img di fondo

img di fondo

sabato 31 dicembre 2005

Happy new year!

ancora una volta, per tutti, un augurio di un 2006 sereno.

Le gallerie stradali....


Il primo appuntamento importante del 2006 e' rappresentato dalla riunione a fine Gennaio del gruppo di lavoro sull'ADN (regolamento per il trasporto internazionale di merci pericolose per via navigabile interna) il quale, in via del tutto eccezzionale, deve anche decidere sulla spinosa questione della classificazione delle gallerie stradali al fine del transito di merci pericolose.
Come già annunciato in un precedente post, il problema era già stato affrontato nella riunione di Novembre 2005 (wp15) ma per problemi tecnici di tempo la discussione e la relativa decisione finale sono state rinviate a questo importante incontro.
Questa decisione, se varata, farà parte del nuovo ADR 2007.
Ricordo, che a questo proposito, il nostro paese ha avanzato dubbi e perplessità sul poter rigidamente implementare il nuovo sistema proposto.

23 - 27 Gennaio 2006 - Joint Meeting of Experts on ADN (WP.15/AC.2) - Geneva, 10th session

Dangerous Goods Regulations - IATA

Da mezzanotte entra in vigore la 47* edizione (2006) delle Dangerous Goods Regulations edite da IATA, il regolamento per il trasporto di merci pericolose via aerea.
per avere un quadro sui significativi cambiamenti apportati alla nuova edizione, vi rimando al seguente link:
http://www.iata.org/NR/rdonlyres
/FBA32FAF-482A-4A04-8147-23C8E93508BC/0/SIGNIFIC

ANTCHANGESANDAMENDMENTSTOTHE47THE
DITION.pdf

sabato 24 dicembre 2005

1000

Grazie a tutti i lettori che si soffermano su questo blog!
il risultato sono le prime 1000 visite raggiunte.
ancora auguri a tutti!

venerdì 23 dicembre 2005

AUGURI!!!!!

A tutti i lettori di questo blog, i miei più
sinceri auguri di Buon Natale e felice 2006.

Il 2006

Cosa mi aspetto dal nuovo anno che sta arrivando?
tante cose, ma....dal punto di vista professionale, un incremento degli sforzi da parte di tutti noi del settore, con il fine di far crescere la figura del DGSA; un incontro dove potersi contare e fare il punto sulla situazione in cui versa il "consulente ADR" oggi nel nostro paese e magari chissà in un futuro anche la costituzione di un
albo...

28' sessione SottoComitato esperti ONU sul trasporto di merci pericolose

Si è tenuta a Ginevra, dal 28 novembre al 6 dicembre 2005, la 28^ sessione del SottoComitato esperti ONU sul trasporto di merci pericolose.
Nel corso della riunione si è deciso quanto segue (si ricorda che le disposizioni conseguenti a tali decisioni saranno operative, previo accordo delle organizzazioni modali interessate, a partire dal 2009).
Gas
Sono state approvate alcune modifiche ai gradi di riempimento dei recipienti per alcuni gas, indicati nell’istruzione di imballaggio P200. In particolare i gradi di riempimento sono stati ridotti in percentuali che vanno dall’1,5% per RC318 (octafluorobutano) al 18% per R 503 (miscela azeotropa di clorotrifluorometano e trifluorometano).
E’ stato inoltre deciso di reintrodurre l’obbligo delle frecce di orientamento sui recipienti a pressione chiusi.
GIR
Sono stati esaminati i risultati del gruppo di lavoro tenutosi a Parigi dal 10 al 13 ottobre 2005.
Dalla discussione è emerso un consenso sui seguenti punti:
necessità di una migliore definizione operativa per la resistenza dei GIR in plastica alla radiazione ultravioletta (la Germania preparerà una proposta per la prossima riunione
non si prevederà alcuna specifica definizione (con conseguenti criteri) per i GIR intesi per compiere un unico viaggio
dovranno essere presentate precise proposte scritte per la revisione dei criteri relativi alle prove di sollevamento dal basso e dall’alto e a quella di impilaggio: è stato comunque convenuto che un requisito essenziale per l’esito positivo è costituito dall’assenza di deformazioni permanenti osservabili
il Regno Unito presenterà una proposta per una marcatura che indichi se i GIR possono essere impilati e quale sia la massa massima ammessa
si potrà proseguire nell’elaborazione di una proposta per inserire una prova di vibrazione per i GIR, a condizione che ne sia data appropriata giustificazione (tenendo conto che in generale il SottoComitato si era pronunciato contro l’introduzione di tale prova per gli imballaggi in genere durante questo biennio), che siano risolti i problemi relativi alle modalità di esecuzione di tale prova, e che si tenga conto della disponibilità delle attrezzature necessarie anche nei paesi in via di sviluppo
verranno presentate nuove proposte per meglio specificare le disposizioni relative alle prove di tenuta e caduta
l’Australia presenterà una nuova proposta relativa alle valvole di scarico del liquido, per garantire la presenza di una chiusura secondaria e la protezione delle valvole
Excepted quantities
E’ stata accettata, in linea di principio, la proposta di inserire nelle Raccomandazioni ONU criteri per il trasporto in completa esenzione di piccole quantità (le “excepted quantities” previste nelle Technical Instructions dell’ICAO).
Il Regno Unito,tenendo conto anche dell’accordo raggiunto su alcuni punti (limitazioni alle quantità trasportate per unità di trasporto, marcatura, menzione del trasporto in un qualche documento) nel corso di un gruppo informale di lavoro, presenterà una nuova proposta alla prossima riunione.
Pile a combustibile
Tenendo conto dei continui sviluppi tecnologici, è stato deciso di ricercare una soluzione globale, prevedendo ad esempio una classificazione delle pile a combustibile sulla base della classe di pericolo delle materie contenute e facendo comunque riferimento ad appositi standard costruttivi.
Imballaggi per materie infettanti
E’ stata approvata una proposta di revisione del caitolo 6.3, relativo agli imballaggi per materie infettanti della Categoria A, al fine di renderlo omogeneo con gli altri capitoli relativi agli imballaggi e di tener conto dei nuovi criteri di classificazione delle materie infettanti.Security
E’ stato deciso di inserire nella lista delle materie ad alto rischio (che richiedono l’adozione di un piano di sicurezza) alcune tipologie di detonatori classificati nella Divisione 1.4
Materiali radioattivi
Si è preso nota che l’AIEA ha convocato per febbraio 2006 un gruppo di studio per valutare proposte atte a garantire un migliore allineamento fra la regolamentazione AIEA e le Raccomandazioni ONU.

fonte: Orange Project

Disposizioni per l'omologazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose

Sulla Gazzetta Ufficiale Europea L330/158 del 16 dicembre 2005 è stato pubblicato il Regolamento n. 105 della Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UN/ECE) - Disposizioni uniformi relative all’omologazione dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose per quanto riguarda le caratteristiche costruttive.
Le disposizioni tecniche contenute nel Regolamento in questione sono ovviamente in linea con quanto previsto nella Parte 9 dell’ADR.
Il Regolamento contiene poi 2 Allegati che riportano:
Allegato 1: il modello di scheda per il rilascio o l’estensione dell’omologazione di un tipo di veicolo
Allegato 2: un esempio di marchio di omologazione che deve essere riportato su ogni veicolo
fonte: Orange project
per approfondimenti:
http://europa.eu.int/eur-lex/lex/LexUriServ/site/it/oj/2005/l_330/l_33020051216it01580168.pdf

Decreto Ministeriale nr. 1105/05 - Min. Infrast. e Trasporti

E’ stato pubblicato il Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 1105/05 del 18 NOVEMBRE 2005 (G.U. n. 285 del 7/12/2005) che detta le norme integrative per il trasporto di merci pericolose sulle navi mercantili in viaggi nazionali.
Si segnala che viene ad essere consentito il trasporto in conformità alle norme ADR a bordo di navi traghetto di veicoli stradali nonché di contenitori e di colli caricati sugli stessi rispondenti alle norme ADR, purché siano rispettate alcune prescrizioni aggiuntive, ovvero:
- consegna di istruzioni scritte per il conducente (tremcards) conformi alla sezione 5.4.3. dell'ADR;
- limitazione nelle dimensioni degli imballaggi metallici leggeri (marcatura 0A1 o 0A2);
- presenza marchio Marine Pollutant quando previsto dal codice IMDG.
In base a quanto previsto dal nuovo decreto sembra, quindi, che per il trasporto nazionale di merci pericolose via mare non sarà più richiesta la dichiarazione delle merci pericolose tramite la redazione della Multimodal Dangerous Goods Form, così come fino ad oggi previsto. Attendiamo fiduciosi chiarimenti con il Decreto Dirigenziale che sarà a breve pubblicato.
Il link al Decreto per una lettura approfondita e' il seguente:
http://www.flashpointsrl.it/news/ShowAtch.asp?use=559&i=0

fonte: Flashpoint srl

Ginevra 07-11/11/2005 - riunione WP15 -

Come già in precedenza segnalato, si tenuta a Ginevra, dal 7 all’11 novembre 2005, la riunione del Working Party 15, dedicata all’ADR.
Nel corso della riunione è stato tra l’altro concordato quanto segue:
1) Armonizzazione con la 14^ edizione delle Raccomandazioni ONU
Sono state approvate, con poche modifiche, le proposte di aggiornamento concordate nel corso della riunione congiunta ADR/RID/ADN di settembre al fine di armonizzare le edizioni 2007 di ADR, RID e ADN con la 14^ edizione delle Raccomandazioni ONU.
2) Istruzioni scritte
La proposta italiana di rivedere il testo della sezione 5.4.3 al fine di chiarire il significato di “merci presentanti gli stessi pericoli” e risolvere una contraddizione fra 5.4.3.1 e 5.4.3.8 non è stata accettata.E’ stata invece decisa (a valle della discussione di un documento sullo stesso argomento di IRU e FIATA) la costituzione di un Gruppo di lavoro informale con l’incarico di rivedere l’insieme della Sezione 5.4.3 con l’obiettivo di verificare la possibilità di una semplificazione delle istruzioni scritte. Il Gruppo si riunirà fra gennaio e febbraio in Germania.
3) Formazione conducenti
E' stato deciso di non modificare l’obbligo del possesso di un CFP per tutti i conducenti (anche per veicoli inferiori a 3,5 t) a partire dal 1 gennaio 2007.
4) Indicazione del destinatario
Valutata la difficoltà di individuare il destinatario nel caso di destinatari multipli e di vendita diretta, è stato deciso che le generalità del destinatario potranno essere sostituite in tali casi dall’apposizione, nel documento di trasporto, della dicitura “Vendita diretta”. Ciò però richiederà una preventiva autorizzazione della Autorità competente.
5) Sicurezza nelle gallerie
Era previsto che nell’ADR 2007 fosse contenuto un nuovo capitolo riguardante la classificazione delle gallerie stradali (basata sulla valutazione dei rischi da incidente) in diverse categorie, ad ognuna delle quali corrisponde un elenco di merci pericolose per le quali non è consentito il transito.Il sistema previsto, rischia di essere estremamente penalizzante per un paese come il nostro.La rappresentanza italiana ha dichiarato la propria difficoltà nell’implementare in maniera rigida le nuove disposizioni ed ha chiesto di rinviare la discussione. Tale proposta non è stata accettata, ma ben presto è risultato evidente che non esistevano i tempi per approvare il nuovo testo.E’ stato infine deciso di aggiornare, in via straordinaria, la discussione (con conseguente decisione finale) a fine gennaio 2006, dal momento che in tale periodo è prevista una riunione del WP 15 (originariamente programmata solo per l’aggiornamento dell’ADN).
6) Cisterne e recipienti in pressione
Dal 2009 le autorità competenti non potranno più autorizzare la progettazione e costruzione di cisterne e recipienti a pressione non rispondenti alle norme tecniche (CEN, ISO, ecc.) previste nella sezione 6.8.2.6 o nelle sezioni 6.2.2 e 6.2.5 (non si potrà dunque più far ricorso a codici di calcolo nazionali), salvo che per gli aspetti non coperti da tali norme.
fonte: Orange Project