strutture chiamate ad intervenire in caso di emergenza;
d) introdurre opportuni sistemi di monitoraggio del settore con riferimento alle quantità delle merci pericolose in circolazione, alla informazione sulle tipologie delle suddette merci, alla conoscenza delle direttrici dei flussi di origine e destinazione;
e) realizzare il coordinamento delle disposizioni vigenti nel settore, armonizzandole con i regimi previsti dall’Unione Europea e prestando la massima attenzione alla disciplina della circolazione delle merci pericolose.

Il disegno in questione è attualmente fermo, in sede referente, alla
8ª Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni) dal 17 giugno 2008.
Si attende “pazientemente” il seguito dell’iter parlamentare che dovrebbe (il condizionale è d'obbligo!) portare alla sua approvazione.

Nessuno può dire quanto tempo passerà ancora!!!

ADR: arriva la Tunisia!


La Tunisia è il 44° paese aderente all'Accordo internazionale sul trasporto stradale di merci pericolose.
L'ADR entrerà in vigore nel paese dal 03/10/2008.
leggi il documento ufficiale ONU.

sabato 13 settembre 2008

Seminario ADR 2009


Come annunciato già da tempo il 27/09/2008 a Milano, TRASPORTO EUROPA organizza un seminario sul nuovo ADR 2009 dove verranno esaminate le principali novità del regolamento che entrerà in vigore, come noto, il 01/01/2009.

L'incontro è destinato principalmente ai Consulenti per la sicurezza dei trasporti, ai Responsabili degli uffici spedizioni, ai Logistics Manager di aziende di trasporto o distributrici/produttrici di merci pericolose e a tutti coloro che ricoprono posizioni di responsabilità nella gestione in azienda di merci pericolose e delle loro spedizioni, nonché agli autotrasportatori ed agli autisti già muniti di CFP-ADR.

Il programma si snoderà attraverso i seguenti temi:
  • Nuove disposizioni per il trasporto di merci pericolose in esenzione per "quantità limitate",

  • Classificazione degli inquinanti ambientali e nuove marcature,

  • Nuove disposizioni in tema di esenzioni: le "Excepted Quantities",

  • Nuovi numeri UN inseriti nella tabella "A" del Manuale ADR,

  • Nuove disposizioni relative al pannello arancio e alle etichette di pericolo sul mezzo,

  • Nuove disposizioni relative al DDT (documento di trasporto),

  • Le nuove istruzioni di sicurezza (Trem Cards),

  • La nuova borsa ADR,

  • La nuova gestione delle batterie al litio,

  • Ibc: nuova etichettatura,

  • Il nuovo paragrafo 8.3.4 del Manuale ADR,

  • Novità sulle disposizioni per la sorveglianza dei veicoli,

  • Il trasporto intermodale e le implicazioni del nuovo IMDG-code,

  • Uno sguardo alla nuova Direttiva quadro sul trasporto di merci pericolose approvata dal UE,

Per ulteriori informazioni seguite questo link