img di fondo

img di fondo

martedì 20 novembre 2007

Le novità del IMDG code (em. 33-06)


Come noto, dal 01 Gennaio 2008, entra in vigore il nuovo IMDG code (emendamento 33-06).

Ecco alcune delle novità:

AEROSOL IN QUANTITA’ LIMITATA
E’ stato eliminato il paragrafo 3.4.6.2 che prevedeva per gli aerosol UN 1950 aventi capacità non superiori a 1000 ml la possibilità di indicare nella Multimodal Dangerous Goods Form il solo numero “2” per identificare la classe di pericolo.
Questa modifica implica, quindi, che nella compilazione della Multimodal per una
spedizione di aerosol in Quantità Limitata sarà necessario individuare anche la
divisione di appartenenza del prodotto distinguendo tra 2.1 (Flammable gas) o 2.2 (Nonflammable, non-toxic gases).

NUOVA ETICHETTA DI PERICOLO PER I PEROSSIDI ORGANICI (Classe 5.2)
E’ stato introdotto un nuovo modello di etichetta per i perossidi organici (sulla base di quanto previsto nelle UN Model Regulations e già applicato in ADR/RID/ICAO TI).
Le etichette mod. 5.2 non conformi alle nuove disposizioni possono essere utilizzate fino al 31 dicembre 2010.
I nuovi modelli di etichetta, quindi, saranno obbligatori solo a partire dal 1° gennaio 2011.

REDAZIONE MULTIMODAL DANGEROUS GOODS FORM
Nella Multimodal le informazioni relative alle merci pericolose messe in spedizione dovranno essere riportate esclusivamente nella sequenza:


Numero ONU (preceduto dalle lettere “UN”), Proper Shipping Name, numero della classe, l’indicazione, se pertinente, della classe relativa al rischio secondario e gruppo di imballaggio (Packing group).


Non è più utilizzabile la sequenza alternativa che prevedeva:
Proper Shipping Name, classe, numero ONU preceduto dalle lettere “UN”, gruppo di imballaggio e, se pertinente, la classe relativa al rischio secondario.
Inoltre nella Multimodal il codice di omologazione potrà essere utilizzato per descrivere gli imballaggi solo in aggiunta alla descrizione del collo.
Per esempio nel caso di una cassa di cartone si potrà riportare: Fibreboard box (4G) ma NON solo 4G!


immagine tratta da: www.storck-verlag.de

Nessun commento: