img di fondo

img di fondo

giovedì 26 luglio 2007

Nuove decisioni Onu


Si è tenuta a Ginevra dal 2 al 6 luglio 2007, come già segnalato su queste pagine, la 31^ sessione del SottoComitato Esperti ONU sul trasporto di merci pericolose.

Ecco le nuove decisioni (in prospettiva ADR 2009):

1) Definizioni

Sono state introdotte le nuove definizioni di:


Unità di trasporto merci (Cargo transport unit) indica un veicolo cisterna stradale o un veicolo merci stradale, un carro cisterna ferroviario o un carro merci stradale, oppure un contenitore merci multimodale, una cisterna mobile od un CGEM

Unità di trasporto merci chiusa (Closed cargo transport unit) indica un’unità di trasporto merci che racchiude totalmente i contenuti mediante strutture permanenti. Le unità di trasporto merci con lati o coperchi di tessuto non sono considerate unità di trasporto merci chiuse.


Le definizioni adottate sono in linea con quelle già contenute nel Codice IMDG.

L’espressione “Unità di trasporto merci” sostituirà l’attuale “Unità di trasporto” (Transport unit) nel testo delle Raccomandazioni ONU.

2) Rischi sussidiari

E’ stato concordato di aggiungere la disposizione speciale 313 o 329 alle sostanze tossiche per inalazione delle rubriche UN 3383, 3384, 3385, 3386, 3389 e 3390, per tener conto del rischio sussidiario di infiammabilità o corrosività.

3) Quantità limitate

E’ stato aggiunto un nuovo paragrafo 3.4.10 per precisare che, nel caso di sovrimballaggio, su di esso deve essere apposto il marchio “SOVRIMBALLAGGIO” e quello richiesto dal paragrafo 3.4.8 (se non è visibile quello apposto sui colli), ma non è richiesto il marchio con la designazione ufficiale di trasporto né l’etichetta di pericolo.

4) Prove per i GIR

E’ stato precisato che il criterio in 6.5.6.9.5 (d), introdotto con la 15^ edizione delle Raccomandazioni ONU, si applica solo ai GIR fabbricati dopo il 1 gennaio 2011, inserendo di conseguenza il relativo riferimento anche nel 4.1.1.3.

5) Materie infettanti

E’ stato deciso di inserire un nuovo paragrafo nell’istruzione d’imballaggio P620 (eguale al paragrafo 13 dell’istruzione d’imballaggio P650) per consentire di trasportare piccole quantità di materie pericolose necessarie per la buona conservazione del materiale.

6) Prova di impatto per imballaggi con materie infettanti

E’ stato deciso di aggiungere una figura ai paragrafi 6.3.5.4.1.e6.3.5.4.2 per precisare la forma della barra per la prova di impatto.

7) Manuale delle prove e dei criteri

Nella Sezione 16 del Manuale è stato introdotto un nuovo metodo di prova, 6(d), Unconfined single package test, per definire la divisione alla quale assegnare il collo contenente esplosivi.


fonte: Orange Project

Nessun commento: