img di fondo

img di fondo

venerdì 21 ottobre 2005

GHS

Molte persone mi chiedono informazioni sul nuovo sistema di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche pericolose (GHS), che secondo i calcoli piu' ottimistici, dovrebbe andare a regime per l'anno 2008.
Un'utile guida per saperne di piu', dal titolo: GHS (Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals) - Introduzione alla lettura dei nuovi criteri armonizzati a livello mondiale per la classificazione e l’etichettatura delle sostanze e dei preparati pericolosi, scritta dall'Ing. S.Benassai, Presidente del sottocomitato esperti Onu sul trasporto di merci pericolose, la si trova al seguente indirizzo:
http://www.orangeproject.it/documenti/GHS.pdf
per chi fosse interessato al documento originale ed ufficiale, in lingua Inglese il link e':
http://www.unece.org/trans/danger/publi/ghs/ghs_rev01/01files_e.html

WORKSHOP ESPLOSIVI


WORKSHOP TRASPORTO ADR – classe 1 - ESPLOSIVI - CONFLITTI TRA CODICE DELLA STRADA, ADR 2005 e T.U.L.P.S.

La Nitrex ha organizzato un workshop sull’applicazione delle normative italiane inerenti al trasporto di esplosivi (pirotecnici, esplosivi civili e militari) che si terrà il giorno 26 ottobre 2005 presso Palazzo Barberini a Roma.
Al termine del corso ai partecipanti verrà rilasciato un Certificato ai sensi del capitolo 1.3 ADR (Formazione di base, formazione specifica alla classe 1, formazione in materia di sicurezza).
Dal sito www.flashpointsrl.it dal quale e' tratta questa notizia, e' possibile scaricare il programma del workshop.

mercoledì 19 ottobre 2005

Il trasporto di campioni biologici

sul sito di Orange Project , e' apparso un lungo interessante articolo sullo stato attuale della normativa ADR per quanto riguarda il trasporto di campioni biologici ed un'interessante anticipazione sull'adr 2007. In particolare si discute e si interpreta la possibile esenzione dalla normativa per alcuni casi specifici.

IPSM 15 - FAO

dal sito www.flashpointsrl.it

STANDARD IPSM 15 DELLA FAO: IMBALLAGGIO IN LEGNO

Dal 1 marzo 2005 la Comunità Europea richiede la conformità allo standard IPSM 15 della FAO per gli imballaggi in legno di merci importate da Paesi terzi. Si tratta di un protocollo che tutela il patrimonio forestale da infestazioni di parassiti che si sono rivelate negli scorsi decenni assai dannose.
Lo stesso Standard è stato adottato nel corso degli ultimi due anni da numerosi Paesi, e da poco (16 settembre) in via definitiva da Stati Uniti e Canada. Dall’inizio dell’anno prossimo vi aderirà pure la Cina.
Cosa comporta questo diffondersi dello standard IPSM 15 per le aziende esportatrici? Sicuramente l’applicazione di uno standard comune è sempre bene accetta per la semplificazione che comporta; in questo caso, si aggiunge il fatto che si tratta di un protocollo che consente una certificazione “no paper”: è infatti lo stesso marchio apposto sull’imballaggio a certificare che il materiale è stato trattato conformemente a quanto previsto dall’ISPM15. Il trattamento avviene in fase di produzione dell’imballaggio da parte di aziende autorizzate dal Soggetto gestore del marchio (Consorzio Servizi legno e Sughero).
Il marchio non ha una scadenza, e non è necessaria la segregazione rispetto ad altri imballaggi, in quanto non è possibile la reinfestazione.
Col diffondersi del Protocollo ISPM 15 si riducono sempre più le fumigazioni prima della partenza, le quarantene all’arrivo ecc.
I controlli sui materiali sono più semplici e meno costosi. Attenzione anche alle importazioni: se un controllo evidenzia la mancanza del marchio sugli imballaggi in provenienza da Paesi extraeuropei, il carico deve essere regolarizzato (trattamento fitosanitario, o sostituzione degli imballaggi e distruzione di quelli irregolari).

Il consulente...

dal post dell'ing. Benassai sul blog di merci pericolose.it
"E se ... (sognando) ?
Tutte le volte (cioè spesso) che ho davanti i volumi dell’ADR, o del RID, o del Codice IMDG, ecc., mi viene da pensare “Ma se io fossi uno speditore o un trasportatore.... come me la caverei?”.

Non voglio le vostre risposte (alcune, le più cattive, me le immagino già!).

Per quanto mi riguarda, da una parte coltivo il sogno di dare una bella sforbiciata a tutte quelle pagine (qualche idea da dove cominciare?), dall’altra mi chiedo se non si dovrebbe rafforzare il ruolo del consulente per la sicurezza, trasformando il ruolo di consulente in quello di un vero e proprio responsabile (vedi esperto qualificato per la protezione dalle radiazioni ionizzanti)."
Ebbene sì, sono d'accordo con l'ingegner Benassai.
Il ruolo del consulente deve essere rafforzato, sia in termini concreti di conoscenze ed esperienza
pratica, quindi credibilita', sia in termini "commerciali" di visibilita' come figura professionale.
Il consulente deve essere un vero responsabile della sicurezza in azienda.
Piu' in generale, sono d'accordo su qualsiasi iniziativa che tenda a valorizzare la nostra figura.
(vedi gli sforzi di Orange Project con il suo registro nazionale ed altro....)
Cosa ne pensate?

martedì 18 ottobre 2005

Fumigazione

Sempre piu' spesso mi viene rivolta la domanda? che cosa e' la fumigazione?

La fumigazione e' un procedimento chimico attraverso il quale imballi di legno e/o tessuti vengono trattati prima della spedizione al fine di essere disinfestati da parassiti che potrebbero
compromettere la buona conservazione del prodotto oggetto della spedizione.
La sostanza usata per la fumigazione e' il bromuro di metile.
(dal sito www.bmb.it)
Essendo sostanze organiche, legno e tessuti sono costantemente soggetti all'infestzione dei parassiti. Tra i parassiti più pericolosi vi sono i tarli (anobium punctatum) e il capricorno delle travature (hylotrupes bajulus).
I tarli, ad esempio, producono danni incalcolabili alle opere d'arte in legno: intarsi antichi, strumenti musicali, dipinti su tavole, cornici e mobili in genere.

- I DANNI CAUSATI

DANNI DIRETTI


- a mobili antichi
- a mobili in genere
- a tappeti
- intarsi antichi
- dipinti su tavole
- cornici
- arazzi
- libri


- CHI PUO' ESSERNE COLPITO

TUTTI IN GENERALE


La fumigazione con gas è l'unico sistema che garantisce la distruzione radicale di tutti i tarli in ogni stadio vitale comprese le uova.
Il materiale interessato viene fumigato in una apposita camera fissa, sotto vuoto, e il risultato ottenuto è la completa disinfestazione dai parassiti ed è sicuro, come pure l'integrità degli oggetti sottoposti a fumigazione.

Finalmente......!!!!

Dopo un mese di silenzio dovuto a cause di forza maggiore ( pc da buttare ), finalmente ritorno on line chiedendo doverosamente scusa ai molti lettori per il contrattempo. Spero non si verifichi piu' un incidente del genere.