img di fondo

img di fondo

venerdì 22 dicembre 2006

Auguri!!!




a tutti auguro

Buon Natale e un sereno 2007

....a presto!

Il Registro Consulenti di Orange Project: speranze e sviluppi per il 2007

Volevo chiudere prima delle feste con un ..."messaggio di speranza", riprendendo quanto auspicato da Orange Project nell'ultima news letter:
Per l'anno nuovo, speriamo che il registro consulenti riceva moltissime iscrizioni in modo da poter intraprendere la strada, doverosa, della costituzione di un'Associazione di categoria.
Punto, questo, gia dibattutto dal sottoscritto più volte in passato dalle pagine di questo sito.

Chissà....

giovedì 21 dicembre 2006

Decreto 6 ottobre 2006 - Ministero dei Trasporti

E' di oggi la notizia della pubblicazione, sulla Gazzetta ufficiale (Gazzetta Ufficiale n. 295 del 20 dicembre 2007), del Decreto 6 ottobre 2006 del Ministero dei Trasporti che così titola:
"Attuazione delle norme concernenti la formazione professionale dei conducenti dei veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose su strada, con riferimento alla direttiva 94/55/CE".
Con questo decreto vengono dettagliate le modalità per il rilascio del Certificato di Formazione Professionale (CFP) per i conducenti dei veicoli che trasportano merci pericolose su strada. in particolare vengono specificati:

- gli organismi autorizzati all’organizzazione dei corsi di formazione,

- le modalità di approvazione dei corsi di formazione (qualificazione professionale dei docenti, registro vidimato delle lezioni),

- modalità di ammissione agli esami,

Viene inoltre costituita presso la Direzione Generale della Motorizzazione una Commissione consultiva sulla formazione dei conducenti per l’analisi dei problemi, delle innovazioni della normativa internazionale, per proposte per l’elaborazione dei questionari di esame, per la promozione di studi.
Tale Commissione è composta da un dirigente e un funzionario del Ministero dei trasporti, da un funzionario del Ministero dell’interno e da sette rappresentanti designati rispettivamente da APAT, Confindustria, Confartigianato trasporti, Federchimica, ANITA, FAI, FITA.

Per il Decreto leggere qui.

fonte: Orange Project

mercoledì 20 dicembre 2006

Direttiva 2006/117/CE "EURATOM"


E’ stata pubblicata la Direttiva 2006/117/EURATOM del Consiglio del 20 novembre 2006 (G.U. dell’Unione Europea L337 del 5/12/2006) relativa alla sorveglianza e al controllo delle spedizioni di rifiuti radioattivi e di combustibile nucleare esaurito.
La direttiva in oggetto istituisce un sistema comunitario di sorveglianza e controllo delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti radioattivi e di combustibile esaurito, allo scopo di garantire un’adeguata protezione della popolazione.
Per la Direttiva leggi qui.

fonte: Flashpoint Srl

Allarmismo ingiustificato

Stamane invito tutti a leggere un articolo, molto interessante, pubblicato da Polimerica.it
Nello stesso, viene ripresa la notizia dell'incidente ferroviario accaduto giorni fa in Trentino tra due treni merci, uno dei quali trasportava MDI (Metildifenil isocianato) di provenienza Olandese.
Nello scontro, parte del composto chimico è fuoriuscito da una delle cisterne.
Considerato che questo composto non appare nella lista delle merci pericolose sottoposte alla normativa internazionale per il trasporto ferroviario (RID) in quanto molto poco pericoloso, Federchimica, ha contestato duramente, motivando con dati tecnici precisi, le affermazione del capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, il quale aveva evocato la possibilità del disastro ambientale paragonando il sinistro in questione a quello avvenuto a Bhopal (India) nel 1984 che provocò migliaia di vittime (anche se in questo caso la sostanza incriminata era...diversa! isocianato di metile).
Le affermazione del capo della Protezione Civile sono state definite quantomeno "inopportune" e "ingiustificate" tendenti a creare un ingiustificato allarmismo nella popolazione.

fonte: www.polimerica.it

martedì 19 dicembre 2006

13ma Sessione Sottocomitato Esperti Onu - Ginevra 04/12 Dicembre 2006

Si è tenuta a Ginevra dal 4 al 12 dicembre 2006, la 13^ sessione del SottoComitato Esperti ONU sul trasporto di merci pericolose, presieduta per l'ultima volta dal Dr. Sergio Benassai che lascia l'incarico perchè va in pensione (marzo 2007).
Sono stati approvati diversi importanti emendamenti, che caratterizzeranno la 15^ edizione delle Raccomandazioni ONU e che saranno ripresi nelle edizioni 2009 di ADR, RID, ICAO Technical Instructions e Codice IMDG.
Tra questi il più importante è sicuramente l'introduzione del concetto di "excepted quantities", sulla scia di quanto già previsto dalle ICAO TI (aereo) anche se con delle differenze.

Materie esentate (excepted quantities)
E’ stata introdotta la nuova tipologia di materie esentate, consistenti in piccoli quantitativi di materie pericolose che, se contenuti in appositi imballaggi, sono esenti anche dai requisiti richiesti per le “quantità limitate”: i quantitativi previsti per ogni rubrica sono indicati con il riferimento ad una tabella in una specifica colonna della lista delle merci pericolose.

Notizie più dettagliate sul sito ONU.

Dal 2009 avremo quindi una nuova tipologia di esenzione per il trasporto di merci pericolose che affiancherà quelle già esistenti ( vedi cap. 1.1.3.6 e 3.4.6 ADR).

Un'altra informazione importante è quella che riferisce la decisione Onu di mettere a disposizione (non si sa quando!) sul sito www.unece.org:

A) i principi guida (es: i criteri per l'assegnazione delle istruzioni di imballaggio e dei codici cisterna),

B) la lista delle merci pericolose con le relative disposizioni (la famosa tabella "A" - vedi capitolo 3.2 dell'allegato "A" all'Accordo ADR).

L'accordo multilaterale M157

Il nostro paese ha firmato nel tempo diversi accordi multilaterali aventi come oggetto, particolari deroghe all'applicazione della normativa internazionale sul trasporto di merci pericolose su strada (ADR).
Gli accordi multilaterali sono regolati dal capitolo 1.5 dell'allegato "A" all'ADR.

Uno di questi, l'M157 (che riguarda l'istruzione di imballaggio P802), sta per scadere e quindi dal 01/01/2007 non sarà più possibile la sua applicazione.

Nel corso del nuovo anno scadranno anche i seguenti accordi:
  • M160 - ( scadenza: 01/07/2007 ) Carriage of certain receptacles for use in hot air balloons and hot airships - trasporto di serbatoi per palloni aerostatici ad aria calda (mongolfiere),
  • M163 - ( scadenza: 01/07/2007 ) Carriage of empty packagings, uncleaned of Class 2 - trasporto d'imballaggi vuoti non bonificati di classe 2,
  • M128 - ( scadenza: 01/11/2007 ) Carriage of 1081 Tetrafluoroethylene stabilized in tank - trasporto di 1081 Tetrafluoroetilene stabilizzato in cisterna,
Rimangono in vigore, invece, i soli:

  • M165: Limited Quantity pack size applicable to UN 1791 Packing Group III - limiti quantitativi per imballaggi interni d'imballaggi combinati in quantità limitata contenenti UN1791, III. (Scadenza: 12 novembre 2009),
  • M180: Carriage of different gases of Class 2 in DOT cylinders in relation to 1.1.4.2 - trasporto di differenti gas di Classe 2 in recipienti DOT. (Scadenza: 1 Giugno 2011).

Il Consiglio UE adotta il Reach

Ieri, Lunedì 18 dicembre 2006, il Consiglio dell’Unione Europea ha adottato all’unanimità il Regolamento REACH, già approvato il 13 dicembre dal Parlamento Europeo.
Ricordo che il regolamento entrerà in vigore il 01/06/2007.

Decreto 24/11/2006 – Ministero Trasporti


Come noto, l’ADR 2007, introduce il “Fascicolo Cisterna” come nuovo documento accompagnatorio di tutte le cisterne. Questo dovrebbe fare in modo che la vecchia e obsoleta documentazione (vedi MC813) vada in “pensione”.

E’ di questi giorni la notizia della avvenuta pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale nr. 289 del 13/12/2006, del Decreto 24 novembre 2006 del Ministero dei Trasporti, che cosi titola:
“Procedure di approvazione delle cisterne ad esclusione di quelle destinate al trasporto delle materie della classe 2”.

Con questo decreto si dà attuazione alle disposizioni dell’articolo 2 del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 19 settembre 2005 in materia di approvazione e ispezioni per le cisterne destinate al trasporto di merci pericolose (esclusi i gas).

Ogni veicolo cisterna di nuova immatricolazione deve esser dotato di certificato di approvazione (mod. DTT306), certificato di conformità e copia del certificato di ispezione iniziale.

Non è più prevista l’emissione del libretto mod. MC813.

immagine tratta dal sito www.trasportibiondi.it

venerdì 15 dicembre 2006

Il Parlamento UE approva il Reach

Il 13/12/2006, il Parlamento UE ha approvato in via definitiva il Regolamento Reach!
Entro oggi è prevista l'approvazione da parte del Consiglio ed entro il 31/12/2006, la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea.
Il Regolameno entrerà in vigore, in tutti gli Stati membri dell'UE e senza alcuna ratifica nazionale (essendo un Regolamento e non una Direttiva, ndr), il 01/06/2007.
"Grande soddisfazione per il voto positivo (529 voti a favore su 650 votanti) a stragrande maggioranza che si muove nella giusta direzione dello sviluppo sostenibile" è stata espressa dall'On. Guido Sacconi, relatore al Parlamento UE.
Pareri negativi, invece arrivano da molte delle associazioni di categoria (ambientalisti, consumatori, ecc), come già avevamo avuto modo di sottolineare giorni fa.
Leggere anche qui!

Ma che cosa è il Regolamento Reach?
Reach significa: "registrazione, valutazione e autorizzazione dei prodotti chimici".
La sua storia è molto lunga ed inizia circa otto anni fa al Consiglio informale di Chester, nel Regno Unito, dove si manifestano per la prima volta forti preoccupazioni sul sistema che regola le sostanze chimiche.
Lo scopo del nuovo regolamento è il controllo delle sostanze chimiche pericolose e la loro sostituzione con sostanze più innocue e la riorganizzazione degli attuali 40 testi legislativi in materia, in un solo regolamento.
Per saperne di più, leggere qui
e qui

mercoledì 6 dicembre 2006

Associazioni ambientali, dei consumatori e dei lavoratori: NO all'Accordo Reach

Prime reazioni ufficiali all'accordo siglato pochi giorni fà in sede Europea che permette al nuovo regolamento sulle sostanze pericolose di entarare in vigore nel prossimo anno:

Interlocutoria la posizione delle Associazioni imprenditoriali che "attendono di conoscere in dettaglio il testo dell'Accordo".

Negativo il primo commento delle Associazioni ambientali, dei consumatori e dei lavoratori: "Le associazioni hanno sempre considerato l’approvazione del Reach un’occasione a favore della protezione di lavoratori, cittadini, consumatori e ambiente e hanno sempre chiesto la sua entrata in vigore in tempi brevi, ma non per questo sono disposte ad accettare ulteriori svilimenti del contenuto del regolamento, sebbene l’accordo raggiunto permette di farlo entrare in vigore a partire dal 2007.
Se adottato durante la votazione in plenaria, questo accordo consentirà a molte sostanze chimiche altamente preoccupanti – fra cui quelle che provocano cancro, difetti congeniti e altre serie patologie – di rimanere sul mercato ed essere utilizzate nei prodotti di largo consumo, anche in presenza di alternative più sicure. Le organizzazioni chiedono ai Parlamentari di rafforzare REACH in sede di votazione della proposta, a metà di dicembre.
In origine, REACH era stato concepito per colmare il vuoto conoscitivo in materia di sostanze chimiche e per mettere a punto un sistema efficace e coerente per la loro gestione. Tuttavia, date le centinaia di sostanze chimiche già esentate dall’obbligo di fornire informazioni sulla salute e sulla sicurezza, e in mancanza di una sostituzione sistematica delle sostanze chimiche altamente preoccupanti, questo nuovo REACH, eccessivamente compromesso e indebolito, non costituirà un reale miglioramento della legislazione corrente".


Avranno un peso queste decise proteste, sull'iter dell'approvazione del regolamento?

fonte: Associazione Ambiente e Lavoro

martedì 5 dicembre 2006

Accordo sul Reach

L'accordo politico su REACH tra Parlamento UE, Consiglio e Commissione è stato raggiunto nella notte del 30 novembre 2006.
Nella settimana dal 4 al 7 dicembre l'accordo dovrebbe essere approvato dagli stati membri. Il voto del Parlamento UE è previsto per il 13 dicembre, i ministri dovrebbero poi approvare l'accordo il 18 dicembre 2006. Se i tempi di approvazione saranno rispettati si prevede che il REACH entrerà in vigore entro aprile 2007.
Leggi la nota sull'Accordo.

fonte: Flashpoint srl/www.regolamentoreach.it

sabato 2 dicembre 2006

Promemoria


I nuovi regolamenti per il trasporto di merci pericolose nelle varie modalità di trasporto entreranno in vigore come di seguito indicato:

ADR 2007- dal 01/01/2007 - (dal 01/07/2007 per effetto dei sei mesi di transizione)
(trasporto stradale)

RID 2007 - dal 01/01/2007 - (dal 01/07/2007 per effetto dei sei mesi di transizione)
(trasporto ferroviario)

IATA - DGRegulation (48° ed.) - dal 01/01/2007
(trasporto aereo)

IMDG code (34° ed.) - dal 01/01/2008
(trasporto marittimo)

REACH: Posizione Comune (CE) n. 17 e n. 18

Prosegue il cammino legislativo verso l’entrata in vigore del REACH.
Sulla G.U. dell’Unione Europea C276E del 14/11/2006 sono state pubblicate:

- la POSIZIONE COMUNE (CE) N. 17 definita dal Consiglio il 27 giugno 2006 in vista dell'adozione del regolamento (CE) concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

- la POSIZIONE COMUNE (CE) N. 18 definita dal Consiglio il 27 giugno 2006 in vista dell'adozione della direttiva che modificherà la direttiva 67/548/CEE per adattarla al REACH.

fonte: Flashpoint srl

Direttiva 2006/119/CE

La Gazzetta Ufficiale Europea L 330 del 28 novembre 2006, ha pubblicato la Direttiva 2006/119/CE della Commissione, del 27 novembre 2006, che modifica, per adeguarla al progresso tecnico, la direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa al riscaldamento dei veicoli a motore e dei loro rimorchi.
Con questa Direttiva sia modifica la precedente Direttiva 2001/56/CE per adeguarla al Regolamento UN-ECE n. 122, relativo agli impianti di riscaldamento dei veicoli M, N ed O.
In particolare viene aggiunto un nuovo allegato (Allegato IX) relativo agli impianti di riscaldamento a combustione per i veicoli EX/II, EX/III, AT, FL e OX.
Gli stati membri devono mettere in vigore queste disposizioni entro il 30 settembre 2007.
Va comunque notato che le disposizioni in questione sono già contenute nell’ADR (per quanto riguarda specificatamente il riferimento al Regolamento ECE n. 122, tale rifierimento è stato introdotto nell’edizione 2007 dell’ADR).

fonte: Orange Project

venerdì 1 dicembre 2006

RID 2007

Dopo la pubblicazione in lingua Italiana, del nuovo ADR 2007, Ars Edizioni informatiche presenta la traduzione italiana del
RID 2007, il nuovo Regolamento ONU per il trasporto ferroviario delle merci pericolose, in vigore dal 1° gennaio 2007 a livello internazionale.
La traduzione, opera del Comitato Orange Project presieduto dall'Ing S. Benassai, è comprensiva delle modifiche apportate all'edizione 2005, costituite dagli emendamenti approvati dal Comitato di Esperti del RID istituito nell'ambito della COTIF (Convenzione relativa al trasporto ferroviario internazionale). La traduzione di ARS Edizioni tiene altresì conto dell'Erratum 1 del 26 giugno 2006.

fonte: Ars edizioni informatiche
immagine: Ars edizioni informatiche