img di fondo

img di fondo

giovedì 20 dicembre 2007

Auguri!




A tutti i lettori....



BUON NATALE


E


UN SERENO 2008

Reach compie un anno!




"Il 30 dicembre il Regolamento n. 1907/2006 (REACH) compirà un anno dalla pubblicazione e, nonostante un inspiegabile ostracismo alla divulgazione di informazioni a mezzo dei “massmedia”, si assume che il testo legislativo sia oramai patrimonio di tutti i soggetti della “supply-chain”: fabbricanti, importatori, utilizzatori a valle (formulatori, professionisti, re-brander,ecc.), distributori, rivenditori al dettaglio, consumatori.
Taluni soggetti rappresentano gli “attori” principali, quali fabbricanti importatori e utilizzatori a valle, che dovranno sostenere gli oneri economici più o meno importanti a fronte di precisi obblighi previsti dal regolamento mentre altri soggetti saranno prevalentemente “spettatori”, quali distributori rivenditori e consumatori, che avranno però la possibilità di far valere i propri diritti così come previsto in REACH......"

(continua a leggere l'articolo qui..)



giovedì 13 dicembre 2007

Tir: ..stop al fermo!


"Alla fine ha vinto il confronto. Abbiamo riportato il paese alla normalità senza cedere alle provocazioni..."
Questo, il commento del Premier Prodi ieri in serata alla notizia della sospensione del fermo da parte degli autotrasportatori.

Termina così dopo tre giorni la protesta degli autotrasportatori che ieri, in serata, hanno valutato positivamente le proposte fatte dal Governo in quanto tese a soddisfare le diverse richieste oggetto della vertenza.

Lungo le strade italiane i tir in serata hanno cominciato a togliere i blocchi iniziati domenica notte, anche se non tutti smobilitano. I disagi per i cittadini, comunque, continueranno: per tornare alla normalità e ad un servizio efficiente ci vorranno non meno di 48 ore per quanto riguarda benzina e gasolio e una settimana, secondo la Coldiretti, per la distribuzione dei generi alimentari .



Contestazioni e rabbia tra i "padroncini" , che si sentono traditi dalle organizzazioni sindacali!

Il contratto obbligatorio scritto, le tariffe minime, l'osservatorio sui costi, la strategia dei controlli e gli interventi sul gasolio, sono alcune delle "promesse" fatte dal Governo.

E' previsto anche un emendamento nella Finanziaria attualmente al vaglio del Parlamento, che stanzia in particolare 30 milioni di fondi per il 2008 per il rimborso pedaggi 2007. A questi si aggiungono altri 20 milioni nel 2009 e 20 milioni nel 2010 per finanziare il fondo di riforma dell'autotrasporto.


Distributori ancora chiusi e scaffali vuoti nei supermercati. Danni milionari per le aziende. E soprattutto la minaccia di rincari sotto le feste Natalizie.

Queste sono le conseguenze dirette del fermo appena terminato.

immagine: Online-news.it

mercoledì 12 dicembre 2007

il fermo ..continua!


Si è concluso poco fa l'incontro con le associazioni sindacali degli autotrasportatori a Palazzo Chigi.
Durante l'incontro il Governo ha consegnato un documento che gli autotrasportatori si sono riservati di valutare....
Il responsabile nazionale Cna-Fita Maurizio Longo ha annunciato che i blocchi rimangono!
Le associazioni si riuniscono ora separatamente per valutare le proposte del Governo confermando che entro domattina una decisione verrà presa.
I disagi...continuano!

Leggi su TrasportoEuropa.it le richieste degli autotrasportatori e i perchè del blocco.
immagine: Quotidiano.net

Riparte il dialogo!


Alle 14.30 il Ministro A.Bianchi ha riconvocato attorno ad un tavolo le associazioni interessate per cercare di venir fuori da una situazione che diventa, con il passare delle ore, sempre più...insostenibile!

Nel contempo la Procura Romana, ha aperto un'inchiesta sui blocchi:
il reato ipotizzato è interruzione di pubblico servizio per i disagi provocati a Roma Sud.

Per il reato in questione, la legge prevede pene fino ad un'anno di reclusione per i partecipanti e da uno a cinque anni per i promotori ed organizzatori.




immagine: Corriere.it


Muro contro muro


Si apprende dal Ministero dei Trasporti che l'intenzione del Governo è quella di convocare le parti interessate solo se verranno immediatamente rimossi tutti i blocchi stradali.

Il Ministro Bianchi: "i blocchi sono illegali e vanno rimossi!".

Lo sciopero continua....e il carburante è terminato! Benzinai chiusi.

immagine: Kataweb.it

Camionisti precettati..ma i blocchi restano!


Continuiamo a seguire le vicende dello sciopero degli autotrasportatori, arrivato oggi al suo terzo giorno con evidenti gravi conseguenze per tutto il paese....

Strade bloccate e rifornimenti fermi (carburante, generi alimentari e materie prime per l'industria..), una situazione che tende a peggiorare sempre più con il passare delle ore e che sta portando alla "paralisi" il paese.
Fonti autorevoli parlano di un'adesione che arriverebbe al 90%!!
Dopo il fallimento della riunione di ieri a Roma, gli autotrasportatori vanno avanti per la loro strada e nonostante la precettazione da parte del Ministro Bianchi, i blocchi lungo le strade rimangono.

