img di fondo

img di fondo

mercoledì 20 febbraio 2008

Merci pericolose & aerei


Direttamente dal blog di Merci pericolose, un interessante post pubblicato oggi dall'Ing. Benassai che sottopongo alla vostra attenzione:

"Qualche giorno fa, nell’aeroporto di Dubai, è esplosa una bombola in lega di alluminio contenente cloruro di etile.
Si ipotizza che una possibile causa dell’incidente sia la incompatibilità del cloruro di etile con l’alluminio, incompatibilità del resto ben evidenziata dalla disposizione speciale per UN 1037 CLORURO DI ETILE contenuta nell’istruzione di imballaggio P200 e che specifica che “non sono autorizzati i recipienti a pressione in lega di alluminio”.
Il problema è che la bombola conteneva una miscela con oltre il 99% di cloruro di etile, ma era stata classificata come UN 3161 GAS LIQUEFATTO INFIAMMABILE, N.A.S., rubrica alla quale la disposizione speciale di cui sopra non è assegnata.
E’ quindi evidente come sia importante il rispetto di due disposizioni che, data la loro portata generale, si tende talvolta a trascurare:
1) Le parti degli imballaggi che si trovano direttamente in contatto con le merci pericolose non devono essere alterate o indebolite da queste né causare un effetto pericoloso.
2) Nel classificare una merce si deve sempre scegliere la rubrica più specifica corrispondente alle proprietà della merce".

fonte: "Il blog di Merci pericolose"

Nessun commento: