img di fondo

img di fondo

domenica 26 febbraio 2006

ADR: corrigendum III

E' stato pubblicato il 23 Febbraio sul sito UNECE , http://www.unece.org/trans/danger/danger.htm
il terzo Corrigendum dell'edizione 2005 del manuale ADR.
Potete esaminare in dettaglio il documento nella sezione Utility di questo blog.

giovedì 23 febbraio 2006

Trasporto radioattivi: news

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 44 del 22 Febbraio 2006, il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 10 febbraio 2006 che così intitola:
Linee guida per la pianificazione di emergenza per il trasporto di materie radioattive e fissili, in attuazione dell'articolo 125 del decreto legislativo 17 marzo 1992, n. 230 e successive modifiche ed integrazioni.
Per approfondimenti ecco il link:
http://gazzette.comune.jesi.an.it/2006/44/3.htm

lunedì 20 febbraio 2006

i "40" dell'accordo ADR.



Molte persone mi hanno chiesto quali sono attualmente i paesi che aderiscono all'Accordo ADR.
Ebbene, ecco l'elenco aggiornato:

Paesi aderenti all’accordo ADR
(Aggiornato al 30/06/2005)

ALBANIA
AUSTRIA
AZERBAIJAN
BELGIO
BIELORUSSIA
BOSNIA ERZEGOVINA
BULGARIA
CROAZIA
CIPRO
DANIMARCA
ESTONIA
EX REPUBBLICA JUGOSLAVA DI MACEDONIA
FEDERAZIONE DI RUSSIA
FINLANDIA
FRANCIA
GERMANIA
GRECIA
ITALIA
KAZAKISTAN
LETTONIA
LIECHTENSTEIN
LITUANIA
LUSSEMBURGO
MAROCCO
NORVEGIA
PAESI BASSI
POLONIA
PORTOGALLO
REGNO UNITO
REPUBBLICA CECA
ROMANIA
REPUBBLICA DI MOLDAVIA
SLOVACCHIA
SLOVENIA
SPAGNA
SVEZIA
SVIZZERA
UCRAINA
UNGHERIA
YUGOSLAVIA

lunedì 6 febbraio 2006

Trem card ...sempre?

Tra le molte proposte di emendamento all'attuale normativa ADR (2005) che diversi Stati continuano a "partorire" in vista delle prossime sessioni di lavoro del Working Party 15 (Ginevra, 8-12 Maggio 2006) e che potrebbero, se approvate, diventare "operative" in un prossimo futuro, merita sicuramente attenzione quella trasmessa dal Governo del Liechtenstein (uno dei 40 paesi firmatari dell'Accordo) che, in sintesi, afferma:

Il paragrafo 1.1.3.6.2 dell'allegato "A" dell'Accordo, il quale prevede tutta una serie di esenzioni dalla normativa quando il trasporto rientra nei limiti fissati dal capitolo 1.1.3.6, deve essere modificato nel senso che anche in caso di trasporto in regime di esenzione totale (1.1.3.6) occorrono le "istruzioni scritte" (Trem-card) ed occorrono delle "protezioni individuali" ed attrezzature necessarie per adottare le misure supplementari e/o speciali indicate nelle istruzioni scritte.

Il Governo del Liechtenstein dice ancora: "...... With the inclusion of “Instructions in writing” into the new text of sub-section 1.1.3.6.2, the Working Party can protect the driver from any problems in connection with these transports and can also increase the safety of the vehicle crew in future.
The Government of Liechtenstein invited the Working Party to support and approve this proposal."

Quindi, diventa difficile continuare a parlare di esenzione ...totale, vero? cosa ne pensate?

Il tempo ci dirà se questa norma verrà varata o meno,.....intanto iniziamo a procurarci le Trem-card dei prodotti che spediamo, anche in esenzione!!!

Se volete leggere il documento originale, lo trovate QUI!

domenica 5 febbraio 2006

CFP ...cosa ci aspetta !

Il 01/01/2007 (e sottolineo che trattandosi di una disposizione già prevista nell'ADR 2005, non è applicabile il consueto periodo transitorio di sei mesi, che si applicherà alle modifiche che verranno introdotte con il nuovo accordo ADR 2007) entra in vigore l'obbligo del CFP per tutti i veicoli, anche quelli che hanno massa inferiore o uguale a 3,5 ton.
Partendo da questo dato certo abbiamo già evidenziato, in precedenti interventi su queste pagine, le altre novità in arrivo in merito a questo documento, ma vogliamo ora fare un pò il punto della situazione, un riassunto breve per fissare i dati più importanti.
  • In novembre 2005, l'ultima sessione di lavoro degli esperti ADR, ha dichiarato che non è possibile ne accettabile alcuna deroga al termine del 01/01/2007 che quindi rimane valido.
  • Esiste un accordo multilaterale (M151), firmato nel febbraio 2004 da Francia e Belgio e valido fino al 01/01/2009, che consente di limitare la formazione e la prova d'esame alle disposizioni spe cifiche per i numeri UN 1202, 1203, 1223, 1268, 1863. Questa potrebbe essere una strada perseguibile anche dal nostro paese (firmando ovviamente l'accordo multilaterale).
  • Il decreto 12/10/2005 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha riconosciuto la possibilità di conseguire il CFP in ogni paese aderente all'ADR, senza necessità di convalida.
Dunque è questo il panorama al quale si trovano davanti gli autisti, che dal prossimo 1* Gennaio vorranno trasportare merci pericolose, indipendentemente dal tipo di veicolo utilizzato.

venerdì 3 febbraio 2006

La sicurezza nelle gallerie stradali

Arriva da Ginevra a conclusione dei lavori del WP15, come previsto, la notizia dello " stop " alla proposta italiana (appoggiata anche da Francia e Svizzera) di non inserire le nuove disposizioni relative alla sicurezza nelle gallerie stradali nel prossimo ADR 2007.
Il nostro paese, ne avevamo già parlato, ha manifestato serie perplessità sulla proposta in discussione (che, ricordiamo, classifica in diverse categorie le gallerie stradali, ad ogni categoria essendo associato un divieto di transito per alcune merci pericolose)
La nostra proposta è stata respinta da una larga maggioranza di Paesi e quindi le nuove disposizioni in materia saranno contenute nell’edizione 2007 dell’ADR.
L’Italia è comunque riuscita ad ottenere:

- i criteri per la classificazione delle gallerie stradali tengano conto non solo delle caratteristiche delle gallerie, dell’analisi di rischio, ecc., ma anche della disponibilità e della validità di percorsi e modi di trasporto alternativi:

- sia previsto un periodo transitorio per l’entrata in vigore delle nuove disposizioni fino al 1 gennaio 2010.

giovedì 2 febbraio 2006

Un sito nuovo sul regolamento REACH

In considerazione del grosso impatto che il nuovo regolamento REACH avrà sulla vita delle aziende, la società Flashpoint ha deciso di dedicare un sito specifico a questa nuova e importante normativa;
ecco l'indirizzo:
http://www.regolamentoreach.it