"Continua la protesta in tutta Italia - assicura Maurizio Longo presidente di Cna-Fita - andiamo avanti fino a venerdì".
La situazione potrebbe cambiare, spiega Longo, solo "con un accordo concreto con il governo".
Il segretario generale della Conftrasporto Pasquale Russo conferma: "La situazione è immutata, la precettazione è un atto illegittimo che non ha senso".

Il Premier Prodi: "protesta inammissibile!!"

A seguito della precettazione, il Ministero ha comunicato che le sanzioni per il mancato rispetto dell'ordinanza si traducono in 500 euro al giorno a carico dei singoli imprenditori e di 25mila euro al giorno per le associazioni.
Inoltre, le imprese rischiano sanzione disciplinare per violazione del codice di autoregolamentazione consistente nella sospensione dall'iscrizione all'Albo fino a sei mesi e, in caso di reiterazione, la revoca dell'iscrizione.
Per ultimo, nel caso di violenze o blocchi agli accessi di porti o autostrade, il ministero ricorda che è prevista la reclusione fino a quattro anni e arresto facoltativo.

Intanto, il blocco dei tir ha causato finora un danno economico di 300 milioni di euro:
le stime sono di Confetra, la Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica.
Un danno, si legge nella nota, "subito dalla maggioranza del settore che patisce il fermo senza averlo proclamato e senza condividerlo".

Per ulteriori informazioni, TrasportoEuropa.it, segue in tempo reale l'evolversi della situazione..

immagine: Repubblica.it


lunedì 10 dicembre 2007

L'autotrasporto ha detto "stop!"


Una notizia di cronaca, importante...... !!

Parliamo del blocco dell'autotrasporto iniziato stamane e destinato ad andare avanti sino alle ore 24.00 di venerdi 14 Dicembre.
(ma domani alle 12.00 è previsto un primo incontro con il Ministro dei Trasporti A.Bianchi)

Dal sito del quotidiano on line TrasportoEuropa.it:

"..Nel primo giorno di protesta le associazioni dichiarano un'adesione del 90%. Bloccati porti e interporti, autostrade intasate.Già dalla mattina del 10 dicembre, primo giorno di fermo dell'autotrasporto, le sigle che hanno proclamato la protesta mostrano una grande soddisfazione sugli esiti. "Siamo al 90% delle adesioni", ha dichiarato il presidente di Conftrasporto, Pasquale Russo, ......"
(continua a leggere l'approfondimento qui e qui)

Ovviamente l'evento riguarda da vicino anche il trasporto di merci pericolose.
In particolar modo la distribuzione di carburante per autotrasporto che rischia di paralizzare il paese sotto le feste...


fonte: TrasportoEuropa.it
immagine: Corriere.it

giovedì 6 dicembre 2007

Novità ADR: nuove TremCards dal 2009


Si tenuta a Ginevra, dal 5 al 9 novembre 2007, la riunione del WP 15 (il gruppo di lavoro ECE/ONU su ADR e ADN) dedicata all’ADR.

Il WP 15 ha adottato, con alcune piccole modifiche, le proposte di emendamento per le edizioni 2009 di ADR/RID/ADN concordate nelle riunioni 2006-2007 del Joint Meeting ADR/RID/ADN.

Recipienti in pressione

A fronte degli emendamenti adottati, si prevede una modifica della stessa TPED, che però non potrà essere adottata prima dell’entrata in vigore dell’ADR 2009.
Per tener quindi conto del permanere di diversità fra ADR e TPED, ed anche per sopperire alle difficoltà cui potranno andare incontro i paesi non membri dell’UE, si valuterà la possibilità di introdurre misure transitorie.

Materie inquinanti per l’ambiente

Nel confermare l’adozione delle modifiche al testo ADR in linea con quanto deciso nelle riunioni del Joint Meeting ADR/RID/ADN, si è anche iniziato a discutere sulla possibilità di semplificare il testo, facendo direttamente riferimento al GHS o al futuro regolamento europeo sul GHS.

Istruzioni scritte

E’ stato deciso di adottare, con alcune modifiche, la proposta dell’apposito gruppo di lavoro che prevede un sistema completamento nuovo.
In particolare è prevista un’unica istruzione scritta di 4 pagine, valida per tutti i numeri ONU.

Certificato di formazione professionale

E’ stato deciso di esentare dall’obbligo del corso di specializzazione in esplosivi (Classe 1) i conducenti di veicoli che trasportano esplosivi classificati come 1.4S (che sono esenti all'ADR)

Quantità esentate
Sono state adottate le disposizioni relative al trasporto di “Quantità esentate”, sulla base del testo contenuto nelle Raccomandazioni ONU, sostanzialmente analogo a quanto già contenuto nelle Technical Instructions dell’ICAO.


ENTRATA IN VIGORE DEGLI EMENDAMENTI

E’ stato confermato che gli emendamenti approvati entreranno in vigore dal
1 gennaio 2009.
E’ comunque possibile che ulteriori, minori modifiche possano essere approvate nel corso della prossima riunione prevista a Ginevra nel maggio 2008.

Fonte: Orange Project