img di fondo

img di fondo

lunedì 26 febbraio 2007

Studio ICAO sul trasporto di esplosivi liquidi

Studio ICAO sul trasporto a bordo di aerei in modalità "bagaglio a mano" degli esplosivi liquidi. (Dangerous goods)

Il consiglio dell’ICAO, sulla base del rapporto dell’Aviation Security Council, ha deciso di formare un gruppo di studio, con la partecipazione del Dangerous Goods Panel, per predisporre misure di “security, valide nel lungo termine, efficaci ed armonizzate, per il trasporto di “esplosivi liquidi” a bordo degli aerei come bagaglio a mano.

Il problema che, nella pratica quotidiana, ha comportato le ben note disposizioni sulle restrizioni applicabili al trasporto a mano di liquidi e paste, si pone anche perché, come è noto, le Technical Instructions dell’ICAO consentono il trasporto di liquidi contenenti merci pericolose quali bevande alcoliche, aerosol, accendini, pile, ecc.

Si prevede che il gruppo di lavoro presenterà le sue conclusioni entro la fine di Giugno 2007.

fonte: Orange Project


Direttiva quadro sul trasporto di merci pericolose: E' disponibile on-line il testo in Italiano

In merito alla direttiva quadro sul trasporto di merci pericolose che andrà a cancellare le seguenti norme:

- Direttiva 94/55/CE (Trasporto stradale)
- Direttiva 96/49/CE (Trasporto ferroviario)
- Direttiva 96/35/CE (Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose)
- Direttiva 2000/18/CE (Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose)

e la cui bozza finale del testo è stata presentata il 22/12/2006 al Parlamento Europeo e al Consiglio UE, evidenziamo che da oggi è disponibile il testo integrale in lingua Italiana al seguente indirizzo:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/site/it/com/2006/com2006
_0852it01.pdf

(il testo è disponibile anche nella sezione "utility" di questo sito).

Questa cosa è molto importante perchè faciliterà un'analisi approfondita e attenta del nuovo testo.

E’ interessante notare come la direttiva, ad esempio, contenga in allegato tutte le deroghe nazionali che resteranno in vigore (come è noto l’Italia non ha mai richiesto ufficialmente deroghe).

Torneremo presto sull'argomento.

fonte: www.eur-lex.europa.eu
immagine: www.seton.it


giovedì 22 febbraio 2007

Consulente ADR: compiti e benefici


Consulente ADR: compiti e benefici

Che cosa prevede la normativa riguardo a questa figura professionale. chi deve averla e chi ne è esente. La sua importanza per la sicurezza dell'impresa.......

Leggi l'articolo di approfondimento completo su: www.trasportoadr.it

immagine tratta da: www.politecna.it

Reach: la Svizzera rimane a guardare!

Reach: la Svizzera preferisce aspettare!

Il primo Giugno, entrerà in vigore il nuovo regolamento Reach (Registrazione, Valutazione e Autorizzazione delle sostanze chimiche).

Con queste nuove norme l'UE, si propone di proteggere meglio il consumatore dai rischi intrinsechi alle sostanze pericolose.
Fino all'ultimo uno dei problemi più gravi discussi, i prodotti chimici molto pericolosi, è stoto oggetto di controversia tra gli stati: I paesi con un' industria chimica molto forte (ad es. Germania), sono riusciti ad imporre il principio secondo cui la maggior parte delle sostanze nocive può rimanere sul mercato, se i fabbricanti garantiscono di poterne controllare i rischi.
Tuttavia gli industriali dovranno prevedere un piano di sostituzione nel caso esista una soluzione alternativa oppure dovranno presentare un progetto di ricerca per trovarne una.

E la Svizzera?

