img di fondo

img di fondo

martedì 4 marzo 2008

Molfetta: un'altra strage sul lavoro!!


Cinque morti per le esalazioni di acido solforico all'interno di un container cisterna.

Non possiamo stamane non parlare, purtroppo, dell'ennesima strage che va ad alimentare il già corposo elenco delle morti "bianche", anche perchè riguarda da vicino il mondo ADR.

A Molfetta (Bari), ieri pomeriggio, all'interno di un'azienda specializzata nella bonifica delle cisterne, un tank container agganciato ad un semirimorchio è stato lo scenario di un gravissimo incidente sul lavoro.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco, alcuni operai stavano lavorando alla manutenzione di un'autocisterna adibita al trasporto di zolfo in polvere. In particolare, dovevano procedere al lavaggio della cisterna. Quando il primo operaio, ha accusato un malore all'interno del serbatoio, per soccorrerlo è intervenuto il titolare della ditta. A causa delle esalazioni, però, questi non è riuscito ad aiutare il suo collega e a questo punto sono intervenuti l'autista di un camion di un'altra ditta che opera nella zona industriale e altri due operai che sono rimasti a loro volta colpiti. La strage si è compiuta in pochi minuti!

Questo gravissimo incidente riaccende i riflettori sulle morti bianche!

Una piaga nel nostro Paese, dove si verificano un milione di incidenti l'anno. Con il risultato allarmante di più di mille vittime, un lavoratore ucciso ogni 7 ore. Gli ultimi dati certificati dell'Inail sono ancora quelli riferiti al 2006: parlano di 928 mila incidenti e di 1.341 decessi.

Dalle pagine di Corriere.it riportiamo il seguente commento:

«C’è una correlazione fra infortuni e diffusione del lavoro irregolare, e in Italia il tasso di lavoro irregolare è più alto. E c’è anche una sorta di correlazione "inversa", che lega frequenza degli infortuni e tasso di effettività dell’applicazione della legge in generale. In Paesi con livelli di cultura civica più alti la frequenza di infortuni cala».
Secondo Pietro Ichino, giuslavorista e candidato del Pd, è proprio questo il problema: «In Italia la cultura delle regole è poco radicata. Anche dove il lavoro è "regolare" le leggi si applicano "un po’ meno" che altrove».

Nel frattempo sull'incidente è stato aperto un fascicolo da parte della procura di Trani - competente per territorio - con l'ipotesi di reato di omicidio colposo plurimo, e sono state disposte le autopsie sui corpi di tutte le vittime.
immagine: www.magazine.excite.it


Nessun commento: