img di fondo

img di fondo

lunedì 31 marzo 2008

Un nuovo portale..

A tutti i lettori di questo blog una sorpresa:
E' on-line da questo momento il mio nuovo portale dedicato al trasporto di merci pericolose il cui nome è: ADR E DINTORNI..
Spero che vi piaccia e che sia utile, anche se per il momento è completo ed aperto solo in alcune sezioni..
Non ho ancora deciso, intanto, le sorti di questo blog che comunque per il momento rimane aperto.

mercoledì 12 marzo 2008

L'Italia firma i nuovi Accordi multilaterali ADR


In data 12 Febbraio 2008, il nostro Ministero dei Trasporti ha sottoscritto quattro nuovi Accordi multilaterali in tema ADR ai sensi del capitolo 1.5.1 del Manuale ADR 2007.

Dalla circolare Ministeriale Prot. 22776 del 11/03/2008 emessa dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti:

"Si informano codesti Uffici che l’Italia ha sottoscritto gli Accordi Multilaterali M182, M184, M186 e M189.

...omissis...

La deroga introdotta dall’M182 è volta a consentire il trasporto in IBC delle soluzioni di nitrocellulosa infiammabile UN 2059 dei gruppi di imballaggio II e III.
La validità dell’Accordo è prevista fino al 12.06.2011.

La deroga introdotta dall’M184 riguarda il punto 7.5.5.3 ed in particolare l’elevazione a 20.000 kg del limite di quantità per unità di trasporto previsto per i perossidi organici Classe 5.2 e le sostanze autoreattive Classe 4.1.
La validità dell’Accordo è prevista fino al 1.01.2009.

La deroga introdotta dall’M186 è volta ad estendere l’applicazione a parità di condizioni di imballaggio, della disposizione speciale PP1 già applicabile a UN 1133 (adesivi), UN 1210 (inchiostri da stampa), UN 1263 (pitture) e UN 1866 (resine in soluzione) della Classe 3 “liquidi infiammabili” (Gr. imball. II e III), anche alle stesse categorie di materie non infiammabili ricomprese nella Classe 9 UN 3082 (sostanze liquide pericolose per l’ambiente, n.a.s).
La validità dell’Accordo è prevista fino al 1.01.2009.

La deroga introdotta dall’M189 è volta a rimuovere l’obbligo, sancito alla sottosezione 5.3.2.1.5 dell’ADR, di affissione anche su veicoli chiusi o telonati dei pannelli arancione numerati usati per le cisterne fino a 3000 litri quando non sono visibili dall’esterno dei veicoli. Ciò è giustificato dalla rimozione degli ostacoli per i trasporti intermodali in quanto diversamente trattati da altri Regolamenti modali (IMDG ecc). Inoltre i messaggi forniti dai pannelli replicati all’esterno potrebbero indurre in errore le squadre di soccorso eventualmente intervenute in caso di incidente. Si segnala che l’edizione 2009 dell’ADR non conterrà più l’obbligo sancito dal punto 5.3.2.1.5.; anche per questo la validità dell’Accordo è prevista fino al 31.12.2008.

Ovviamente la validità dei medesimi Accordi è limitata ai territori dei Paesi che hanno sottoscritto gli stessi.

E’ opportuno segnalare a codesti Uffici che i trasporti che verranno effettuati in applicazione degli Accordi Multilaterali di cui sopra, dovranno essere corredati del documento di trasporto contenente la specifica dizione sotto indicata, nella quale XXX corrisponde rispettivamente a M182, M184, M186 oppure M189:

“Carriage agreed under the terms of multilateral agreement M XXX”"


Fonte: Ministero dei Trasporti

venerdì 7 marzo 2008

Testo unico sulla sicurezza del lavoro


TESTO UNICO SULLA SICUREZZA SUL LAVORO: IL GOVERNO DA IL VIA.

In seguito ai fatti accaduti a Molfetta, il Governo rapidamente ha approvato il pacchetto “sicurezza sul lavoro”. Si tratta di un D.Lgs. che attua la delega conferita al Governo stesso dalla Legge 123/2007.

