img di fondo

img di fondo

martedì 23 gennaio 2007

Naufragio "Napoli"



Mentre il carburante continua a fuoriuscire dalla nave, i container ...si svuotano!


Continua a perdere combustibile la nave portacontainer "MSC NAPOLI", naufragata lungo le coste britanniche del Devon (canale della Manica), durante il passaggio dell'uragano Kyrill.

La "Napoli" (portata 4960 teu), battente bandiera Britannica, era in navigazione diretta verso le coste del Portogallo.

Il cargo, fatto arenare a Lyme Bay per evitarne l'affondamento, ha perso in mare anche parte del carico (circa 200 container) che pian piano sono approdati a riva spinti dalla corrente innescando la corsa al ...saccheggio da parte degli abitanti della zona.

Operazione questa molto pericolosa, visto il contenuto di molti di questi contenitori, nonchè illegale (?) (pur con molti dubbi giuridici) secondo il Merchant Shipping act (1995).

La situazione, secondo i Britannici, è sotto controllo per ciò che riguarda possibili conseguenze per l'ambiente anche se ci vorranno giorni per recuperare tutto il carburante che ancora si trova nella nave.

Preuccupazioni anche per il carico "pericoloso" di molti dei container a bordo della "Napoli".
Si parla di infiammabili classe 3, di acidi per batterie, ecc..
(ricordo che a bordo della nave sono registrati ben 2394 container).

Leggi anche:
Razzia di container (TE Trasporto Europa)

Nessun commento: