img di fondo

img di fondo

venerdì 23 dicembre 2005

28' sessione SottoComitato esperti ONU sul trasporto di merci pericolose

Si è tenuta a Ginevra, dal 28 novembre al 6 dicembre 2005, la 28^ sessione del SottoComitato esperti ONU sul trasporto di merci pericolose.
Nel corso della riunione si è deciso quanto segue (si ricorda che le disposizioni conseguenti a tali decisioni saranno operative, previo accordo delle organizzazioni modali interessate, a partire dal 2009).
Gas
Sono state approvate alcune modifiche ai gradi di riempimento dei recipienti per alcuni gas, indicati nell’istruzione di imballaggio P200. In particolare i gradi di riempimento sono stati ridotti in percentuali che vanno dall’1,5% per RC318 (octafluorobutano) al 18% per R 503 (miscela azeotropa di clorotrifluorometano e trifluorometano).
E’ stato inoltre deciso di reintrodurre l’obbligo delle frecce di orientamento sui recipienti a pressione chiusi.
GIR
Sono stati esaminati i risultati del gruppo di lavoro tenutosi a Parigi dal 10 al 13 ottobre 2005.
Dalla discussione è emerso un consenso sui seguenti punti:
necessità di una migliore definizione operativa per la resistenza dei GIR in plastica alla radiazione ultravioletta (la Germania preparerà una proposta per la prossima riunione
non si prevederà alcuna specifica definizione (con conseguenti criteri) per i GIR intesi per compiere un unico viaggio
dovranno essere presentate precise proposte scritte per la revisione dei criteri relativi alle prove di sollevamento dal basso e dall’alto e a quella di impilaggio: è stato comunque convenuto che un requisito essenziale per l’esito positivo è costituito dall’assenza di deformazioni permanenti osservabili
il Regno Unito presenterà una proposta per una marcatura che indichi se i GIR possono essere impilati e quale sia la massa massima ammessa
si potrà proseguire nell’elaborazione di una proposta per inserire una prova di vibrazione per i GIR, a condizione che ne sia data appropriata giustificazione (tenendo conto che in generale il SottoComitato si era pronunciato contro l’introduzione di tale prova per gli imballaggi in genere durante questo biennio), che siano risolti i problemi relativi alle modalità di esecuzione di tale prova, e che si tenga conto della disponibilità delle attrezzature necessarie anche nei paesi in via di sviluppo
verranno presentate nuove proposte per meglio specificare le disposizioni relative alle prove di tenuta e caduta
l’Australia presenterà una nuova proposta relativa alle valvole di scarico del liquido, per garantire la presenza di una chiusura secondaria e la protezione delle valvole
Excepted quantities
E’ stata accettata, in linea di principio, la proposta di inserire nelle Raccomandazioni ONU criteri per il trasporto in completa esenzione di piccole quantità (le “excepted quantities” previste nelle Technical Instructions dell’ICAO).
Il Regno Unito,tenendo conto anche dell’accordo raggiunto su alcuni punti (limitazioni alle quantità trasportate per unità di trasporto, marcatura, menzione del trasporto in un qualche documento) nel corso di un gruppo informale di lavoro, presenterà una nuova proposta alla prossima riunione.
Pile a combustibile
Tenendo conto dei continui sviluppi tecnologici, è stato deciso di ricercare una soluzione globale, prevedendo ad esempio una classificazione delle pile a combustibile sulla base della classe di pericolo delle materie contenute e facendo comunque riferimento ad appositi standard costruttivi.
Imballaggi per materie infettanti
E’ stata approvata una proposta di revisione del caitolo 6.3, relativo agli imballaggi per materie infettanti della Categoria A, al fine di renderlo omogeneo con gli altri capitoli relativi agli imballaggi e di tener conto dei nuovi criteri di classificazione delle materie infettanti.Security
E’ stato deciso di inserire nella lista delle materie ad alto rischio (che richiedono l’adozione di un piano di sicurezza) alcune tipologie di detonatori classificati nella Divisione 1.4
Materiali radioattivi
Si è preso nota che l’AIEA ha convocato per febbraio 2006 un gruppo di studio per valutare proposte atte a garantire un migliore allineamento fra la regolamentazione AIEA e le Raccomandazioni ONU.

fonte: Orange Project

Nessun commento: