img di fondo

img di fondo

mercoledì 12 dicembre 2007

Camionisti precettati..ma i blocchi restano!


Continuiamo a seguire le vicende dello sciopero degli autotrasportatori, arrivato oggi al suo terzo giorno con evidenti gravi conseguenze per tutto il paese....

Strade bloccate e rifornimenti fermi (carburante, generi alimentari e materie prime per l'industria..), una situazione che tende a peggiorare sempre più con il passare delle ore e che sta portando alla "paralisi" il paese.
Fonti autorevoli parlano di un'adesione che arriverebbe al 90%!!
Dopo il fallimento della riunione di ieri a Roma, gli autotrasportatori vanno avanti per la loro strada e nonostante la precettazione da parte del Ministro Bianchi, i blocchi lungo le strade rimangono.

"Continua la protesta in tutta Italia - assicura Maurizio Longo presidente di Cna-Fita - andiamo avanti fino a venerdì".
La situazione potrebbe cambiare, spiega Longo, solo "con un accordo concreto con il governo".
Il segretario generale della Conftrasporto Pasquale Russo conferma: "La situazione è immutata, la precettazione è un atto illegittimo che non ha senso".

Il Premier Prodi: "protesta inammissibile!!"

A seguito della precettazione, il Ministero ha comunicato che le sanzioni per il mancato rispetto dell'ordinanza si traducono in 500 euro al giorno a carico dei singoli imprenditori e di 25mila euro al giorno per le associazioni.
Inoltre, le imprese rischiano sanzione disciplinare per violazione del codice di autoregolamentazione consistente nella sospensione dall'iscrizione all'Albo fino a sei mesi e, in caso di reiterazione, la revoca dell'iscrizione.
Per ultimo, nel caso di violenze o blocchi agli accessi di porti o autostrade, il ministero ricorda che è prevista la reclusione fino a quattro anni e arresto facoltativo.

Intanto, il blocco dei tir ha causato finora un danno economico di 300 milioni di euro:
le stime sono di Confetra, la Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica.
Un danno, si legge nella nota, "subito dalla maggioranza del settore che patisce il fermo senza averlo proclamato e senza condividerlo".

Per ulteriori informazioni, TrasportoEuropa.it, segue in tempo reale l'evolversi della situazione..

immagine: Repubblica.it


Nessun commento: