img di fondo

img di fondo

giovedì 20 dicembre 2007

Auguri!




A tutti i lettori....



BUON NATALE


E


UN SERENO 2008

Reach compie un anno!




"Il 30 dicembre il Regolamento n. 1907/2006 (REACH) compirà un anno dalla pubblicazione e, nonostante un inspiegabile ostracismo alla divulgazione di informazioni a mezzo dei “massmedia”, si assume che il testo legislativo sia oramai patrimonio di tutti i soggetti della “supply-chain”: fabbricanti, importatori, utilizzatori a valle (formulatori, professionisti, re-brander,ecc.), distributori, rivenditori al dettaglio, consumatori.
Taluni soggetti rappresentano gli “attori” principali, quali fabbricanti importatori e utilizzatori a valle, che dovranno sostenere gli oneri economici più o meno importanti a fronte di precisi obblighi previsti dal regolamento mentre altri soggetti saranno prevalentemente “spettatori”, quali distributori rivenditori e consumatori, che avranno però la possibilità di far valere i propri diritti così come previsto in REACH......"

(continua a leggere l'articolo qui..)



giovedì 13 dicembre 2007

Tir: ..stop al fermo!


"Alla fine ha vinto il confronto. Abbiamo riportato il paese alla normalità senza cedere alle provocazioni..."
Questo, il commento del Premier Prodi ieri in serata alla notizia della sospensione del fermo da parte degli autotrasportatori.

Termina così dopo tre giorni la protesta degli autotrasportatori che ieri, in serata, hanno valutato positivamente le proposte fatte dal Governo in quanto tese a soddisfare le diverse richieste oggetto della vertenza.

Lungo le strade italiane i tir in serata hanno cominciato a togliere i blocchi iniziati domenica notte, anche se non tutti smobilitano. I disagi per i cittadini, comunque, continueranno: per tornare alla normalità e ad un servizio efficiente ci vorranno non meno di 48 ore per quanto riguarda benzina e gasolio e una settimana, secondo la Coldiretti, per la distribuzione dei generi alimentari .



Contestazioni e rabbia tra i "padroncini" , che si sentono traditi dalle organizzazioni sindacali!

Il contratto obbligatorio scritto, le tariffe minime, l'osservatorio sui costi, la strategia dei controlli e gli interventi sul gasolio, sono alcune delle "promesse" fatte dal Governo.

E' previsto anche un emendamento nella Finanziaria attualmente al vaglio del Parlamento, che stanzia in particolare 30 milioni di fondi per il 2008 per il rimborso pedaggi 2007. A questi si aggiungono altri 20 milioni nel 2009 e 20 milioni nel 2010 per finanziare il fondo di riforma dell'autotrasporto.


Distributori ancora chiusi e scaffali vuoti nei supermercati. Danni milionari per le aziende. E soprattutto la minaccia di rincari sotto le feste Natalizie.

Queste sono le conseguenze dirette del fermo appena terminato.

immagine: Online-news.it

mercoledì 12 dicembre 2007

il fermo ..continua!


Si è concluso poco fa l'incontro con le associazioni sindacali degli autotrasportatori a Palazzo Chigi.
Durante l'incontro il Governo ha consegnato un documento che gli autotrasportatori si sono riservati di valutare....
Il responsabile nazionale Cna-Fita Maurizio Longo ha annunciato che i blocchi rimangono!
Le associazioni si riuniscono ora separatamente per valutare le proposte del Governo confermando che entro domattina una decisione verrà presa.
I disagi...continuano!

Leggi su TrasportoEuropa.it le richieste degli autotrasportatori e i perchè del blocco.
immagine: Quotidiano.net

Riparte il dialogo!


Alle 14.30 il Ministro A.Bianchi ha riconvocato attorno ad un tavolo le associazioni interessate per cercare di venir fuori da una situazione che diventa, con il passare delle ore, sempre più...insostenibile!

Nel contempo la Procura Romana, ha aperto un'inchiesta sui blocchi:
il reato ipotizzato è interruzione di pubblico servizio per i disagi provocati a Roma Sud.

Per il reato in questione, la legge prevede pene fino ad un'anno di reclusione per i partecipanti e da uno a cinque anni per i promotori ed organizzatori.




immagine: Corriere.it


Muro contro muro


Si apprende dal Ministero dei Trasporti che l'intenzione del Governo è quella di convocare le parti interessate solo se verranno immediatamente rimossi tutti i blocchi stradali.

Il Ministro Bianchi: "i blocchi sono illegali e vanno rimossi!".

Lo sciopero continua....e il carburante è terminato! Benzinai chiusi.

immagine: Kataweb.it

Camionisti precettati..ma i blocchi restano!


Continuiamo a seguire le vicende dello sciopero degli autotrasportatori, arrivato oggi al suo terzo giorno con evidenti gravi conseguenze per tutto il paese....

Strade bloccate e rifornimenti fermi (carburante, generi alimentari e materie prime per l'industria..), una situazione che tende a peggiorare sempre più con il passare delle ore e che sta portando alla "paralisi" il paese.
Fonti autorevoli parlano di un'adesione che arriverebbe al 90%!!
Dopo il fallimento della riunione di ieri a Roma, gli autotrasportatori vanno avanti per la loro strada e nonostante la precettazione da parte del Ministro Bianchi, i blocchi lungo le strade rimangono.

"Continua la protesta in tutta Italia - assicura Maurizio Longo presidente di Cna-Fita - andiamo avanti fino a venerdì".
La situazione potrebbe cambiare, spiega Longo, solo "con un accordo concreto con il governo".
Il segretario generale della Conftrasporto Pasquale Russo conferma: "La situazione è immutata, la precettazione è un atto illegittimo che non ha senso".

Il Premier Prodi: "protesta inammissibile!!"

A seguito della precettazione, il Ministero ha comunicato che le sanzioni per il mancato rispetto dell'ordinanza si traducono in 500 euro al giorno a carico dei singoli imprenditori e di 25mila euro al giorno per le associazioni.
Inoltre, le imprese rischiano sanzione disciplinare per violazione del codice di autoregolamentazione consistente nella sospensione dall'iscrizione all'Albo fino a sei mesi e, in caso di reiterazione, la revoca dell'iscrizione.
Per ultimo, nel caso di violenze o blocchi agli accessi di porti o autostrade, il ministero ricorda che è prevista la reclusione fino a quattro anni e arresto facoltativo.

Intanto, il blocco dei tir ha causato finora un danno economico di 300 milioni di euro:
le stime sono di Confetra, la Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica.
Un danno, si legge nella nota, "subito dalla maggioranza del settore che patisce il fermo senza averlo proclamato e senza condividerlo".

Per ulteriori informazioni, TrasportoEuropa.it, segue in tempo reale l'evolversi della situazione..

immagine: Repubblica.it


lunedì 10 dicembre 2007

L'autotrasporto ha detto "stop!"


Una notizia di cronaca, importante...... !!

Parliamo del blocco dell'autotrasporto iniziato stamane e destinato ad andare avanti sino alle ore 24.00 di venerdi 14 Dicembre.
(ma domani alle 12.00 è previsto un primo incontro con il Ministro dei Trasporti A.Bianchi)

Dal sito del quotidiano on line TrasportoEuropa.it:

"..Nel primo giorno di protesta le associazioni dichiarano un'adesione del 90%. Bloccati porti e interporti, autostrade intasate.Già dalla mattina del 10 dicembre, primo giorno di fermo dell'autotrasporto, le sigle che hanno proclamato la protesta mostrano una grande soddisfazione sugli esiti. "Siamo al 90% delle adesioni", ha dichiarato il presidente di Conftrasporto, Pasquale Russo, ......"
(continua a leggere l'approfondimento qui e qui)

Ovviamente l'evento riguarda da vicino anche il trasporto di merci pericolose.
In particolar modo la distribuzione di carburante per autotrasporto che rischia di paralizzare il paese sotto le feste...


fonte: TrasportoEuropa.it
immagine: Corriere.it

giovedì 6 dicembre 2007

Novità ADR: nuove TremCards dal 2009


Si tenuta a Ginevra, dal 5 al 9 novembre 2007, la riunione del WP 15 (il gruppo di lavoro ECE/ONU su ADR e ADN) dedicata all’ADR.

Il WP 15 ha adottato, con alcune piccole modifiche, le proposte di emendamento per le edizioni 2009 di ADR/RID/ADN concordate nelle riunioni 2006-2007 del Joint Meeting ADR/RID/ADN.

Recipienti in pressione

A fronte degli emendamenti adottati, si prevede una modifica della stessa TPED, che però non potrà essere adottata prima dell’entrata in vigore dell’ADR 2009.
Per tener quindi conto del permanere di diversità fra ADR e TPED, ed anche per sopperire alle difficoltà cui potranno andare incontro i paesi non membri dell’UE, si valuterà la possibilità di introdurre misure transitorie.

Materie inquinanti per l’ambiente

Nel confermare l’adozione delle modifiche al testo ADR in linea con quanto deciso nelle riunioni del Joint Meeting ADR/RID/ADN, si è anche iniziato a discutere sulla possibilità di semplificare il testo, facendo direttamente riferimento al GHS o al futuro regolamento europeo sul GHS.

Istruzioni scritte

E’ stato deciso di adottare, con alcune modifiche, la proposta dell’apposito gruppo di lavoro che prevede un sistema completamento nuovo.
In particolare è prevista un’unica istruzione scritta di 4 pagine, valida per tutti i numeri ONU.

Certificato di formazione professionale

E’ stato deciso di esentare dall’obbligo del corso di specializzazione in esplosivi (Classe 1) i conducenti di veicoli che trasportano esplosivi classificati come 1.4S (che sono esenti all'ADR)

Quantità esentate
Sono state adottate le disposizioni relative al trasporto di “Quantità esentate”, sulla base del testo contenuto nelle Raccomandazioni ONU, sostanzialmente analogo a quanto già contenuto nelle Technical Instructions dell’ICAO.


ENTRATA IN VIGORE DEGLI EMENDAMENTI

E’ stato confermato che gli emendamenti approvati entreranno in vigore dal
1 gennaio 2009.
E’ comunque possibile che ulteriori, minori modifiche possano essere approvate nel corso della prossima riunione prevista a Ginevra nel maggio 2008.

Fonte: Orange Project


martedì 27 novembre 2007

Bulgaria e Romania aderiscono a REACH


La GUUE L304 del 22 novembre 2007, ha pubblicato il Regolamento (CE) n. 1354/2007 del 15 novembre 2007, che adegua il regolamento (CE) n. 1907/2006, concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), a seguito dell’adesione della Bulgaria e della Romania.

Fonte: Associazione Ambiente e Lavoro

martedì 20 novembre 2007

La Commissione Interministeriale sul trasporto di merci pericolose


Dal blog di Merci pericolose.it:

"...Sulla Gazzetta Ufficiale Francese del 1 novembre 2007, è stato pubblicato il Decreto del 28 settembre 2007 con il quale si procede al rinnovo della Commissione Interministeriale del trasporto di merci pericolose, istituita nel 1995.
Della Commissione fanno parte rappresentanti dei trasportatori, dell’industria, dei costruttori di veicoli, delle organizzazioni sindacali, esperti, ecc..
E la nostra Commissione ministeriale sul trasporto intermodale ? Tutto tace !
Comunque vorrei segnalare che nella Commissione francese di cui sopra è rappresentata anche l’Associazione francese dei consulenti per la sicurezza.
E analoghe associazioni esistono anche in altri paesi europei: Belgio, Irlanda, ecc.
E da noi ?
Ci stiamo muovendo:
a breve Orange Project lancerà un’iniziativa per costituire anche in Italia un’associazione di questo tipo."


Mi sembrava importante dare spazio a questo messaggio..!!


Le novità del IMDG code (em. 33-06)


Come noto, dal 01 Gennaio 2008, entra in vigore il nuovo IMDG code (emendamento 33-06).

Ecco alcune delle novità:

AEROSOL IN QUANTITA’ LIMITATA
E’ stato eliminato il paragrafo 3.4.6.2 che prevedeva per gli aerosol UN 1950 aventi capacità non superiori a 1000 ml la possibilità di indicare nella Multimodal Dangerous Goods Form il solo numero “2” per identificare la classe di pericolo.
Questa modifica implica, quindi, che nella compilazione della Multimodal per una
spedizione di aerosol in Quantità Limitata sarà necessario individuare anche la
divisione di appartenenza del prodotto distinguendo tra 2.1 (Flammable gas) o 2.2 (Nonflammable, non-toxic gases).

NUOVA ETICHETTA DI PERICOLO PER I PEROSSIDI ORGANICI (Classe 5.2)
E’ stato introdotto un nuovo modello di etichetta per i perossidi organici (sulla base di quanto previsto nelle UN Model Regulations e già applicato in ADR/RID/ICAO TI).
Le etichette mod. 5.2 non conformi alle nuove disposizioni possono essere utilizzate fino al 31 dicembre 2010.
I nuovi modelli di etichetta, quindi, saranno obbligatori solo a partire dal 1° gennaio 2011.

REDAZIONE MULTIMODAL DANGEROUS GOODS FORM
Nella Multimodal le informazioni relative alle merci pericolose messe in spedizione dovranno essere riportate esclusivamente nella sequenza:


Numero ONU (preceduto dalle lettere “UN”), Proper Shipping Name, numero della classe, l’indicazione, se pertinente, della classe relativa al rischio secondario e gruppo di imballaggio (Packing group).


Non è più utilizzabile la sequenza alternativa che prevedeva:
Proper Shipping Name, classe, numero ONU preceduto dalle lettere “UN”, gruppo di imballaggio e, se pertinente, la classe relativa al rischio secondario.
Inoltre nella Multimodal il codice di omologazione potrà essere utilizzato per descrivere gli imballaggi solo in aggiunta alla descrizione del collo.
Per esempio nel caso di una cassa di cartone si potrà riportare: Fibreboard box (4G) ma NON solo 4G!


immagine tratta da: www.storck-verlag.de

martedì 30 ottobre 2007

Pronta la traduzione Italiana del nuovo IMDG code.


Giunge notizia dall'editore ArS - Edizioni informatiche che finalmente è disponibile la traduzione italiana della nuova edizione del Codice IMDG (33-2006), il riferimento normativo per il trasporto marittimo delle merci pericolose.

La traduzione curata, come al solito, dall'ing. Sergio Benassai, Presidente del Comitato Esperti ONU sul trasporto di merci pericolose contiene anche i corrigendum approvati dal Sotto Comitato DSC dell'IMO nel settembre 2007.

Ricordo che con la pubblicazione sul supplemento ordinario 123 alla Gazzetta Ufficiale 163 del 15 luglio 2005 del
DPR 6 giugno 2005, n. 134, il Codice IMDG è divenuto il riferimento normativo obbligatorio anche per i trasporti marittimi nazionali.

Cos'è il Codice IMDG?
Il Codice IMDG (International Maritime Dangerous Goods Code) dell'
IMO è il riferimento normativo internazionale per il trasporto marittimo delle merci pericolose.

Attualmente è in vigore l'emendamento 32 del 2004; l'emendamento 33 del 2006, oggetto della presente traduzione, è comunque già applicabile su base volontaria e diverrà obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2008.


per la scheda informativa vedere qui.

fonte: Ars - edizioni informatiche

lunedì 29 ottobre 2007

REACH: Conferenza Nazionale a Roma


Nel corso della 1a Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH (organizzata dal Governo italiano e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia e tenutasi a Roma il 25 ottobre 2007 ) sono state presentate le iniziative comunitarie e nazionali per l’attuazione del Regolamento REACH, in vigore dall’1 giugno 2007, concernente la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche.
Negli interventi del Governo e della Commissione Europea è stata sottolineata l’importanza del Regolamento sia per la salute dei lavoratori esposti alle sostanze chimiche e della popolazione in generale che per l’ambiente e sono state indicate le azioni in corso, sia a livello comunitario (con particolare riferimento alle attività dell’Agenzia europea) che nazionale.
Per quanto riguarda le iniziative in corso a livello nazionale è stato annunciato che entro brevissimo tempo sarà emanato il decreto interministeriale previsto dall’articolo 5 della legge 46/2007, con il quale si darà operatività all’apposita struttura pubblica che dovrà gestire il REACH, prevedendo l’assegnazione dei compiti tecnico-scientifici all’Istituto Superiore di Sanità e all’Agenzia Nazionale per la protezione dell’ambiente e i servizi tecnici..
Nel corso della Conferenza sono stati approfonditi i problemi con i quali si devono confrontare i produttori, gli importatori e gli utilizzatori di sostanze chimiche, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese, sulle quali gravano in modo particolare i costi e gli oneri aggiuntivi per l’adeguamento alle nuove regole
A tale proposito sono stati illustrati gli strumenti comunitari e nazionali di informazione, formazione e assistenza già disponibili (
le guide predisposte dall’Agenzia europea, l’help-desk gestito dal Ministero dello sviluppo economico, le iniziative delle associazioni industriali).
fonte: Orange Project

domenica 28 ottobre 2007

Nuovi fondi per lo sviluppo del trasporto intermodale


La nuova Legge Finanziaria, in discussione al Parlamento, ha stanziato per il nuovo triennio, a favore del settore trasporto intermodale, nuovi fondi..

La Finanziaria 2008 investe complessivamente per l’intermodalità (cioè la facilitazione nel passaggio da un mezzo di trasporto all’altro strade, mare, ferrovia), 591 milioni di euro per il prossimo triennio.

In Italia il trasporto su gomma è pari all’88%.

L’obiettivo è quello di diminuire il traffico dei Tir sulle strade (rendendole peraltro più sicure), spostando quote importanti di trasporto merci sulle ferrovie e sulle Autostrade del Mare.

Per ciascuno dei prossimi tre anni 77 milioni di euro andranno a sostenere l’Ecobonus, ossia il contributo erogato dal Ministero dei Trasporti per incentivare gli autotrasportatori a scegliere le Autostrade del Mare (la possibilità cioè di imbarcare i camion sulle navi evitando di percorrere lunghe distanze su strada).

Al trasporto combinato treno-Tir (compresi i contributi per il trasporto di merci pericolose) andranno 135 milioni di euro mentre 200 milioni di euro, nel solo 2008, saranno destinati come agevolazioni agli autotrasportatori.


fonte: Ministero dei Trasporti

Novità ADR 2009!



Si tenuta a Ginevra, dall’11al 21 settembre 2007, la riunione congiunta ADR/RID/ADN.

Recependo le direttive delle nuove UN Model Regulations (15th.) è stato tra l’altro concordato:

Quantità esentate

Sono state adottate le disposizioni relative al trasporto di “Quantità esentate”, sulla base del testo contenuto nelle Raccomandazioni ONU, sostanzialmente analogo a quanto già contenuto nelle Technical Instructions dell’ICAO.

Materie inquinanti per l’ambiente acquatico

Dal 1 gennaio 2011 le materie inquinanti per l’ambiente acquatico, anche se già classificate per altre caratteristiche di pericolosità, dovranno essere classificate come tali e sugli imballaggi dovrà essere apposto l’apposito marchio.

Vendita al dettaglio


L’esenzione prevista al paragrafo 1.1.3.1, lettera a) si applicherà anche agli imballaggi riutilizzabili per il riempimento (ad esempio taniche per il rifornimento di benzina)

Telematica

E’ stata decisa l’istituzione di un gruppo di lavoro per studiare la problematica dell’applicazione dei sistemi telematici al trasporto di merci pericolose.


NOTA: Quanto sopra entrerà in vigore con le edizioni 2009 di ADR e RID, a condizione che, rispettivamente, WP.15 e Comitato esperti RID lo approvino nelle prossime riunione previste a novembre 2007 (cosa abbastanza scontata!!).
fonte: Orange Project

venerdì 26 ottobre 2007

Esami per consulente ADR


Per chi deve fare l'esame (primo certificato o rinnovo) per consulente ADR su Milano, linkare a questo indirizzo per trovare tutte le informazioni necessarie (iscrizione, moduli, modalità d'esame, calendario delle prove, ecc..):
http://www.siit2trasporti.it/page_home/materiadr.htm

L'ADR compie 50 anni!

For fifty years the United Nations Economic Commission for Europe Transport Division has worked with Member States on developing, amending, implementing, updating, expanding and improving this important international agreement.
To celebrate this milestone, the Transport Division is organizing a Roundtable in conjunction with the 83rd session of the UNECE Working Party on the Transport of Dangerous Goods (WP.15), at the Palais des Nations in Geneva on 8 November 2007.
The Roundtable will convene ADR veterans with some of its newer faces, and through presentations and discussions there will be an opportunity to reflect on the role of the ADR – both past and present.

The ADR was signed in Geneva on 30 September 1957 and entered into force on 29 January 1968. It currently counts 43 Contracting Parties.
fonte: UNECE

UN Model Regulations (15th edition)


Pubblicata dall'ONU, on-line, la 15ma edizione delle "UN Model Regulations" (altrimenti conosciute come "Orange book"), dalla quale nasceranno i nuovi regolamenti modali per il trasporto di merci pericolose.
Le nuove norme sono liberamente scaricabili in lingua Inglese o Francese a questo indirizzo:
http://www.unece.org/trans/danger/publi/unrec/rev15/15files_e.html

domenica 14 ottobre 2007

Atti convegno REACH

Al seguente indirizzo (http://www.regolamentoreach.it/) è possibile scaricare gli atti del convegno svoltosi il giorno 02/10/2007 a Verona sul Reach.

sabato 13 ottobre 2007

Circolare 02/10/2007 nr. 1912 - Ministero Ambiente


E' giunta ieri notizia di una nuova circolare emanata dal Comitato nazionale - Albo nazionale gestori ambientali (Circolare 2 ottobre 2007, prot. 1912/Albo/Pres) sotto l'egida del Ministero dell'ambiente a titolo:

imballaggi ed etichettature trasporto rifiuti.

Riportiamo il link al testo integrale della stessa al fine di poter agevolare un' attenta lettura, sopratutto da parte di coloro che pensano che i rifiuti pericolosi poco abbiano a che fare con l'ADR....


per leggere la circolare fare click qui.

REACH: conferenza a Roma il 25 Ottobre


REACH: Conferenza del Governo, a Roma il 25 ottobre.


Il 25 ottobre 2007 si terrà a Roma la I Conferenza Nazionale sul Regolamento REACH.
La conferenza è organizzata dal Governo italiano e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.
Nel corso della Conferenza, sarà presentato il piano nazionale per l'attuazione del regolamento REACH e sarà avviato il confronto tra i soggetti istituzionali e gli attori economici e sociali impegnati nell'applicazione della nuova normativa europea sulle sostanze chimiche.


Parteciperanno, tra gli altri:
- Sen.ce Livia Turco (Ministro della Salute)
- On. Pecoraro Scanio (Ministro dell'Ambiente)
- On. Pierluigi Bersani (Ministro Sviluppo economico)
- Mr. Gunter V. Presidente Commissione europea
- Mr. Stavros Dimas, Commissario UE all'Ambiente
- On. Guido Sacconi (Deputato UE, Relatore del Provvedimento al Parlamento europeo).

L'evento sarà concluso dall'On. Gian Paolo Patta, Sottosegretario al Ministero della Salute.

Per iscriversi alla conferenza, ecco il link:
http://www.apat.gov.it/site/it-IT/Modulo_Iscrizione/Conferenza/default.html?PageID=11829

Per il programma della conferenza vedere qui.

fonte: http://www.amblav.it/

Nuova Direttiva Europea per l'omologazione dei veicoli a motore


E' stata pubblicata in questi giorni la nuova Direttiva 2007/46/CE (Gazzetta Ufficiale Europea L 263 del 9 ottobre 2007) che istituisce un quadro per l’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli .

Con questa Direttiva, che sostituisce ed integra la Direttiva 70/56/CEE e successive modifiche ed emendamenti, viene stabilito un quadro armonizzato contenente le disposizioni amministrative e i requisiti tecnici generali necessari per l’omologazione di tutti i veicoli nuovi che rientrano nel suo campo d’applicazione e dei sistemi, dei componenti e delle entità tecniche destinati a tali veicoli, al fine di semplificarne l’immatricolazione, la vendita e la messa in circolazione all’interno della Comunità.

La direttiva si applica all’omologazione:
- ai veicoli progettati e fabbricati in una o più fasi
- ai sistemi, componenti ed entità tecniche progettati e fabbricati per i suddetti veicoli
- all’omologazione individuale di tali veicoli.
- alle parti e alle apparecchiature destinate ai veicoli da essa contemplati.

Naturalmente negli allegati tecnici vengono definite le norme di riferimento anche per quanto riguarda i veicoli destinati al trasporto di merci pericolose.

Gli Stati membri devono adottare le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla direttiva, prima del 29 aprile 2009, data fissata per l’entrata in vigore delle disposizioni in questione.


fonte: Orange Project

I nuovi quiz per l'esame di consulente ADR


Sono disponibili sul sito dell'ufficio provinciale della Motorizzazione civile di Roma, i nuovi quiz aggiornati all'ADR 2007 per prepararsi all'esame per l'abilitazione a Consulente ADR.

L'indirizzo dove prelevare il file è: http://www.motorizzazioneroma.it/

venerdì 28 settembre 2007

Nuova riunione del WP15




Ginevra (CH)


83rd session of the Working Party on the Transport of Dangerous Goods (WP.15)

Codice IMDG: news


Si è tenuta a Londra, dal 17 al 21 settembre 2007, la 12^ sessione del SubCommittee on Dangerous Goods, Solid Cargoes and Containers dell’IMO.

Nel corso della riunione sono stati approvati:
- il Corrigendum all’edizione 2006 (contenente l’Emendamento 33) del Codice IMDG, che, pur essendo già in vigore dal 1 gennaio di quest’anno, entrerà in vigore obbligatoriamente dal 1 gennaio 2008,
- la bozza di Emendamento 34, sulla cui base, dopo l’approvazione da parte del Marittime Safety Committee, verrà predisposta l’edizione 2008 del Codice.

Segnaliamo che è stata adottata, in linea di principio, la decisione di rendere obbligatorie le disposizioni in materia di formazione del personale di terra coinvolto nelle spedizioni via mare.


fonte: Orange Project

venerdì 21 settembre 2007

Gallerie autostradali


Una nuova sezione di questo blog vede la luce da oggi..

Prendendo spunto dalle richieste di alcuni clienti, da oggi è possibile consultare (nella sezione intitolata "Regolamenti Gallerie") le norme specifiche applicabili alle principali gallerie autostradali (Monte Bianco, Frejus, Gottardo, ecc.) in relazione al transito di merci pericolose.
Ricordo che il nuovo ADR 2007 prevede una nuova regolamentazione del transito delle merci pericolose attraverso i tunnel stradali che sarà vigente dal 01/01/2010 (cap. 1.9.5. e 8.6 del Manuale ADR 2007).



giovedì 20 settembre 2007

Seminario Reach a Verona


Verona, Martedì 02/10/2007
( Hotel San Marco - ore 13.00-18.30 )

SEMINARIO (GRATUITO!!)

REACH ANNO ZERO - LA NUOVA GESTIONE DELLE SOSTANZE CHIMICHE:
Commenti ed osservazioni sui primi effetti del Regolamento Reach

FIGURE AZIENDALI INTERESSATE
Amministratori, Responsabili di Stabilimento, Responsabili Tecnici, Responsabili Acquisti, Responsabili della Redazione delle Schede Dati di Sicurezza.

ORGANIZZATORI
Flashpoint - Telematic - Confapi
con il contributo dell'Istituto superiore di Sanità

PROGRAMMA

ore 13.00
Inizio registrazione partecipanti
ore 14.00
Gianluca Stocco (NORMACHEM, ref. Flashpoint per il Triveneto): presentazione lavori ed introduzione al Reach; come si inserisce nel panorama legislativo europeo, le figure coinvolte, le tempistiche di registrazione; la nuova Agenzia Chimica Europea (ECHA).
ore 15.20
Cecilia Imperatori (CONFAPI): Il rapporto tra PMI e REACH, le criticità della piccola-media impresa chimica (Produttrice, Importatrice, Utilizzatrice); la condivisione dei dati ed il ruolo dei Consorzi; le attività dell'Help Desk nazionale.
ore 15.40 –ore 16.00
Federica Ceccarelli (ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'): Il ruolo e le attività dell'Autorità nazionale nell'operatività del REACH.
coffee break

ore 16.15
Gabriele Scibilia (FLASHPOINT):
1. Gli obblighi per i soggetti coinvolti nel Regolamento Reach: Produttori, Importatori, Formulatori, Utilizzatori.
2. Nuove dinamiche commerciali in ottica Reach: come rimanere competitivi sul mercato.
ore 18.10 –ore 18.30
Antonio Valenti (TELEMATIC), Simona Crementieri (FLASHPOINT): presentazione prodotti e servizi

Chiusura dei lavori

ISCRIZIONI

Le iscrizioni (entro il 24/09/2007) acura di Telematic Srl: tel. 02.612.42.36, e-mail: info@epy.it.
E' possibile iscriversi al convegno in due modi:
N.B.: La sede dove avrà luogo il Seminario sarà comunicata via mail al partecipante.
fonte: Flashpoint srl

venerdì 7 settembre 2007

UE - passo in avanti verso il TU sul trasporto di merci pericolose


In passato (Febbraio 2007) abbiamo dato notizia su queste pagine, della presentazione al Parlamento Europeo della bozza di TU sul trasporto di merci pericolose che va ad armonizzare e unificare le direttive esistenti su ADR, RID, ADN e Consulenti per la sicurezza.
Il testo, in lingua Italiana, del documento si può leggere nella sezione "Utility" di questo sito.
E' di Mercoledi scorso la notizia che il Parlamento Europeo ha approvato il TU sulla base della relazione presentata dal Deputato Polacco B.Liberadzki pur avanzando la richiesta di alcune modifiche allo stesso.
In particolare un emendamento stabilisce che gli Stati membri possano emanare norme "speciali" in materia di trasporto merci pericolose su treni passeggeri.
In aggiunta, il Parlamento UE chiede di prorogare di un anno (da 5 a 6) il periodo di validità delle deroghe già previste dal TU e di spostare al 30/06/2009 il termine ultimo di scadenza imposto agli Stati membri per conformarsi alle nuove norme.

per ulteriori informazioni leggete qui!

Trasporto marittimo - novità



Giunge notizia della pubblicazione di un nuovo Decreto del Ministero dei Trasporti ( Decreto 2 agosto 2007 - Gazzetta Ufficiale n. 203 del 1 settembre 2007) inerente le norme provvisorie per il trasporto marittimo alla rinfusa delle merci pericolose allo stato gassoso, norme per gli allibi e procedure amministrative per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco ed il nulla osta allo sbarco delle merci medesime.
Questo Decreto aggiorna le norme relative al trasporto marittimo alla rinfusa di merci pericolose allo stato gassoso.

Tale aggiornamento comporta anche una riunificazione delle norme che attualmente disciplinano il trasporto, gli allibi e le procedure amministrative; si è quindi ritenuta necessaria la sua emanazione in attesa che venga emanato il DPR previsto dall’articolo 35 della legge 616 del 1962.

Nel testo si fa riferimento alla normativa internazionale vigente (IMDGcode) e, in particolare, al Codice IGC, al Codice GC e al Codice per le navi esistenti, contenenti le norme per la costruzione e l’equipaggiamento delle navi, nonché, per gli aspetti amministrativi, ai relativi certificati.

Leggi il Decreto.

fonte: Orange Project

Le nuove Trem Cards


Ne avevamo già parlato...
Una delle prossime novità (importanti) in tema ADR potrebbe essere quella inerente il nuovo modello di istruzioni scritte (..le famose Trem Card) per il trasporto.
A questo proposito, nel corso della prossima riunione del WP15 (ADR), che si terrà a Ginevra dal 5 al 9 Novembre 2007, sarà discusso un documento a firma Tedesca dove si formalizza la proposta relativa all'introduzione nell'ADR 2009 di un unico modello di istruzioni scritte valido per tutte le classi.
Questo documento origina dai risultati di un'apposito gruppo di lavoro istituito in precedenza e dalle precedenti analisi e discussioni già tenute in sede Onu sull'argomento.

Per leggere il documento, vedere qui!


Sarete prontamente informati sulle novità future in merito a questo tema.

fonte: Orange Project

martedì 4 settembre 2007

Aggiornamento IATA


In merito alla notizia diffusa ieri dell'aggiornamento (corrigendum) diramato da IATA alla 48^ edizione delle DGR (Dangerous Goods Regulations - trasporto aereo di merci pericolose) specifichiamo quanto segue: l'aggiornamento è disponibile on-line su questa pagina ed è in vigore dal 03/08/2007.

PS: le parti rettificate sono evidenziate in giallo!

lunedì 3 settembre 2007

IMDG/IATA news


Ciao a tutti!!

Le vacanze sono finite e tutti siamo pronti ad affrontare con rinnovato vigore la nuova stagione che comincia.

Riprendiamo il servizio di informazione che questo sito offre, con un paio di notizie riguardanti il trasporto marittimo e il trasporto aereo:

IMDG
  • Dal 17 al 21 settembre 2007 si terrà a Londra la 12^ sessione del SottoComitato DSC (Dangerous Goods, Solid Cargoes and Containers) dell’IMO. Fra i documenti presentati per la loro approvazione si ricordano in particolare:
  1. l’Errata e Corrigenda all’attuale testo del Codice IMDG (Emendamento 33-06) che dovrebbero essere approvati in tempo per l’entrata in vigore obbligatoria di tale testo (1 gennaio 2008)
  2. la proposta di modifiche al testo attuale del Codice IMDG, essenzialmente basate sul recepimento delle modifiche contenute nelle Revisione 15 delle Raccomandazioni ONU: tali modifiche saranno contenute nell’Emendamento 34-08 che, dopo l’approvazione del Marittime Safety Committee nel maggio 2008, entrerà in vigore, su base volontaria, nel 2009 (e obbligatoriamente nel 2010)
  3. la proposta di rendere obbligatorie le disposizioni relative alla formazione
  4. le proposte sugli inquinanti marini, sia per recepire, in parte, le nuove disposizioni ONU, sia per fornire chiarimenti sulle diverse disposizioni rilevanti.
IATA
  • L’ICAO ha pubblicato un Corrigendum all’edizione 2007/2008 delle Technical Instructions for the Safe Transport of Dangerous Goods by Air. Analogamente la IATA ha pubblicato un Addendum alla 48^ edizione delle sue Dangerous Goods Regulations.Le modifiche riguardano essenzialmente le disposizioni per il trasporto delle pile al litio, nonché alcune variazioni alla regolamentazione comunicate da alcuni Stati membri e da alcune compagnie aeree.
fonte: Orange Project

lunedì 6 agosto 2007

Mare....!!



BUONE VACANZE A TUTTI I LETTORI!!!

arrivederci a Settembre!

giovedì 26 luglio 2007

Nuove decisioni Onu


Si è tenuta a Ginevra dal 2 al 6 luglio 2007, come già segnalato su queste pagine, la 31^ sessione del SottoComitato Esperti ONU sul trasporto di merci pericolose.

Ecco le nuove decisioni (in prospettiva ADR 2009):

1) Definizioni

Sono state introdotte le nuove definizioni di:


Unità di trasporto merci (Cargo transport unit) indica un veicolo cisterna stradale o un veicolo merci stradale, un carro cisterna ferroviario o un carro merci stradale, oppure un contenitore merci multimodale, una cisterna mobile od un CGEM

Unità di trasporto merci chiusa (Closed cargo transport unit) indica un’unità di trasporto merci che racchiude totalmente i contenuti mediante strutture permanenti. Le unità di trasporto merci con lati o coperchi di tessuto non sono considerate unità di trasporto merci chiuse.


Le definizioni adottate sono in linea con quelle già contenute nel Codice IMDG.

L’espressione “Unità di trasporto merci” sostituirà l’attuale “Unità di trasporto” (Transport unit) nel testo delle Raccomandazioni ONU.

2) Rischi sussidiari

E’ stato concordato di aggiungere la disposizione speciale 313 o 329 alle sostanze tossiche per inalazione delle rubriche UN 3383, 3384, 3385, 3386, 3389 e 3390, per tener conto del rischio sussidiario di infiammabilità o corrosività.

3) Quantità limitate

E’ stato aggiunto un nuovo paragrafo 3.4.10 per precisare che, nel caso di sovrimballaggio, su di esso deve essere apposto il marchio “SOVRIMBALLAGGIO” e quello richiesto dal paragrafo 3.4.8 (se non è visibile quello apposto sui colli), ma non è richiesto il marchio con la designazione ufficiale di trasporto né l’etichetta di pericolo.

4) Prove per i GIR

E’ stato precisato che il criterio in 6.5.6.9.5 (d), introdotto con la 15^ edizione delle Raccomandazioni ONU, si applica solo ai GIR fabbricati dopo il 1 gennaio 2011, inserendo di conseguenza il relativo riferimento anche nel 4.1.1.3.

5) Materie infettanti

E’ stato deciso di inserire un nuovo paragrafo nell’istruzione d’imballaggio P620 (eguale al paragrafo 13 dell’istruzione d’imballaggio P650) per consentire di trasportare piccole quantità di materie pericolose necessarie per la buona conservazione del materiale.

6) Prova di impatto per imballaggi con materie infettanti

E’ stato deciso di aggiungere una figura ai paragrafi 6.3.5.4.1.e6.3.5.4.2 per precisare la forma della barra per la prova di impatto.

7) Manuale delle prove e dei criteri

Nella Sezione 16 del Manuale è stato introdotto un nuovo metodo di prova, 6(d), Unconfined single package test, per definire la divisione alla quale assegnare il collo contenente esplosivi.


fonte: Orange Project

Analisi e commenti alla bozza Europea del GHS (2a parte)

Orange Project, pubblica on line, la seconda parte dell'analisi e del commento al documento COM(2007)355, contenente la “Proposta per un Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele, emendando la Direttiva 67/548/CEE ed il regolamento (CE) 1907/2006”.


