img di fondo

img di fondo

giovedì 23 giugno 2005

1° Forum dell'ambiente

Nei giorni 6-7-8/Luglio 2005, si svolgerà a Terme di Pompeo - Ferentino (FR), il 1° Forum dell'ambiente dedicato alla gestione dei rifiuti (...quindi anche quelli pericolosi) e le problematiche ad essa connesse.
Il forum, per chi avesse un qualche interesse, è gratuito previa prenotazione.
Al link seguente è possibile scaricare il programma e la scheda di iscrizione in formato PDF.
http://www.flashpointsrl.it/news/showatch.asp?use=500&i=0

ADR 2005

Il mese di Giugno è quasi giunto al termine e ci tenevo a sottolineare che dal 01/07/2005 entrerà in vigore in maniera definitiva il nuovo accordo ADR edizione 2005; Questo significa che da tale data non sarà più possibile adottare il precedente testo del 2003.
Le più importanti novità introdotte dal nuovo accordo, sono in sintesi:

  • "Security", intesa come complesso di norme da osservare per ridurre il rischio di furto/uso improprio di merci pericolose. (cap. 1.10 accordo ADR)
  • modificati i limiti di esenzione per il trasporto in regime ADR delle merci pericolose. (quantità limitate - tab. 3.4.6 - accordo ADR)
  • CFP - certificato di formazione per conducenti - dal 01/01/2007, obbligo di certificato a carico di tutti i conducenti di veicoli con massa inferiore a 3,5 ton.
  • modifica ai criteri di classificazione di talune materie quali gli aereosol infiammabili, gli inquinanti ambientali e le materie appartenenti alla classe 6.2 - infettanti -.

  • Documentazione - alcune modifiche sono state apportate al DDT (documento di trasporto), in merito all'indicazione di alcune diciture per gli imballaggi vuoti non bonificati.

Ritorneremo in seguito sull'argomento.

mercoledì 22 giugno 2005

Nuovo regolamento per il trasporto nazionale via mare di merci pericolose

Sul sito del comitato Orange Project è possibile leggere il testo dello schema del nuovo DPR approvato dal consiglio dei Ministri sul trasporto marittimo nazionale di merci pericolose.
http://www.orangeproject.it/documenti/DPR.htm

sabato 18 giugno 2005

Approvato il nuovo regolamento per il trasporto marittimo di merci pericolose

In data 13/05/2005, il consiglio dei ministri ha approvato il nuovo regolamento per il trasporto marittimo nazionale di merci pericolose. Si è ora in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del nuovo DPR che abroghera' la normativa precedente.
La novita' più importante è che il trasporto nazionale deve essere effettuato in conformita' con le prescrizioni del codice IMDG (obbligatorio per i trasporti internazionali).
Diventa sempre più importante avere a disposizione una traduzione in lingua Italiana dello stesso.
Questo sarà possibile a Settembre, come segnalato in precedenza.
Torneremo piu' in specifico sull'argomento appena possibile.

giovedì 9 giugno 2005

Lo sviluppo del traffico di merci pericolose in Italia - il rapporto di Pira international

E' recente la notizia che il 20 Giugno 2005 a Bruxelles, in sede di Commissione Europea - comitato trasporto merci pericolose, verra' presentato il rapporto "Evaluation of EU policy on the transport of dangerous goods since 1994" redatto da Pira International.
Solo per anticipare un dato, risulta che nel nostro paese nel 2001 sono state trasportate 71,6 milioni di tonnellate di merci pericolose su strada ( pari al 6,2% del trasporto merci nazionale su gomma).
Il crescendo del traffico di merci pericolose evidenzia i grandi problemi inerenti lo stato della nostra rete stradale e dei nostri trafori (il Freijus è stato chiuso per molti mesi dopo il gravissimo incidente di domenica 04 Giugno 2005 - il Monte Bianco non permette il passaggio di merci pericolose che non siano in esenzione secondo quanto stabilito dall'accordo ADR in vigore).
Probabilmente ci vorranno ancora anni prima che le nostre strade siano all'altezza dei nuovi volumi di traffico e non basta la patente... "a punti" per risolvere il problema.
E se nell'attesa di avere una rete più funzionale e moderna, sviluppassimo il trasporto merci pericolose su rotaia (3,2 milioni di tonnellate/anno) vedendo se si riesce a limitare il numero di incidenti, molte volte purtroppo mortali, sulle strade?
Sperando che il rapporto sia letto e studiato attentamente da chi di dovere, torneremo presto sull'argomento.

mercoledì 8 giugno 2005

Un registro nazionale consulenti ADR....ancora in alto mare!

Mi sembra che il registro su base volontaria voluto e gestito dal comitato Orange Project, contenente l'elenco ( parziale ) dei consulenti sicurezza trasporti abilitati, sia un buon strumento in termini di visibilita' e importanza per noi operatori del settore.
Purtroppo ad oggi, risultiamo ancora molto pochi e si sà .... l'unione fà la forza.
Speriamo bene per il prossimo futuro e per la possibilità di lottare per la costituzione di un albo professionale.

Ravenna - la prima sentenza penale

Oggi vorrei commentare una notizia che dovrebbe far....riflettere.
Il tribunale di Ravenna, con sentenza del 14/10/2004, ha condannato penalmente lo speditore/caricatore (in questo caso un'azienda) per lesioni aggravate colpose in danno di un proprio dipendente che non aveva ricevuto la formazione sulle merci pericolose cosi' come previsto dal cap. 1.3 dell'accordo ADR e si infortunava così, gravemente durante il lavoro.
La sentenza, che possiamo definire storica, in quanto è la prima nel suo genere ( mancata osservanza delle norme contenute nell'accordo ADR relative agli obblighi di formazione del personale), viene emessa a carico del datore di lavoro e del RSSP.
Mi pare che quanto accaduto in questa azienda, metta in luce il grosso problema dell'investire nella formazione da parte delle imprese nel nostro paese.
La formazione aziendale, quando si parla di merci pericolose, diventa....vitale! ( come del resto la vita delle persone).
Speriamo che questa sentenza apra ad un futuro con meno incidenti e più stage formativi a favore dei lavoratori.

martedì 7 giugno 2005

Il codice IMDG....in italiano!

Il 21/06/2005 a Milano si terrà un seminario, organizzato dal Comitato Orange Project sul trasporto marittimo e intermodale con riferimento alle merci pericolose. Interverrano importanti relatori e sarà presentata ufficialmente la prima traduzione in lingua Italiana del codice IMDG 2004 - 32° emendamento ( in Settembre disponibile per tutti ).

La notizia e' sicuramente degna di nota, in quanto una delle maggiori difficoltà degli operatori del settore e' quella di non avere un testo organico in lingua Italiana da consultare per l'uso quotidiano.

Naturalmente si discuterà e molto di tutti i temi riguardanti il trasporto via mare di merci pericolose e in particolare delle ....novità in arrivo!

Come dire.... teniamoci informati!