Nel 2005, oltre il 60% delle esportazioni chimiche svizzere sono finite nell'UE, ma ancora non è chiaro se gli Elvetici adotteranno il Reach; uno studio ne sta valutando l'impatto sull'economia del paese (Nel 2003, però,il governo Elvetico aveva elogiato il nuovo sistema contro i rischi delle sostanze chimiche!).
Si intravede la possibilità, a detta di Richard Gamma (vicedirettore della SSIC - Società Svizzera delle industrie chimiche) di adottare il nuovo regolamento solo in parte.
"la Svizzera deve riprendere Reach e concludere con l'UE un accordo sulla sua partecipazione all'Agenzia (la nuova Agenzia chimica dell'UE con sede ad Helsinki introdotta da Reach - ndr)"
sostiene invece Maya Graf, deputata ecologista.

fonte: www.swissinfo.org
immagine: www.swissinfo.org

mercoledì 21 febbraio 2007

1987-2007 - Ambiente e Lavoro compie il 20° compleanno

L'Associazione Ambiente e Lavoro compie 20 anni! (1987-2007).

Per festeggiare l'evento è organizzato a Milano per l'8-9-10 Marzo 2007, il convegno:
"T.U. e REACH, Formazione RSPP e RLS: le nuove sfide normative, politiche e culturali"
A questo appuntamento importante parteciperanno esponenti del Governo, dei Parlamenti UE e italiano, Magistrati ed esperti.
Sarà disponibile la documentazione aggiornata e saranno distribuiti 2 CD-ROM e Manuali/Riviste GRATUITI (come riportati nel programma).
Hanno già confermato la partecipazione, tra gli altri:
- Il Sottosegretario Gianpaolo Patta (Ministero Salute, con delega su T.U. e REACH)
- L'on. Antonio Panzeri e il Sen. Giorgio Roilo (Parlamento UE e italiano)
- i Magistrati: Beniamino Deidda, Michele Di Lecce, Bruno Giordano, Raffaele Guariniello, Luca Poniz e Walter Saresella
- i Prof. Marcello Buiatti, Marco Frey, Carlo Smuraglia - rappresentanti di Associazioni e parti sociali ed esperti.

Si parlerà, quindi anche di Reach.

Per saperne di più e per iscriversi leggete qui.

fonte: Amblav.it

Ue, in arrivo nuova direttiva sui rifiuti


Non un provvedimento di mero carattere compilatorio, come la direttiva 2006/12/Ce che due anni or sono abrogò la 75/442/Cee, ma un vero e proprio atto di riscrittura delle regole Ue in materia di rifiuti quello all'esame del Parlamento Ue.

Esaminato in prima lettura lo scorso 13 gennaio 2007 dal Parlamento Ue (con l'approvazione della Relazione approntata dalla Commissione Ambiente), lo schema di direttiva in parola è basato su una proposta della Commissione Ue risalente al 2005 e mira ad introdurre una nuova e più precisa definizione di "rifiuto", una netta distinzione tra "recupero" e "smaltimento" (e relativa rivisitazione del concetto di "sottoprodotto"), l'integrazione della disciplina degli oli usati in quella sui rifiuti, una miglior tracciabilità dei rifiuti pericolosi.

leggi anche qui e qui

fonte: Rete ambiente.it

martedì 20 febbraio 2007

ADR 2007: arrivano le prime modifiche!

Con la nota C.N.198.2007.TREATIES-1 del 12 febbraio 2007, il Segretario Generale delle Nazioni Unite comunica che è pervenuto il testo degli emendamenti da apportare all’edizione 2007 dell’ADR al fine di correggere alcuni errori.

Tale testo è soggetto all’usuale iter di ratifica e sarà formalizzato nella sua attuale forma se non perverranno obiezioni da parte degli Stati membri entro il 13 maggio 2007.

fonte: Orange Project

venerdì 16 febbraio 2007

Reach, Adr e consulenza

Il REACH (che richiede la valutazione di tutte le sostanze immesse sul mercato, per stabilirne le eventuali caratteristiche di pericolosità, con connessi obblighi) entrerà in vigore il 1 giugno 2007.

"...Chi importa o produce o immette sul mercato prodotti chimici deve prepararsi, con modalità e tempi diversi, a far fronte agli obblighi previsti dal REACH. Per diverse aziende (specie se di non grandi dimensioni) sarà quindi necessario rivolgersi a persone/organizzazioni esperte.
E allora un consiglio: diffidate di chi vi prospetta che la soluzione a tutti i vostri problemi stia SOLTANTO nell’acquisto di un software ! Il software può essere utile .. ma da solo ... non basta!"

Questo commento dell'Ing. S.Benassai, nella parte conclusiva del suo ultimo post "Reach: considerazioni a margine" sul blog di mercipericolose.it, vale anche per quanto riguarda il problema dell'applicazione del D.Lgs. 40/2000 (leggi Consulente ADR) anche se in questo caso sussiste un obbligo di legge, fatte salve le esenzioni, alla nomina del consulente da parte delle aziende ( è diverso!!!).

comunque....
il pc non basta, serve la/le persone e l'esperienza.

Non posso che condividere con Lei, Dr. Benassai, questo Suo "consiglio" alle aziende.

Ambiente e rifiuti

Inauguro oggi una nuova sezione del sito, dedicata al tema dell'ambiente con particolare riguardo al tema dei rifiuti pericolosi, che per quel che riguarda la fase del "trasporto", sono soggetti anch'essi alla normativa ADR.
Sarà possibile trovare in questa sezione approfondimenti, norme e "utility" per addentrarsi in questo complicato mondo.
Per cominciare, vi si trova da subito, una versione del famoso "decreto Ronchi" aggiornata e integrato con tutte le modifiche avvenute sino al Gennaio 2003.

ADR 2007 in rete

Ricordo a tutti, sopratutto a quelli che ancora non avessero acquistato il volume con la nuova normativa ADR 2007 in Italiano, che sul sito UNECE all'indirizzo:

http://www.unece.org/trans/danger/publi/
adr/adr2007/07ContentsE.html

è disponibile pe il download, il file in pdf dell'intera normativa, ....naturalmente in lingua Inglese.

Reach: i link per chiarirsi le idee.

Si avvicina sempre più la data di entrata in vigore del nuovo regolamento Reach (01/06/2007).

le idee sono ancora confuse, ma se volete approfondire il tema e chiarirvi i dubbi, voglio ricordare a tutti, due o tre link importanti dove trovare informazioni:

- regolamentoreach.it
- Flashpointsrl.com
- Amblav.it

e per ultimo una sezione apposita di questo sito dal quale scaricare il regolamento integrale in lingua Italiana.

martedì 13 febbraio 2007

Decreto 31/01/2007 - Ministero Trasporti

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2007 è stato pubblicato il Decreto 31 gennaio 2007 del Ministero dei Trasporti con il quale sono individuate le tratte marittime per le quali è previsto l’incentivo per l’imbarco su nave dei veicoli trasportanti merci, secondo quanto previsto dal DPR 205/2006.

fonte: Orange project

La nuova Direttiva quadro sul trasporto di merci pericolose (2)

" Un provvedimento unico per comprendere e razionalizzare i quattro che disciplinano attualmente il trasporto delle merci pericolose su strada e ferrovia e introdurre nuove regole per quello su acqua. E' l' intento di una proposta di direttiva presentata dalla Commissione al Parlamento e al Consiglio Ue......"
Ieri l'Ansa ha registrato questa notizia! ne avevamo già parlato un mese fa sulle pagine di questo blog ed ora finalmente il primo passo ufficiale.
Seguiremo attentamente l'iter di questa Direttiva.

fonte: ANSA.it

lunedì 12 febbraio 2007

Eco-crimini

"Se la direttiva sulle sanzioni contro gli eco-crimini entrerà in vigore, l'Italia è fra i paesi che dovranno cambiare molte cose........."
Questa è la "sentenza" pronunciata da Stavros Dimas, commissario UE all'ambiente, presentando la proposta di Direttiva Europea sui reati ecologici.
La notizia, apparsa su Ansa.it, fa riflettere!
Diciamo che però il nostro paese non è l'unico ad essere stato bacchettato dal Sig. Dimas, infatti Austria, Francia, Spagna e Portogallo ci fanno buona compagnia.
In particolare Spagna e Portogallo, per quel che riguarda i trasporti di merci pericolose, a detta del commissario UE, devono rivedere molte cose all'interno della loro leggi nazionali.

Si pensa di poter fare entrare in vigore la Direttiva per la fine del 2008!

Per leggere l'articolo Ansa guardate qui.
Per saperne di più sulla Direttiva leggete qui.

fonte: ANSA.it