Il provvedimento, che consta di oltre 300 articoli, ridisegna la materia della salute e sicurezza sul lavoro e va a sostituire il famoso D.Lgs. 626/1994.
Ora, dopo la firma dell’Esecutivo, il testo deve passare alle commissioni parlamentari e dopo alla Conferenza Stato-Regioni per poi tornare in Consiglio dei Ministri per l’approvazione definitiva.

Queste nuove norme interessano tutte le imprese e tutti i lavoratori, quindi anche il mondo delle merci pericolose.

I titoli principali riguardano:luoghi di lavoro, attrezzature, DPI, segnaletica, movimentazione carichi, sostanze pericolose, atmosfere esplosive, ecc..

Le novità più interessanti riguardano:

- la revisione del sistema delle sanzioni a carico del Datore di lavoro con un duro inasprimento di tutte le pene,
- l’istituzione del libretto sanitario e di rischio personale del lavoratore,
- un maggior impegno nei controlli (leggi: prevenzione!!)

Proteste da parte di Confindustria!

Una certezza:

senza sensibilità per i temi della sicurezza, senza la formazione, senza la prevenzione e con scarsi controlli, in altre parole senza un cambio di mentalità, poco potrà fare questo nuovo pacchetto di norme e purtroppo altri lutti verranno!!

Per maggiori informazioni leggete
l’articolo.

martedì 4 marzo 2008

Molfetta: un'altra strage sul lavoro!!


Cinque morti per le esalazioni di acido solforico all'interno di un container cisterna.

Non possiamo stamane non parlare, purtroppo, dell'ennesima strage che va ad alimentare il già corposo elenco delle morti "bianche", anche perchè riguarda da vicino il mondo ADR.

A Molfetta (Bari), ieri pomeriggio, all'interno di un'azienda specializzata nella bonifica delle cisterne, un tank container agganciato ad un semirimorchio è stato lo scenario di un gravissimo incidente sul lavoro.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco, alcuni operai stavano lavorando alla manutenzione di un'autocisterna adibita al trasporto di zolfo in polvere. In particolare, dovevano procedere al lavaggio della cisterna. Quando il primo operaio, ha accusato un malore all'interno del serbatoio, per soccorrerlo è intervenuto il titolare della ditta. A causa delle esalazioni, però, questi non è riuscito ad aiutare il suo collega e a questo punto sono intervenuti l'autista di un camion di un'altra ditta che opera nella zona industriale e altri due operai che sono rimasti a loro volta colpiti. La strage si è compiuta in pochi minuti!

Questo gravissimo incidente riaccende i riflettori sulle morti bianche!

Una piaga nel nostro Paese, dove si verificano un milione di incidenti l'anno. Con il risultato allarmante di più di mille vittime, un lavoratore ucciso ogni 7 ore. Gli ultimi dati certificati dell'Inail sono ancora quelli riferiti al 2006: parlano di 928 mila incidenti e di 1.341 decessi.

Dalle pagine di Corriere.it riportiamo il seguente commento:

«C’è una correlazione fra infortuni e diffusione del lavoro irregolare, e in Italia il tasso di lavoro irregolare è più alto. E c’è anche una sorta di correlazione "inversa", che lega frequenza degli infortuni e tasso di effettività dell’applicazione della legge in generale. In Paesi con livelli di cultura civica più alti la frequenza di infortuni cala».
Secondo Pietro Ichino, giuslavorista e candidato del Pd, è proprio questo il problema: «In Italia la cultura delle regole è poco radicata. Anche dove il lavoro è "regolare" le leggi si applicano "un po’ meno" che altrove».

Nel frattempo sull'incidente è stato aperto un fascicolo da parte della procura di Trani - competente per territorio - con l'ipotesi di reato di omicidio colposo plurimo, e sono state disposte le autopsie sui corpi di tutte le vittime.
immagine: www.magazine.excite.it


lunedì 3 marzo 2008

ADR e responsabilità


Se volete un'approfondimento in tema di responsabilità e ADR, leggete questo articolo pubblicato da TRASPORTOEUROPA.IT che esamina in dettaglio un paio di sentenze che hanno fatto la storia della giurisprudenza in materia.....