img di fondo

img di fondo

martedì 30 ottobre 2007

Pronta la traduzione Italiana del nuovo IMDG code.


Giunge notizia dall'editore ArS - Edizioni informatiche che finalmente è disponibile la traduzione italiana della nuova edizione del Codice IMDG (33-2006), il riferimento normativo per il trasporto marittimo delle merci pericolose.

La traduzione curata, come al solito, dall'ing. Sergio Benassai, Presidente del Comitato Esperti ONU sul trasporto di merci pericolose contiene anche i corrigendum approvati dal Sotto Comitato DSC dell'IMO nel settembre 2007.

Ricordo che con la pubblicazione sul supplemento ordinario 123 alla Gazzetta Ufficiale 163 del 15 luglio 2005 del
DPR 6 giugno 2005, n. 134, il Codice IMDG è divenuto il riferimento normativo obbligatorio anche per i trasporti marittimi nazionali.

Cos'è il Codice IMDG?
Il Codice IMDG (International Maritime Dangerous Goods Code) dell'
IMO è il riferimento normativo internazionale per il trasporto marittimo delle merci pericolose.

Attualmente è in vigore l'emendamento 32 del 2004; l'emendamento 33 del 2006, oggetto della presente traduzione, è comunque già applicabile su base volontaria e diverrà obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2008.


per la scheda informativa vedere qui.

fonte: Ars - edizioni informatiche

lunedì 29 ottobre 2007

REACH: Conferenza Nazionale a Roma


Nel corso della 1a Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (organizzata dal Governo italiano e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia e tenutasi a Roma il 25 ottobre 2007 ) sono state presentate le iniziative comunitarie e nazionali per l’attuazione del Regolamento REACH, in vigore dall’1 giugno 2007, concernente la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche.
Negli interventi del Governo e della Commissione Europea è stata sottolineata l’importanza del Regolamento sia per la salute dei lavoratori esposti alle sostanze chimiche e della popolazione in generale che per l’ambiente e sono state indicate le azioni in corso, sia a livello comunitario (con particolare riferimento alle attività dell’Agenzia europea) che nazionale.
Per quanto riguarda le iniziative in corso a livello nazionale è stato annunciato che entro brevissimo tempo sarà emanato il decreto interministeriale previsto dall’articolo 5 della legge 46/2007, con il quale si darà operatività all’apposita struttura pubblica che dovrà gestire il REACH, prevedendo l’assegnazione dei compiti tecnico-scientifici all’Istituto Superiore di Sanità e all’Agenzia Nazionale per la protezione dell’ambiente e i servizi tecnici..
Nel corso della Conferenza sono stati approfonditi i problemi con i quali si devono confrontare i produttori, gli importatori e gli utilizzatori di sostanze chimiche, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese, sulle quali gravano in modo particolare i costi e gli oneri aggiuntivi per l’adeguamento alle nuove regole
A tale proposito sono stati illustrati gli strumenti comunitari e nazionali di informazione, formazione e assistenza già disponibili (
le guide predisposte dall’Agenzia europea, l’help-desk gestito dal Ministero dello sviluppo economico, le iniziative delle associazioni industriali).
fonte: Orange Project

domenica 28 ottobre 2007

Nuovi fondi per lo sviluppo del trasporto intermodale


La nuova Legge Finanziaria, in discussione al Parlamento, ha stanziato per il nuovo triennio, a favore del settore trasporto intermodale, nuovi fondi..

La Finanziaria 2008 investe complessivamente per l’intermodalità (cioè la facilitazione nel passaggio da un mezzo di trasporto all’altro strade, mare, ferrovia), 591 milioni di euro per il prossimo triennio.

In Italia il trasporto su gomma è pari all’88%.

L’obiettivo è quello di diminuire il traffico dei Tir sulle strade (rendendole peraltro più sicure), spostando quote importanti di trasporto merci sulle ferrovie e sulle Autostrade del Mare.

Per ciascuno dei prossimi tre anni 77 milioni di euro andranno a sostenere l’Ecobonus, ossia il contributo erogato dal Ministero dei Trasporti per incentivare gli autotrasportatori a scegliere le Autostrade del Mare (la possibilità cioè di imbarcare i camion sulle navi evitando di percorrere lunghe distanze su strada).

Al trasporto combinato treno-Tir (compresi i contributi per il trasporto di merci pericolose) andranno 135 milioni di euro mentre 200 milioni di euro, nel solo 2008, saranno destinati come agevolazioni agli autotrasportatori.


fonte: Ministero dei Trasporti

Novità ADR 2009!



Si tenuta a Ginevra, dall’11al 21 settembre 2007, la riunione congiunta ADR/RID/ADN.

Recependo le direttive delle nuove UN Model Regulations (15th.) è stato tra l’altro concordato:

Quantità esentate

Sono state adottate le disposizioni relative al trasporto di “Quantità esentate”, sulla base del testo contenuto nelle Raccomandazioni ONU, sostanzialmente analogo a quanto già contenuto nelle Technical Instructions dell’ICAO.

Materie inquinanti per l’ambiente acquatico

Dal 1 gennaio 2011 le materie inquinanti per l’ambiente acquatico, anche se già classificate per altre caratteristiche di pericolosità, dovranno essere classificate come tali e sugli imballaggi dovrà essere apposto l’apposito marchio.

Vendita al dettaglio


L’esenzione prevista al paragrafo 1.1.3.1, lettera a) si applicherà anche agli imballaggi riutilizzabili per il riempimento (ad esempio taniche per il rifornimento di benzina)

Telematica

E’ stata decisa l’istituzione di un gruppo di lavoro per studiare la problematica dell’applicazione dei sistemi telematici al trasporto di merci pericolose.


NOTA: Quanto sopra entrerà in vigore con le edizioni 2009 di ADR e RID, a condizione che, rispettivamente, WP.15 e Comitato esperti RID lo approvino nelle prossime riunione previste a novembre 2007 (cosa abbastanza scontata!!).
fonte: Orange Project

venerdì 26 ottobre 2007

Esami per consulente ADR


Per chi deve fare l'esame (primo certificato o rinnovo) per consulente ADR su Milano, linkare a questo indirizzo per trovare tutte le informazioni necessarie (iscrizione, moduli, modalità d'esame, calendario delle prove, ecc..):
http://www.siit2trasporti.it/page_home/materiadr.htm

L'ADR compie 50 anni!

For fifty years the United Nations Economic Commission for Europe Transport Division has worked with Member States on developing, amending, implementing, updating, expanding and improving this important international agreement.
To celebrate this milestone, the Transport Division is organizing a Roundtable in conjunction with the 83rd session of the UNECE Working Party on the Transport of Dangerous Goods (WP.15), at the Palais des Nations in Geneva on 8 November 2007.
The Roundtable will convene ADR veterans with some of its newer faces, and through presentations and discussions there will be an opportunity to reflect on the role of the ADR – both past and present.

The ADR was signed in Geneva on 30 September 1957 and entered into force on 29 January 1968. It currently counts 43 Contracting Parties.
fonte: UNECE

UN Model Regulations (15th edition)


Pubblicata dall'ONU, on-line, la 15ma edizione delle "UN Model Regulations" (altrimenti conosciute come "Orange book"), dalla quale nasceranno i nuovi regolamenti modali per il trasporto di merci pericolose.
Le nuove norme sono liberamente scaricabili in lingua Inglese o Francese a questo indirizzo:
http://www.unece.org/trans/danger/publi/unrec/rev15/15files_e.html

domenica 14 ottobre 2007

Atti convegno REACH

Al seguente indirizzo (http://www.regolamentoreach.it/) è possibile scaricare gli atti del convegno svoltosi il giorno 02/10/2007 a Verona sul Reach.

sabato 13 ottobre 2007

Circolare 02/10/2007 nr. 1912 - Ministero Ambiente


E' giunta ieri notizia di una nuova circolare emanata dal Comitato nazionale - Albo nazionale gestori ambientali (Circolare 2 ottobre 2007, prot. 1912/Albo/Pres) sotto l'egida del Ministero dell'ambiente a titolo:

imballaggi ed etichettature trasporto rifiuti.

Riportiamo il link al testo integrale della stessa al fine di poter agevolare un' attenta lettura, sopratutto da parte di coloro che pensano che i rifiuti pericolosi poco abbiano a che fare con l'ADR....


per leggere la circolare fare click qui.

REACH: conferenza a Roma il 25 Ottobre


REACH: Conferenza del Governo, a Roma il 25 ottobre.


Il 25 ottobre 2007 si terrà a Roma la I Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH.
La conferenza è organizzata dal Governo italiano e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.
Nel corso della Conferenza, sarà presentato il piano nazionale per l'attuazione del regolamento REACH e sarà avviato il confronto tra i soggetti istituzionali e gli attori economici e sociali impegnati nell'applicazione della nuova normativa europea sulle sostanze chimiche.


Parteciperanno, tra gli altri:
- Sen.ce Livia Turco (Ministro della Salute)
- On. Pecoraro Scanio (Ministro dell'Ambiente)
- On. Pierluigi Bersani (Ministro Sviluppo economico)
- Mr. Gunter V. Presidente Commissione europea
- Mr. Stavros Dimas, Commissario UE all'Ambiente
- On. Guido Sacconi (Deputato UE, Relatore del Provvedimento al Parlamento europeo).

L'evento sarà concluso dall'On. Gian Paolo Patta, Sottosegretario al Ministero della Salute.

Per iscriversi alla conferenza, ecco il link:
http://www.apat.gov.it/site/it-IT/Modulo_Iscrizione/Conferenza/default.html?PageID=11829

Per il programma della conferenza vedere qui.

fonte: http://www.amblav.it/

Nuova Direttiva Europea per l'omologazione dei veicoli a motore


E' stata pubblicata in questi giorni la nuova Direttiva 2007/46/CE (Gazzetta Ufficiale Europea L 263 del 9 ottobre 2007) che istituisce un quadro per l’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli .

Con questa Direttiva, che sostituisce ed integra la Direttiva 70/56/CEE e successive modifiche ed emendamenti, viene stabilito un quadro armonizzato contenente le disposizioni amministrative e i requisiti tecnici generali necessari per l’omologazione di tutti i veicoli nuovi che rientrano nel suo campo d’applicazione e dei sistemi, dei componenti e delle entità tecniche destinati a tali veicoli, al fine di semplificarne l’immatricolazione, la vendita e la messa in circolazione all’interno della Comunità.

La direttiva si applica all’omologazione:
- ai veicoli progettati e fabbricati in una o più fasi
- ai sistemi, componenti ed entità tecniche progettati e fabbricati per i suddetti veicoli
- all’omologazione individuale di tali veicoli.
- alle parti e alle apparecchiature destinate ai veicoli da essa contemplati.

Naturalmente negli allegati tecnici vengono definite le norme di riferimento anche per quanto riguarda i veicoli destinati al trasporto di merci pericolose.

Gli Stati membri devono adottare le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla direttiva, prima del 29 aprile 2009, data fissata per l’entrata in vigore delle disposizioni in questione.


fonte: Orange Project

I nuovi quiz per l'esame di consulente ADR


Sono disponibili sul sito dell'ufficio provinciale della Motorizzazione civile di Roma, i nuovi quiz aggiornati all'ADR 2007 per prepararsi all'esame per l'abilitazione a Consulente ADR.

L'indirizzo dove prelevare il file è: http://www.motorizzazioneroma.it/