Potete trovare le nuove analisi e commenti agli articoli da 5 a 16 qui!

fonte: Orange Project

mercoledì 18 luglio 2007

REACH: schema di Decreto


Si segnala che è stato sottoposto al parere del Parlamento uno schema di decreto ministeriale concernente il piano di attività e utilizzo delle risorse finanziarie riguardante gli adempimenti previsti dal regolamento REACH.
Come noto l’Autorità competente a livello nazionale è stata individuata nel Ministero della Salute. Tale Ministero opererà d’intesa con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero dello sviluppo economico e il Dipartimento per le politiche comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Per gli aspetti tecnico-scientifici l’Autorità competente si avvarrà principalmente dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), presso il quale viene istituito il Centro nazionale delle Sostanze Chimiche (CSC), e dell’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e per i servizi Tecnici (APAT).

Per leggere lo schema del Decreto guarda qui!

fonte: Flashpoint Srl

lunedì 16 luglio 2007

Analisi e commenti alla bozza Europea del GHS


Orange Project ha iniziato in questi giorni la pubblicazione on line dell' analisi e dei commenti al documento COM(2007)355, contenente la “Proposta per un Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele, emendando la Direttiva 67/548/CEE ed il regolamento (CE) 1907/2006”.


Potete leggere analisi e commenti ai primi 4 articoli qui!


fonte: Orange Project

venerdì 13 luglio 2007

Corrigendum 1 - ADR 2007


E' stata pubblicata, in questi giorni, la traduzione in lingua Italiana del primo Corrigendum all'edizione 2007 dell'Accordo ADR. di cui già avevamo dato notizia su qeste pagine.
Come di consueto, il lavoro è stato svolto dal Comitato Orange Project con la supervisione dell'Ing. S.Benassai.
Il link per scaricare il testo in Italiano del Corrigendum è: http://orange.fastxp.it/UserFiles/File/CORRIG2007ADR.pdf

fonte: Orange Project

deroghe all'ADR 2007

Giunge notizia dall'UE, della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Europea L 169 del 29 giugno 2007, della Decisione della Commissione (26 giugno 2007) che modifica per la seconda volta la decisione 2005/263/CE che autorizza gli Stati membri, a norma della direttiva 94/55/CE del Consiglio, ad adottare determinate deroghe in relazione al trasporto di merci pericolose su strada.

Con questa decisione la Commissione Europea ha autorizzato Danimarca, Finlandia, Irlanda, Portogallo e Regno Unito ad adottare deroghe all’ADR.

Ricordiamo che il nostro paese non ha mai utilizzato lo strumento delle deroghe nazionali all’ADR che, come noto, è consentito per piccole quantità o per brevi tragitti.

Le deroghe contenute in questa decisione dovrebbero peraltro far riflettere i nostri operatori ed il Ministero dei Trasporti, dal momento che analoghe deroghe italiane potrebbero forse risolvere alcuni problemi.


In particolare facciamo riferimento a:


1) la deroga concessa alla Danimarca per poter esentare il trasporto di rifiuti destinati allo smaltimento, e provenienti da abitazioni e da alcune tipologie di imprese, dalle disposizioni in materia di classificazione, imballaggio, etichettatura, documentazione, formazione. La ragione di ciò sta nell’ovvia constatazione che per queste tipologie di rifiuti risulta estremamente difficile ottemperare all’ADR,

2) analoga deroga concessa all’Irlanda per il trasporto di fuochi pirotecnici scaduti destinati allo smaltimento,

3) la completa esenzione dall’ADR, concessa al Regno Unito, per il trasporto di batterie e pile al litio scadute, purché imballate in specifici imballaggi e in quantità inferiori a certi valori prestabiliti.


fonte: Orange Project


lunedì 2 luglio 2007

I quaderni di Trasporto Europa


Sul sito http://www.trasportoeuropa.it/ trovate da questa sera un indispensabile documento, liberamente scaricabile in formato pdf, sull' ADR 2007 a firma del sottoscritto.

il link è il seguente:



Questo lavoro rappresenta l'inizio di una nuova linea editoriale da parte dell'editore, basata sulla pubblicazione di "quaderni" a carattere monografico sui più importanti temi inerenti l'autotrasporto e le merci pericolose.

Chimica, logistica e competitività

Voglio porre alla vostra attenzione, oggi, questo articolo scritto da Carlo Latorre di Polimerica.it in merito al problema: chimica, logistica e competitività.
Nell'articolo, si commenta l'incontro tenutosi il 27 giugno scorso in occasione della quarta Conferenza sulla logistica organizzata da Federchimica in collaborazione con Certiquality, AssICC e Assocostieri, per promuovere uno scambio di conoscenze ed esperienze fra Pubblico e Privato, anche guardando alle esperienze straniere capaci di fornire soluzioni e risposte alle esigenze del comparto.
I temi caldi affrontati, vanno dal ruolo fondamentale dei vigili del fuoco nelle emergenze, al problema del SET (Servizio Emergenze Trasporti) di Federchimica, al mancato funzionamento della Commissione (istituita nel 2005 dal Ministero dei Trasporti) di coordinamento sul trasporto di merci pericolose, al problema dei sistemi di gestione, alla valutazione "S.Q.A.S." (Safety and Security Quality Assesment System) di Cefic e alla legge di riforma dell'autotrasporto.

Leggi l'articolo.

fonte: www.polimerica.it