img di fondo

img di fondo

venerdì 29 giugno 2007

Arrivano le nuove regole per chi guida!

E' notizia di questi giorni che il Disegno di legge sulle modifiche al Codice della strada ha ricevuto il primo "SI" dalla Camera dei Deputati.
Ora il provvedimento passa al Senato per l'approvazione.

In estrema sintesi ecco le novità più importanti per gli automobilisti:
  • multe più salate per chi "trucca" i motorini,
  • "foglio rosa" a 16 anni se si ha già il patentino della moto, ma si deve guidare ...accompagnati,
  • inasprimento delle sanzioni per eccesso di velocità,
  • via libera al sistema di rilevamento velocità "Tutor",
  • Arresto, per chi guida senza patente,
  • inasprimento delle sanzioni per guida sotto l'effetto di alcool e stupefacenti,
  • uso non regolare del cellulare durante la guida: sanzioni più pesanti
Non ci sono novità, invece, per il trasporto di merci pericolose!!
L'articolo 168 sembra che non venga assoutamente toccato...

leggete l'intero articolo e gli approfondimenti.

immagine: ilsole24ore.com

L'Italia firma un nuovo Accordo multilaterale ADR


E' di ieri la notizia (fonte Ministero Trasporti) che l'Italia ha firmato un nuovo Accordo multilaterale (M185) relativo a deroghe alla normativa ADR per quel che riguarda la classificazione delle materie inquinanti per l'ambiente acquatico.
Il nuovo Accordo scadrà il 30/06/2009.
Per saperne di più leggete la Circolare Ministeriale nr. 57747 del 15 giugno 2007.

giovedì 28 giugno 2007

ADR 2007: pubblicate le prime correzioni al testo ufficiale


Pochi giorni fa, è stato pubblicato sul sito UNECE, il primo Corrigendum all'ADR 2007.
Si possono leggere i contenuti di tale documento (ECE/TRANS/185/Corr.1) sul sito ufficiale.


Arriva la nuova edizione delle UN Model Regulations


E' stata pubblicata la 15a edizione delle UN model regulations (anche se on line, sul sito ufficiale UNECE, non sono ancora disponibili).
Come noto questo documento ONU rappresenta la matrice dalla quale risultano successivamente i vari regolamenti modali sul trasporto di merci pericolose (ADR/RID/ADN/IMDG/ICAO TI).
Una delle novità più importanti di questa nuova edizione, che prontamente ritroveremo nell'ADR 2009, è quella relativa alla nuova tipologia di esezione introdotta per il trasporto di piccole quantità di merci pericolose (
EXCEPTED QUANTITIES) prendendo così esempio da quanto già previsto per il trasporto aereo (ICAO TI).
Ne riparleremo!!

GHS: L'UE fa un passo in avanti!


Ieri 27/06/2007, la Commissione Europea ha approvato la proposta di Regolamento che recepisce nell'UE il GHS ( Globally Harmonised System of Classification and Labelling of Chemicals).
La proposta viene adesso inviata al Parlamento e al Consiglio Europeo per il varo definitivo.
Come è noto per il GHS sono stati presi come riferimento i principali sistemi di classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici presenti a livello mondiale (in particolare: Raccomandazioni ONU sul trasporto, Direttive Europee su sostanze e preparati, Normativa Canadese su posti di lavoro, consumatori e Pesticidi, Normativa USA su posti di lavoro, consumatori e pesticidi) con l’obiettivo di creare un sistema globale armonizzato per le informazioni ambientali, di sanità e sicurezza sulle sostanze e sulle miscele chimiche pericolose, in modo da facilitare il commercio e il trasporto internazionale.

Il Regolamento CE che recepirà il GHS sostituirà, dopo un periodo di transizione, la legislazione corrente sulla classificazione e sull'identificazione delle sostanze e dei preparati chimici (direttiva 67/548/CEE e successive modifiche ed adeguamenti per le sostanze, direttiva 1999/45/CE e successive modifiche per i preparati, direttiva 91/155/CEE per la redazione della scheda informativa in materia di sicurezza).
Leggi
l'articolo sul sito ufficiale della Commissione Europea.
La bozza del nuovo regolamento adottato dalla Commissione si può leggere, in lingua Inglese, qui.

lunedì 18 giugno 2007

Aggiornamenti dall'ONU!

Si tenuta a Ginevra, dal 7 al 10 maggio 2007, la riunione del WP 15 (il gruppo di lavoro ECE/ONU sull' ADR) dedicata all’ADR.

(Ricordo che queste sessioni dei lavori sono da vedere in ottica ADR 2009!!)

Nel corso della riunione è stato tra l’altro concordato quanto segue:



ADESIONI


Si è preso atto con soddisfazione che, con l’adesione di Malta e Montenegro, gli stati contraenti sono diventati 43.


ADR/RID/ADN


Sono state adottate le modifiche al testo ADR in linea con quanto deciso nella riunione di marzo 2007 del gruppo di lavoro congiunto ADR/RID/ADR (vedi qui!)


SORVEGLIANZA VEICOLI

I limiti contenuti nelle disposizioni speciali S del capitolo 8.5, relative alla sorveglianza dei veicoli, sono state modificate per renderle coerenti con i limiti stabiliti nel capitolo 1.10 relativo alla “security”.


ANALISI DI RISCHIO


E’ stato manifestato apprezzamento ed incoraggiamento per il lavoro della Germania, volto a sviluppare linee guida per l’analisi di rischio, in linea con quanto già previsto per il RID:

Molte delegazioni tuttavia ritengono che queste non dovranno far parte del testo ufficiale dell’ADR.


RECIPIENTI CON ADDITTIVI


La proposta austriaca di definire quali disposizioni si applicano ai recipienti contenenti additivi per i carburanti o materie per la pulizia delle cisterne sarà discussa alla prossima riunione sulla base di una proposta revisionata.


ISTRUZIONI SCRITTE


Fermo restando che non è stato ancora possibile adottare un testo definitivo, è stato comunque espresso consenso al principio base di avere un solo tipo di istruzioni scritte valido per tutte le classi.


GALLERIE


E’ stato concordato che le disposizioni in materia di restrizioni al passaggio di merci pericolose nelle gallerie (sezione 1.9.5) devono essere illustrate nell’ambito del programma di formazione dei conducenti.


Per approfondimenti leggete questo documento ufficiale (in Francese!!)


Le prossime riunioni in programma in sede UNECE sono:


2 - 6 July 2007
31st session of the Sub-Committee of Experts on the Transport of Dangerous Goods (AC.10/C.3)
9 - 11(a.m.) July 2007
13th session of the Sub-Committee of Experts on the GHS (AC.10/C.4)
11 - 21 September 2007
Joint Meeting of the RID Committee of Experts and the
Working Party on the Transport of Dangerous Goods (WP.15/AC.1)

fonte: Orange Project



mercoledì 13 giugno 2007

AMBIENTE LAVORO - XI° edizione



Si è conclusa Venerdì sera a Bologna, l’XI edizione di AMBIENTE LAVORO!


L'evento, che ha occupato un’area espositiva di oltre 20.000 mq con 272 espositori e 128 assemblee congressuali e seminariali, si è confermato come la più significativa rassegna italiana di proposte tecnologiche, presidi e servizi per la salute e la sicurezza sul lavoro.
Il Salone dell’igiene e sicurezza in ambiente di lavoro si è confermato ancora una volta come l’iniziativa più completa e qualificata del settore, aderendo alle attese degli espositori e degli operatori che l’hanno frequentata.
Come nelle edizioni precedenti non è mancato l’apporto delle istituzioni e delle più importanti associazioni di settore.
Tra i tanti argomenti oggetto di discussione e confronto: il Testo Unico in procinto di essere sottoposto al voto del Senato, le “buone prassi”, i fattori di rischio: fisico, chimico, biologico, lo stress e il mobbing, il lavoro nero, le tecnologie e i dispositivi di protezione, l’organizzazione aziendale, il ruolo delle figure preposte alla prevenzione e al controllo, la catena degli appalti, la formazione e l’informazione.
All'interno della manifestazione ha avuto un suo importante spazio anche il nuovo regolamento REACH (quattro sono stati i workshop dedicati all'argomento nei quali il Dr. Scibilia della società FLASHPOINT SRL, ha illustrato tutti gli aspetti delle nuova normativa europea.)
Un'importante incontro è stato dedicato anche all'ADR con particolari riferimenti alle interazioni con le nuove normative REACH/GHS:
Il convegno organizzato da ARS edizioni informatiche e Orange Project ha messo in evidenza come REACH e GHS andranno ad influenzare il mondo del trasporto di merci pericolose e il mercato delle importazioni ( in particolar modo "extra UE") di sostanze pericolose.
Un'ultima informazione riguarda il manuale "la sicurezza nell'autotrasporto merci" presentato in fiera da
CPRA Piemonte e INAIL Piemonte e il cui fine è quello di incrementare la sicurezza di chi utilizza un veicolo come mezzo di lavoro.
Il manuale fornisce le informazioni fondamentali sulla sicurezza e sulla tutela della salute a coloro che svolgono il proprio lavoro all’interno della cabina di un automezzo, al di fuori dell’azienda, prendendo in considerazione i rischi specifici connessi alla circolazione stradale, all’efficienza del mezzo di trasporto e alle operazioni di carico e scarico delle merci.
Un dato per tutti che spiega il perchè di questa iniziativa:
Chi svolge un lavoro che implica l’utilizzo di un veicolo è soggetto a rischi molto elevati e le statistiche indicano un rischio medio di mortalità del 3,7%.
Malgrado il dato sia eclatante, il fenomeno è sottovalutato, forse perché viene genericamente assimilato alla categoria degli “incidenti stradali”.

martedì 12 giugno 2007

ADN


Oggi vi porto un'aggiornamento in tema di ADN (Accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su vie navigabili interne - leggi: Fiumi e laghi).

Ricordo, per precisione, che il nostro paese non ha ancora ratificato questo accordo e dunque lo stesso in Italia non è valido.

Il Lussemburgo in data 24/05/2007 ha ratificato l'Accordo diventando così il sesto paese dell'ADN (insieme a Bulgaria, Ungheria, Austria, Olanda e Federazione Russa)

Accordi multilaterali ADR in scadenza!



Il 01/07/2007 scadono due importanti accordi multilaterali per quel che riguarda la normativa internazionale sul trasporto di merci pericolose su strada (ADR):


M160

Carriage of certain receptacles for use in hot air balloons and hot airships - trasporto di serbatoi per palloni aerostatici ad aria calda (mongolfiere).
Scadenza: 1 luglio 2007


M163

Carriage of empty packagings, uncleaned of Class 2 - trasporto d'imballaggi vuoti non bonificati di classe 2.
Scadenza: 1 luglio 2007

immagine: www.carbas.it

lunedì 4 giugno 2007

Reach: Aiuto on-line!

Per favorire l’applicazione del Regolamento REACH, entrato in vigore Venerdì scorso, e per aiutare le imprese in particolare le PMI, ad adempiere agli obblighi previsti dal Regolamento, in aggiunta ai documenti di orientamento pratico che saranno messi a disposizione dalla Commissione e in seguito dall’Agenzia, gli Stati membri istituiscono dei servizi nazionali di assistenza tecnica, i cosiddetti Helpdesk.
l’Helpdesk è il servizio nazionale designato a fornire informazioni e assistenza tecnica a tutti i soggetti coinvolti dall’applicazione del Regolamento in merito agli obblighi da adempiere, alle responsabilità in cui si incorre e alle procedure da seguire in caso di utilizzo, fabbricazione o importazione di sostanze chimiche
.
Il Ministero dello Sviluppo Economico (MSE), è l’Autorità incaricata dell’attivazione e della gestione dell’Helpdesk nel nostro paese.

leggi l'informazione anche su Polimerica.it

venerdì 1 giugno 2007

01/06/2007: parte il REACH!

IL REACH E' IN VIGORE!
Da oggi entriamo in una nuova era per quello che riguarda il mondo delle sostanza chimiche.

La "rivoluzione" disegnata dal nuovo Regolamento (CE 1907/2006) REACH è partita!
Il REACH (acronimo inglese di registrazione valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche) impone ai produttori e non più alle Autorità pubbliche l'onere di dimostrare che il prodotto è sicuro e non danneggia la salute e l'ambiente.
La nuova Agenzia, prevista dal regolamento, con sede a Helsinki, dovrà sorvegliare su REACH è sarà pienamente operativa entro il 01/06/2008, data fissata per l'inizio delle operazioni di registrazione delle sostanze chimiche.
(Si evidenzia che proprio da oggi è on-line il sito dell'Agenzia all'indirizzo: http://ec.europa.eu/echa/home_en.html)
Il primo obbligo a partire da oggi, per le imprese produttrici, è quello di aggiornare le schede di sicurezza dei prodotti ( trattasi di aggiornamenti formali di non particolare complessità, anche se onerosi sul piano organizzativo). La notizia dell'ultima ora riguarda la pubblicazione sulla GUUE del 29/05/2007 nr. L 136, delle rettifiche approvate al regolamento REACH. Il nuovo testo va a sostituire il precedente pubblicato sulla GUUE del 30/12/2006 e quindi quello che entra in vigore stamane è il testo "corretto" della normativa.
Riporto l'interessante commento di Riccardo Bresci, imprenditore pratese, apparso ieri su PRATOBLOG, quotidiano on-line di Prato e provincia:
"..come imprese chimiche che realizzano e commercializzano prodotti per l'industria tessile siamo pronti per questa prima scadenza, alla quale di fatto abbiamo dovuto ottemperare già da qualche tempo», commenta Riccardo Bresci, imprenditore chimico, membro del consiglio direttivo dell'Unione industriale pratese. «I problemi veri, per noi ma anche per le imprese tessili, si presenteranno quando il Reach andrà a regime. Oggi noi chimici siamo in grado soddisfare esigenze dell'industria tessile che vanno nel senso di una crescente specializzazione e frammentazione, conseguenti i piccoli lotti delle commesse attuali. Col Reach però questa nostra flessibilità verrà compromessa, e rischia di non essere né gestibile in tempo reale né sostenibile economicamente». Le preoccupazioni della filiera tessile per il Reach è determinata anche dalla constatazione che, a fronte di normative europee estremamente restrittive per i prodotti realizzati nel nostro continente, non altrettanto scrupolo viene applicato nei confronti dei prodotti tessili (e non solo questi) di importazione dai paesi terzi. Il paradosso - secondo l'Unione - è che la Ue, mentre va ben al di là del necessario nel richiedere ai prodotti europei la massima salubrità e conformità ambientale, non si decide a varare la normativa sull'etichettatura di origine. Da un lato quindi si tartassano i produttori europei con adempimenti eccessivamente onerosi, e dall'altro si consente - di fatto - l'accesso nella Ue di merci quantomeno dubbie.


immagine: www.aias-sicurezza.it